Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Omessa traduzione della sentenza e restituzione nel termine per impugnare

05 Settembre 2022 | di Natalia Rombi

Cass. pen., sez. II, 28 aprile 2022 (dep. 9 giugno 2022), n. 22465

Atti (traduzione degli)

La Corte è stata chiamata a stabilire quale sia la conseguenza dell'omessa traduzione della sentenza: se tale omissione incida sulla validità dell'atto, generando una nullità o piuttosto sulla sua efficacia.

Leggi dopo

Il deposito telematico dell'appello cautelare non impedisce di depositarlo anche in forma cartacea, purchè entro il termine dell'art. 310 c.p.p.

26 Agosto 2022 | di Paolo Grillo

Cass. pen., sez. III, 29 marzo 2022 (dep. 24 giugno 2022), n. 24414

Processo telematico

La questione affrontata nella sentenza riguarda la individuazione esatta del momento di consumazione del potere di impugnazione di un determinato provvedimento decisorio, ossia se esso coincide con il momento in cui viene proposto il gravame, ovvero se il suo deposito non impedisce comunque all'impugnante di reiterarlo.

Leggi dopo

Atti trasmessi via PEC al Tribunale della Libertà: illegittima la declaratoria di inefficacia della misura cautelare

12 Agosto 2022 | di Paolo Grillo

Cass. pen., sez. V, 11 marzo 2022 (dep. 9 giugno 2022), n. 22620

Processo telematico

La questione affrontata nella sentenza riguarda l'idoneità della PEC ad essere utilizzata quale strumento per la trasmissione degli atti d'indagine da un ufficio giudiziario ad un altro.

Leggi dopo

Connessione per concorso formale o in continuazione: ammissibile la messa alla prova per chi ne ha già usufruito

05 Agosto 2022 | di Leonardo Degl'Innocenti, Eleonora Antonuccio

C. cost., 23 giugno 2022 (dep. 12 luglio 2022), n. 174

Messa alla prova

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bologna, investito della richiesta di messa alla prova, ha sollevato la questione di legittimità costituzionale ravvisando la violazione dell'art. 3 Cost.

Leggi dopo

La sovrapponibilità delle condotte di mobbing al reato di atti persecutori

04 Agosto 2022 | di Priscilla Bertagna De Marchi

Cass. pen., sez. V, 18 gennaio 2022 (dep. 5 aprile 2022), n. 12827

Mobbing

Considerato che nell'ordinamento italiano al momento non esiste il reato di mobbing, è possibile dare rilevanza penale a tale condotta se si traduce nella sottoposizione ad uno stato di ansia e di paura del lavoratore vessato ripetutamente?

Leggi dopo

Ergastolo ostativo e permessi premio

01 Agosto 2022 | di Veronica Manca

Cass. pen., sez. V, 28 febbraio 2022 (dep. 18 maggio 2022), n. 19536

Ordinamento penitenziario

Il "curriculum criminale” non può rappresentare una preclusione assoluta senza un'attenta indagine del percorso rieducativo.

Leggi dopo

Il diritto dei detenuti allo scambio di libri e riviste: il magistrato di sorveglianza come giudice dell'ottemperanza

29 Luglio 2022 | di Claudia Castelli

Cass. pen., sez. I, 11 gennaio 2022 (dep. 22 aprile 2022), n. 15703

Detenzione

La questione sottesa alla pronuncia in commento attiene alla perimetrazione dei poteri spettanti al Magistrato di sorveglianza in veste di giudice dell'ottemperanza.

Leggi dopo

Reati contro la P.A., patteggiamento e sanzioni accessorie

28 Luglio 2022 | di Giovanni Domeniconi

Cass. pen., sez. VI, 22 aprile 2022 (dep. 10 maggio 2022), n. 18510

Delitti contro la pubblica amministrazione

I benefici connessi al riconoscimento della circostanza attenuante di cui all'art. 323-bis, comma 2 c.p.

Leggi dopo

L'ablazione del reimpiego del profitto derivante dal reato e la confisca diretta del valore del denaro

22 Luglio 2022 | di Giovanni Piccoli

Cass. pen., sez. V., 3 febbraio 2022 (dep. 7 aprile 2022), n. 13446

Profitto

Le questioni giuridiche sottese al caso di specie attengono più in generale al rapporto sussistente tra il bene da sequestrare a fini della confisca diretta ed il reato da cui è scaturito il profitto, nonché alla natura della misura ablativa allorquando il profitto sia costituito dal denaro.

Leggi dopo

Le ampie maglie dell'omicidio preterintenzionale alla luce della Cassazione sulla finale Champions League 2017

21 Luglio 2022 | di Megi Trashaj

Cass. pen., sez. V, 21 gennaio 2022 (dep. 20 aprile 2022), n. 15269

Omicidio preterintenzionale

La pronuncia in commento ha ad oggetto i fatti, noti alla cronaca, che si sono verificati il tre giugno 2017 in piazza San Carlo a Torino dove era stato installato un maxi-schermo per la proiezione della partita di calcio, disputata nell'ambito della finale di Champions League, tra Juventus e Real Madrid.

Leggi dopo

Pagine