Homepage

Focus Focus

Rimessa alle Sezioni Unite la questione sulle prove nuove decisive nel caso di revocazione della confisca di prevenzione

15 Marzo 2022 | di Francesco Vergine

Cass. pen., sez. V, 22 novembre 2021 (dep. 7 febbraio 2022), n. 4292

Confisca (misura di prevenzione)

Le sezioni unite dovranno rispondere al seguente quesito: in tema di revocazione della confisca, disposta ex art. 28 d.lgs. 159/2011, se nelle “prove nuove” decisive sopravvenute alla conclusione del procedimento debbano includersi anche le prove preesistenti alla definizione del giudizio che, sebbene astrattamente deducibili in tale sede, non siano però state concretamente dedotte e perciò mai valutate, in conformità alla nozione di prova nuova elaborata al fine della revisione nel procedimento penale.

Leggi dopo
Focus Focus

Il “cavallo di Troia” e l'ispe-perqui-intercettazione

14 Marzo 2022 | di Leonardo Filippi

Cass. pen., sez. I, 7 ottobre 2021 (dep. 1 febbraio 2022), n. 3591

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Una recente pronuncia giurisprudenziale afferma che lo screenshot di un file Excel, contenente un prospetto contabile, eseguito per mezzo di un captatore informatico, non darebbe luogo al sequestro di un documento informatico preesistente all'attività investigativa, ma costituirebbe intercettazione mediante captazione di un flusso di dati in fieri, e non sarebbe pertanto riconducibile ad una perquisizione.

Leggi dopo
News News

Incompatibilità del giudice che rigetta la messa alla prova: non fondata la questione di legittimità costituzionale

14 Marzo 2022 | di Redazione Scientifica

Corte cost. 26 gennaio 2022 (dep. 10 marzo 2022), n. 64

Messa alla prova

La Corte costituzionale ha dichiarato non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 34, comma 2, c.p.p., nella parte in cui non prevede che il giudice del dibattimento che ha rigettato la richiesta dell’imputato di sospensione del procedimento con messa alla prova non possa partecipare al giudizio che prosegue nelle forme ordinarie.

Leggi dopo
News News

I like al post discriminatorio su Facebook sono indizi sufficienti per ritenere sussistente il reato di istigazione all’odio razziale

11 Marzo 2022 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., sez. I, 6 dicembre 2021 (dep. 9 febbraio 2022), n. 4534

Discriminazioni (razziali, etniche, religiose)

L’aver inserito dei “mi piace” su post antisemiti può essere considerato un indizio sufficiente per il reato di istigazione all’odio razziale. Il gradimento espresso tramite il “like” contribuisce, tra l'altro, alla diffusione del messaggio sui social network.

Leggi dopo
News News

Il giudice può acquisire elementi formati dopo l’ammissione del rito

11 Marzo 2022 | di Alfredo De Francesco

Cass. pen., sez. II, 12 novembre 2021 (dep. 7 marzo 2022), n. 8136

Giudizio abbreviato

La Corte di cassazione ha ribadito che, in tema di giudizio abbreviato, il potere di integrazione probatoria ex art. 441 comma 5 c.p.p. può avere ad oggetto qualunque elemento, anche formatosi dopo l’ordinanza con la quale viene ammesso il rito, purché sia ritenuto necessario ai fini del giudizio e faccia riferimento ad itinerari probatori ricavabili dallo stato degli atti. Tanto più che alla difesa resterebbe in ogni caso il diritto di interloquire sull’elemento acquisito e di chiedere eventualmente l’ammissione di prova contraria.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Corte costituzionale: illegittimo il visto di censura della corrispondenza tra difensore e sottoposto al 41-bis

10 Marzo 2022 | di Luigi Kalb

Corte cost., 2 dicembre 2021 (dep. 24 gennaio 2022), n. 18

Carcere duro

Una sentenza attesa della Corte costituzionale sulla priorità del diritto di difesa: illegittimo il visto di censura della corrispondenza tra difensore e sottoposto al regime di cui all'art. 41-bis ord. penit.

Leggi dopo
News News

Fa entrare illegalmente in Italia figlia e nipote con aereo di linea e documenti falsi: troppi 5 anni di reclusione

10 Marzo 2022 | di Redazione Scientifica

Corte Cost., sent., 8 febbraio 2022 (dep. 10 marzo 2022), n. 63

Stranieri

Secondo la Consulta è manifestamente sproporzionata la pena da 5 a 15 anni di reclusione, prevista dal Testo unico sull’immigrazione, per chi abbia aiutato qualcuno a entrare illegalmente nel territorio italiano utilizzando un aereo di linea e documenti falsi.

Leggi dopo
News News

La Corte costituzionale ha dichiarato ammissibili i referendum in materia di giustizia

09 Marzo 2022 | di Redazione Scientifica

Misure cautelari personali

Con le pronunce depositate l'8 marzo la Corte costituzionale ha dichiarato ammissibili i quesiti sui referendum in materia di giustizia.

Leggi dopo
Focus Focus

Le Sezioni unite intervengono sui rimedi esperibili contro le misure di prevenzione patrimoniale

09 Marzo 2022 | di Alessandro Centonze

Cass. pen., sez. un., 16 dicembre 2021 (dep. 31 gennaio 2022), n. 3513

Misure di prevenzione

Le Sezioni unite sono intervenute nella materia delle misure di prevenzione patrimoniale, chiarendo quale strumento deve essere attivato nelle ipotesi in cui il provvedimento ablatorio si fondi su fattispecie di pericolosità sociale dichiarate incostituzionali dalla sentenza della Corte costituzionale 27 febbraio 2019, n. 24.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

L'arresto in flagranza per tentato furto aggravato supera il vaglio della Corte costituzionale

08 Marzo 2022 | di Katia La Regina

Corte cost., 26 gennaio 2022 (dep. 22 febbraio 2022), n. 41

Arresto in flagranza e fermo

Il Tribunale ordinario di Firenze ha sollevato questioni di legittimità costituzionale dell'art. 380, comma 2, lett. e), c.p.p., nella parte in cui prevede l'arresto obbligatorio di chi è colto in flagranza del delitto di tentato furto, quando ricorre la circostanza aggravante prevista dall'art. 625, comma 1, n. 2, prima ipotesi, c.p., salvo che ricorra la circostanza attenuante di cui all'art. 62, comma 1, n. 4, c.p., per contrasto con gli artt. 13 e 3 Cost.

Leggi dopo

Pagine