News

News su Atti (traduzione degli)

Il verbale di accertamento di tasso alcolemico non deve essere tradotto in lingua madre

24 Maggio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. VI, 21 febbraio 2019 (dep. 21 maggio 2019), n. 22081

Atti (traduzione degli)

Nell’ipotesi in cui si debba provvedersi all’accertamento dello stato di ebbrezza, a mezzo di alcoltest, l’urgenza ed indifferibilità dell’accertamento, pur fermo restando l’obbligo di dare avviso all'interessato di farsi assistere da un difensore di fiducia in lingua italiana...

Leggi dopo

Imputato straniero. La mancata traduzione degli atti non può essere fatta valere per la prima volta in sede di legittimità

21 Febbraio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. II, 30 gennaio 2018 (dep. 8 febbraio 2018), n. 6013

Atti (traduzione degli)

La Corte di cassazione, Sez. II, con sentenza n. 6013 depositata l’8 febbraio 2018 ha espresso il seguente principio di diritto: «Deve essere escluso che la questione della mancata traduzione degli atti possa per la prima volta essere fatta valere dinanzi al giudice di legittimità perché a questi è precluso ogni accertamento in fatto».

Leggi dopo

L’indagato alloglotta ha diritto alla traduzione degli atti anche se ha eletto domicilio presso il difensore

02 Dicembre 2016 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. V, 28 settembre 2016 (dep. 18 novembre 2016), n. 48916

Atti (traduzione degli)

L’elezione di domicilio presso il difensore non comporta la rinuncia dell’indagato alla traduzione degli atti nella propria lingua o la traslazione in capo al difensore di un obbligo che non può che far capo allo Stato.

Leggi dopo

Modifiche alla disciplina sul diritto all'interpretazione e alla traduzione nei procedimenti penali

27 Luglio 2016 | di Antonella Marandola

Atti (traduzione degli)

Il recente d.lgs. 23 giugno 2016, n. 129 contenente Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 32, recante attuazione della direttiva 2010/64/Ue sul diritto all'interpretazione e alla traduzione nei procedimenti penali adottato sulla base della delega contenuta nell’articolo 31, comma 5 della L. n. 234 del 2012 al fine di semplificare la disciplina del conferimento dell’incarico all’interprete e al traduttore, apporta delle modifiche a quel testo.

Leggi dopo