News

News su Alimenti e bevande

Catena di supermercati. Per il cibo avariato risponde solo il direttore del singolo punto vendita

05 Novembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III

Alimenti e bevande

Qualora, all’interno di un punto vendita, siano esposti alimenti in cattivo stato di conservazione e scaduti, non è il legale rappresentate della società gestrice della catena di supermercati a cui appartiene detta struttura aziendale, a rispondere del reato di cui agli artt. 5, lett. b) e 6, l. 283/1962, quanto piuttosto il direttore del singolo punto vendita, a prescindere dalla sussistenza di qualsiasi delega in merito.

Leggi dopo