Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Appello

Reformatio in melius. Per le Sezioni unite la rinnovazione dell'istruzione dibattimentale non è obbligatoria

25 Giugno 2018 | di Elisa Lorenzetto

Cass. pen, Sez. unite

Appello

l tema sottoposto allo scrutinio delle Sezioni unite riguarda l'ampiezza dell'obbligo di rinnovazione istruttoria in appello nei casi di riforma della pronuncia di primo grado. La fattispecie è oggi regolata dal comma 3-bis dell'art. 603, c.p.p.(inserito dall'art. 1, comma 58, l. 23 giugno 2017, n. 103, c.d. legge Orlando) secondo cui ...

Leggi dopo

Appello del P.M. per motivi attinenti alla prova dichiarativa e nuovo 603, comma 3-bis, c.p.p.: la rinnovazione non è sempre obbligatoria

26 Febbraio 2018 | di Andrea Lazzoni

Corte d'appello di Palermo

Appello

Se un dato poteva dirsi certo all'indomani della riforma Orlando è che la regola della rinnovazione generale e automatica, apparentemente imposta dal nuovo comma 3-bis dell'art. 603 c.p.p., non avrebbe incontrato il favore della giurisprudenza.

Leggi dopo

I terzi estranei al reato sono legittimati ad appellare la sentenza che dispone la confisca dei loro beni?

14 Giugno 2016 | di Mario De Giorgio

Cass. pen., Sez. I

Appello

È compatibile con il dettato costituzionale (nonché con i principi della Convenzione europea dei diritti dell'uomo) l'attuale regime delle impugnazioni nella parte in cui non consente ai terzi estranei al reato – formalmente intestatari di beni oggetto di confisca – di impugnare il solo capo della sentenza di primo grado relativo alle misure di sicurezza patrimoniali?

Leggi dopo

Riforma in pejus e obbligo del giudice di appello di rinnovare la prova

09 Settembre 2015 | di Marco Siragusa

Cass. pen., Sez. VI

Appello

Secondo il costante orientamento oramai espresso dalla Corte di Cassazione, per riformare in pejus una sentenza assolutoria emessa all’esito di giudizio abbreviato condizionato, il giudice di appello è obbligato – in base all’art. 6 Cedu, così come interpretato dalla sentenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo del 5 luglio 2011, nel caso Dan c. Moldavia – a rinnovare l’istruzione dibattimentale quando intende operare un diverso apprezzamento dell’attendibilità di una prova orale acquisita dal primo giudice in sede di integrazione probatoria

Leggi dopo