News

News

Il ricorso è inammissibile ma la Cassazione può rilevare le modifiche al sistema sanzionatorio favorevoli all’imputato

26 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. un., 26 giugno 2015 (25 novembre 2015), n. 46653

Successione nel tempo di norme penali

Il 26 novembre 2015 sono state depositate le motivazioni della sentenza con la quale le Sezioni unite penali della Corte di cassazione hanno esaminato la seguente questione controversa: se siano rilevabili di ufficio in sede di legittimità, anche in presenza di ricorso manifestamente infondato e provo di censure in ordine al trattamento sanzionatorio, gli effetti delle modifiche normative sopravvenute in termini di attenuazione della pena, anche nel caso in cui la pena inflitta rientri nella cornice edittale recata dalla nuova disciplina.

Leggi dopo

Patrocinio a spese dello Stato: soglie di reddito più alte per il penale rispetto al civile

20 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Corte costituzionale

Patrocinio a spese dello Stato

Non è irragionevole differenziare le soglie di reddito, tra processo civile e processo penale, ai fini dell’ammissione al gratuito patrocinio dei non abbienti, tenuto conto delle differenti esigenze di tutela connesse all’esercizio dell’azione penale.

Leggi dopo

Si può processare in absentia l’imputato elettivamente domiciliato presso il difensore d’ufficio all'atto della prima identificazione di P.G.?

18 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Trib. Asti

Notificazioni

Con ordinanza emessa dal tribunale di Asti in data 10 novembre 2015,è stata rimessa all’attenzione della Consulta la questione di legittimità costituzionale degli articoli161 e 163 c.p.p. nella parte in cui non prevedono la notifica personale dell’atto introduttivo del giudizio penale, quantomeno nell’ipotesi di elezione di domicilio presso il difensore d’ufficio.

Leggi dopo

Il falso c.d. valutativo è tuttora punibile

17 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez.V, 13 novembre 2015_informazione provvisoria.pdf

Reati societari

La rilevanza penale degli enunciati valutativi non è da ritenersi esclusa a seguito delle modifiche apportate al dettato normativo dell’art. 2621 c.c. apportate dall’art. 9 della legge 69/2015.

Leggi dopo

Depenalizzazioni, sanzioni civili, contrasto al caporalato. I testi approvati dal Consiglio dei Ministri

17 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Giudizio

Al Consiglio dei Ministri n. 90 del 13 novembre 2015 sono stati approvati una serie di testi di interesse per la materia penale. In particolare sono stati approvati, all’esame preliminare, due decreti legislativi in attuazione all’articolo 2, commi 2 e 3, della legge delega 67/2014.

Leggi dopo

Procreazione medicalmente assistita: la selezione degli embrioni sani non è più reato

12 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Corte costituzionale

Attività medico-chirurgica

La Corte costituzionale, con sentenza depositata l’11 novembre 2015, a seguito della questione di legittimità costituzionale sollevata dal tribunale di Napoli, ha dichiarato l’art. 13, commi 3 lett. b) e 4, l. 40/2004 (Norme in materia di procreazione medicalmente assistita)

Leggi dopo

La Camera approva le modifiche al codice antimafia

12 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Associazione di tipo mafioso o camorristico

L'11 novembre 2015, la Camera ha approvato il testo unificato delle proposte di legge Modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al codice penale e alle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale e altre disposizioni.

Leggi dopo

Dap: l'utilizzo degli strumenti informatici è indispensabile per i detenuti

09 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Condanna

In data 2 novembre 2015, il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria del Ministero della Giustizia ha indicato le regole per l’accesso ad internet da parte dei detenuti. La circolare indica, in primo luogo, come l’utilizzo da parte dei detenuti degli strumenti informatici, “indispensabile elemento di crescita personale ed (…) efficace strumento di sviluppo di percorsi trattamentali complessi”.

Leggi dopo

Ordinanza cautelare troppo generica. Il tribunale del riesame ha il dovere di integrarla

06 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. VI

Misure cautelari personali

Il tribunale del riesame conserva il potere-dovere di integrare la motivazione dell'ordinanza cautelare genetica impugnata e di confermarla per ragioni diverse da quelle indicate nella motivazione del provvedimento stesso.

Leggi dopo

Catena di supermercati. Per il cibo avariato risponde solo il direttore del singolo punto vendita

05 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III

Alimenti e bevande

Qualora, all’interno di un punto vendita, siano esposti alimenti in cattivo stato di conservazione e scaduti, non è il legale rappresentate della società gestrice della catena di supermercati a cui appartiene detta struttura aziendale, a rispondere del reato di cui agli artt. 5, lett. b) e 6, l. 283/1962, quanto piuttosto il direttore del singolo punto vendita, a prescindere dalla sussistenza di qualsiasi delega in merito.

Leggi dopo

Pagine