Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Il fumus dello sfuggente traffico di influenze illecite

06 Maggio 2022 | di Bartolomeo Romano

Cass. pen, sez. VI, 14 ottobre 2021, (dep. 13 gennaio 2022), n. 1182

Traffico di influenze illecite

La questione centrale affrontata dalla pronuncia in esame concerne la configurabilità, nel caso di specie, del fumus del delitto di traffico di influenze illecite, di cui all'art. 346-bis c.p.

Leggi dopo

Contraddittorio differito: per la Corte costituzionale la strada da seguire in alcuni casi di esecuzione penale

06 Maggio 2022 | di Riccardo Polidoro, Claudia Cavaliere

Corte cost., 22 febbraio 2022 (dep. 24 marzo 2022), n. 74

Procedimento e processo

Con la sentenza n. 74/2022 la Corte Costituzionale ha dichiarato «non fondate le questioni di legittimità costituzionale del combinato disposto degli artt. 667, comma 4, e 678, comma 1-bis, c.p.p., sollevate, in riferimento agli artt. 3, 24, 27, 111 e 117 Cost., quest'ultimo in relazione all'art. 6 Cedu, sollevate dal Tribunale di Sorveglianza di Messina».

Leggi dopo

In presenza di una pluralità di violazioni del d.lgs. 81/2008 basta un vantaggio minimo per riconoscere la responsabilità dell'ente

02 Maggio 2022 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., sez. IV, 24 marzo 2022 (dep. 7 aprile 2022), n. 13218

Responsabilità degli enti

Nella pronuncia in commento si discute circa l'individuazione delle condizioni in presenza delle quali si può parlare di un interesse o vantaggio per l'ente in caso di lesioni subite da suoi dipendenti a cagione dell'inosservanza di prescrizioni antifortunistiche.

Leggi dopo

Accertamento della causa dell'evento: necessaria ricostruzione di tutti gli elementi fattuali e scientifici

29 Aprile 2022 | di Vittorio Nizza

Cass. pen., sez. IV, 27 ottobre 2021 (dep. 18 novembre 2021), n. 42118

Causalità (rapporto di causalità materiale)

Nella pronuncia in commento la Corte si pone il problema di individuare le condotte doverose che i sanitari avrebbero dovuto tenere e che invece hanno disatteso e di verificare, poi, il nesso eziologico tra la condotta omissiva e l'evento lesivo.

Leggi dopo

Sopravvenuta illegittimità costituzionale del divieto di prevalenza dell'attenuante del vizio parziale di mente sull'aggravante della recidiva reiterata

27 Aprile 2022 | di Paolo Pittaro

Cass. pen, sez. V, 6 dicembre 2021 (dep. 17 febbraio 2022), n. 5729

Circostanze del reato

In tema di bilanciamento tra circostanze, deve essere annullata la sentenza che abbia fondato il diniego di prevalenza della attenuante del vizio parziale di mente sull'aggravante della recidiva ex art. 99, comma 4, c.p. soltanto sul divieto "obbligato" previsto dall'art. 69 ultimo comma c.p., dichiarato incostituzionale dalla sentenza n. 73/2020 della Corte costituzionale.

Leggi dopo

Rischio Covid-19: gli obblighi indelegabili del datore di lavoro restano tali

26 Aprile 2022 | di Letizia d'Altilia

Cass. pen, sez. III, 15 febbraio 2022 (dep. 17 marzo 2022), n. 9028

Infortuni sul lavoro

La questione affrontata dalla Corte di cassazione nella pronuncia in commento riguarda il tema degli obblighi del datore di lavoro cd. “non delegabili”.

Leggi dopo

Corte costituzionale: “incompatibilità orizzontale” del Gip che ha rigettato la richiesta di decreto penale per mancata contestazione di un'aggravante

22 Aprile 2022 | di Leonardo Iannone

Corte cost. 16 dicembre 2021 (dep. 21 gennaio 2022), n. 16

Incompatibilità del giudice

La Corte costituzionale dichiara la illegittimità costituzionale dell'art. 34, comma 2, c.p.p, nella parte in cui non prevede che il giudice per le indagini preliminari, che ha rigettato la richiesta di decreto penale di condanna per mancata contestazione di una circostanza aggravante, sia incompatibile a pronunciare sulla nuova richiesta di decreto penale formulata dal pubblico ministero in conformità ai rilievi del giudice stesso.

Leggi dopo

Domicilio dichiarato, eletto o determinato e tentata notifica “postale” all'irreperibile: esclusa (con eccezioni) la nullità della consegna al difensore

21 Aprile 2022 | di Alessio Scarcella

Cass. pen., sez. un., 25 novembre 2021 (dep. 14 aprile 2022), n. 14573

Irreperibilità

Il punto centrale della questione di diritto demandata alle Sezioni Unite ha riguardato la corretta interpretazione dell'art. 170, comma 3, c.p.p., nel caso di irreperibilità del destinatario a fronte di dichiarazione o elezione di domicilio.

Leggi dopo

Lede il diritto di difesa non consentire a parti o difensori di eseguire le notificazioni al p.m. mediante PEC

20 Aprile 2022 | di Luigi Giordano

Corte Cost., sent., 23 marzo 2022 (dep. 14 aprile 2022), n. 96

Notificazioni

La Corte costituzionale ha dichiarato inammissibili le questioni di costituzionalità dell'art. 153 c.p.p. che non consente alle parti o ai difensori di eseguire le notificazioni al pubblico ministero mediante PEC.

Leggi dopo

Richiesta di riesame inviata via PEC oltre l’orario di apertura dell’Ufficio giudiziario: quando decorre il termine per la trasmissione degli atti?

15 Aprile 2022 | di Luigi Giordano

Cass. pen., sez. VI, 2 dicembre 2021 (dep. 14 marzo 2022), n. 8599

Processo telematico

Nel caso di invio al Tribunale della richiesta di riesame a mezzo PEC oltre l’orario di apertura al pubblico dell’Ufficio giudiziario, il termine ex art. 309, c. 5, c.p.p. per la trasmissione degli atti al tribunale da parte dell’Autorità giudiziaria procedente decorre dal giorno successivo a quello della ricezione della PEC.

Leggi dopo

Pagine