Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Attività difensiva e delitto di favoreggiamento personale

20 Dicembre 2021 | di Paolo Di Fresco

Favoreggiamento personale e reale

Se l'avvento del processo accusatorio ha rafforzato le prerogative della difesa, istituzionalmente legittimata ad opporsi alle pretese punitive dello Stato esercitando il diritto sancito dall'art. 24 comma 2 Cost., allo stesso tempo ha reso più incerta la linea di confine tra l'attività difensiva e la condotta di favoreggiamento. Come noto, il difensore incorre pacificamente nel reato di cui all'art. 378 c.p. quando...

Leggi dopo

Misure cautelari: dopo gli accertamenti sulle condizioni di salute in seguito a istanza di revoca o sostituzione occorre nuovamente il parere del P.M.

15 Dicembre 2021 | di Costantino De Robbio

Cass. pen., sez. III,

Misure cautelari personali

La questione in esame è la seguente: nel caso in cui il giudice investito di una richiesta di revoca o sostituzione della misura cautelare, ritenga di non poter decidere allo stato degli atti e disponga accertamenti, all'esito degli stessi deve nuovamente richiedere al Pubblico Ministero il parere?

Leggi dopo

Divieto di avvicinamento alla persona offesa: le Sezioni unite dirimono il contrasto sulle modalità applicative della misura cautelare

09 Dicembre 2021 | di Viviana Torreggiani

Cass. pen., sez. unite

Misure cautelari personali

La questione affrontata dalle Sezioni unite riguarda la specificità, o meno, dell'ordinanza applicativa della misura cautelare ex art. 282–ter comma 1 c.p.p., nel caso in cui il divieto di avvicinamento venga imposto, nella forma “mobile”, con riferimento alla sola persona da tutelare e, pertanto, se anche in tal caso, debbano predeterminarsi i luoghi oggetto del divieto o sia sufficiente l'indicazione della sola distanza da tenere rispetto alla persona offesa.

Leggi dopo

Imputato per reato ostativo e condanna inferiore a tre anni: opera il divieto di custodia cautelare?

10 Novembre 2021 | di Leonardo Iannone

Cass. pen. Sez. II,

Misure cautelari personali

In presenza di pena da espiare inferiore a tre anni è ragionevole ritenere l'imputato per reato ostativo che invoca il divieto di custodia personale tenuto a provare l'assenza di elementi dimostrativi di collegamenti con il crimine organizzato?

Leggi dopo

Autoriciclaggio: una configurazione ancora problematica

08 Novembre 2021 | di Ranieri Razzante

Corte di Giustizia UE,

Autoriciclaggio

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea veniva investita della domanda di pronuncia pregiudiziale da parte della Corte di Appello di Brasov, in Romania, per un procedimento nel quale si contestava l’attribuzione del delitto di riciclaggio – segnatamente, “autoriciclaggio” – ad un soggetto che si era reso colpevole di frode fiscale...

Leggi dopo

L'atto di impugnazione inviato via PEC è inammissibile se non rispetta i requisiti previsti dal decreto Ristori

28 Ottobre 2021 | di Giuseppe Vitrani

Cass. pen. sez. III,

Impugnazioni (Forma, spedizione, presentazione e notificazione)

L'atto di impugnazione inviato a mezzo posta elettronica certificata deve essere dichiarato inammissibile ai sensi dell'art 24, comma 6-sexies, d.l. 137 del 2020 (decreto Ristori) se non rispetta i requisiti previsti da tale norma e dal comma 6-bis del medesimo articolo.

Leggi dopo

La Corte di cassazione ritorna sull'acquisizione dei tabulati telefonici dopo le indicazioni della CGUE

05 Ottobre 2021 | di Luigi Giordano

Cass. pen., sez. II,

Tabulati (acquisizione di)

L’orientamento giurisprudenziale consolidato della Corte di cassazione, che ritiene utilizzabili i dati di traffico acquisiti con provvedimento del pubblico ministero, è superato dalle nuove disposizioni introdotte dal d.l. 30 settembre 2021, n. 132, che assegnano al giudice il compito di disporre detta acquisizione? A quali procedimenti si applica la nuova disciplina?

Leggi dopo

L’azione civile nei processi per bancarotta

24 Settembre 2021 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. V,

Reati fallimentari

Come è noto, il danno risarcibile derivante dal reato fallimentare si distingue dunque dal pregiudizio economico prodotto dall'insolvenza, non risarcibile in sede penale. Il danno da reato si compone del danno morale e del danno patrimoniale, ulteriore rispetto all'inadempimento dell'obbligazione che legittima il creditore all'insinuazione del passivo...

Leggi dopo

Omesso versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali e non punibilità per particolare tenuità del fatto

22 Settembre 2021 | di Matteo Faggioli

Cass. pen., Sez. III,

Reati tributari

In tema di omesso versamento dei contributi previdenziali, la sussistenza di plurime omissioni nel corso dell'anno in contestazione ed in quelli antecedenti o successivi, ove pure queste ultime risultassero sprovviste di rilevanza penale, è condizione ostativa alla configurabilità della causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto di cui all'art. 131-bis c.p.

Leggi dopo

È legittima l'intercettazione con virus trojan avvenuta mediante l'utilizzo della batteria del dispositivo dell'intercettato?

16 Settembre 2021 | di Ilenia Alagna

Cass. pen.,

Intercettazione illecita di comunicazioni informatiche o telematiche

Può essere considerata legittima l'intercettazione tra presenti, eseguita a mezzo di captatore informatico, installato in un dispositivo portatile, nell'ambito di attività investigativa svolta in relazione a procedimenti per delitti di criminalità organizzata, senza la necessaria preventiva individuazione ed indicazione dei luoghi in cui la captazione deve essere espletata.

Leggi dopo

Pagine