Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Circolazione stradale

Incostituzionalità della revoca automatica della patente in caso di condanna per reati in materia di stupefacenti

09 Marzo 2018 | di Fabio Piccioni

Cosrte cost

Circolazione stradale

L'art. 120 cod. strada, come sostituito dall'art. 3, comma 52, lett. a) l. 15 luglio 2009, n. 94, stabilisce che qualora un soggetto venga condannato per i reati di cui agli artt. 73 e 74 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309 – fatti salvi gli effetti di provvedimenti riabilitativi – il prefetto provvede alla revoca della patente di guida.

Leggi dopo

Conseguenze dell'omesso deposito dei verbali che documentano l'esecuzione del test alcolimetrico

10 Gennaio 2018 | di Marco Galati

Cass. pen., Sez. IV,

Circolazione stradale

L'imputato, condannato per il reato di guida in stato di ebbrezza, ha proposto ricorso per cassazione avverso il provvedimento di conferma emesso in secondo grado eccependo, fra l'altro, l'omesso deposito del verbale degli accertamenti tecnici costituiti dal test alcolimetrico eseguiti sull'imputato ai sensi dell'art. 354 c.p.p.

Leggi dopo

L'uso improprio dell'autovettura può integrare il delitto di violenza privata

22 Dicembre 2017 | di Fabio Piccioni

Cass. pen., Sez. V

Circolazione stradale

Sempre più spesso comportamenti posti in violazione del codice della strada si trasformano da illeciti amministrativi in fattispecie di reato. Ciò è dovuto, da un lato, al Legislatore che, sempre più spesso, procede a ripenalizzare – operazione inversa a quella di depenalizzazione – talune violazioni in materia; dall'altro, all'interpretazione giurisprudenziale che procede a ...

Leggi dopo

Principio di affidamento e limiti della sua operatività in materia di circolazione stradale

15 Novembre 2017 | di Irene Coppola

Cass. pen, Sez. IV

Circolazione stradale

La questione principale sollevata nei motivi di ricorso ed esaminata dalla Suprema Corte coinvolge il tema del principio di affidamento e i suoi limiti di operatività in materia di circolazione stradale. Tale principio, che opera in relazione ad attività pericolose svolte da una pluralità di persone, consente a ciascun agente di confidare che il comportamento altrui sia conforme alle regole di diligenza, prudenza e perizia, con l'ovvio limite che tale cautela non può spingersi al punto da prevenire ...

Leggi dopo

Il concorso di colpa del danneggiato non esclude la responsabilità del conducente per sorpasso “azzardato”

09 Giugno 2017 | di Carlo Cavallo

Cass. pen., Sez. IV

Circolazione stradale

I profili giuridici di maggiore interesse affrontati dalla sentenza in commento attengono senz'altro alla ripartizione della colpa in capo agli attori del fatto da cui è scaturito il sinistro stradale. In particolare, dirimente appare la scelta tra le due opposte soluzioni che sembrano delinearsi ...

Leggi dopo

Parcheggio dell'automobile nello spazio riservato a persona disabile e violenza privata

25 Maggio 2017 | di Donatella Perna

Cass. pen., Sez. V

Circolazione stradale

La questione proposta è dunque quella della esatta qualificazione giuridica del comportamento di chi parcheggi il proprio mezzo nello spazio riservato a persona disabile: se, e a quali condizioni, esso costituisca violenza privata e non, piuttosto, mero illecito amministrativo ai sensi dell'art. 158 d.lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e ...

Leggi dopo

Sulla validità del risultato fornito dall'etilometro in caso di “volume insufficiente”

29 Settembre 2016 | di Silvio Scotti

Cass. pen., Sez. IV

Circolazione stradale

La sentenza che si annota offre l'occasione per tornare sul noto tema del funzionamento dell'etilometro, sull'affidabilità delle misurazioni del tasso alcolemico, sul corretto procedimento di utilizzo dell'apparecchio e sulla validità delle risultanze che, nella stragrande maggioranza dei casi, giocano un ruolo fondamentale nel giudizio.

Leggi dopo

Guida in stato di ebbrezza grave con incidente: sospensione o revoca della patente?

18 Maggio 2016 | di Fabio Piccioni

Cass. pen., Sez. IV,

Circolazione stradale

Qual è la natura del reato di guida in stato di ebbrezza? E quali le sanzioni amministrative accessorie che ne derivano? Quando si applica la revoca della patente? La questione offre l'occasione per fare il punto sui casi e le modalità di applicazione delle sanzioni amministrative accessorie. Il reato di guida in stato di ebbrezza di cui all'art. 186 cod. strada è strutturato in base a tre gradi di intensità riferiti al tasso alcolemico accertato, cui corrispondono tre livelli sanzionatori gradualmente afflittivi.

Leggi dopo

Guida in stato di ebbrezza, anche lo sforamento decimale determina la condanna

18 Marzo 2016 | di Valentina Ventura

Cass. pen., Sez. IV

Circolazione stradale

In tema di guida in stato di ebbrezza ai fini del superamento della soglia di punibilità rileva anche lo sforamento decimale. L'omessa indicazione della seconda cifra decimale, nelle fasce previste all'art. 186 cod. strada, non indica la volontà del legislatore di approssimare ai soli decimi di g/l gli accertamenti forniti dalla strumentazione disponibile.

Leggi dopo

Guida in seguito all’assunzione di sostanze stupefacenti: occorre l’accertamento dello stato di alterazione

10 Marzo 2016 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. IV

Circolazione stradale

La condotta tipica del reato previsto dall'art. 187, commi 1 e 2, cod. strada non è quella di chi guida dopo aver assunto sostanze stupefacenti, bensì quella di colui che guida in stato d'alterazione psico-fisica determinato da tale assunzione.

Leggi dopo

Pagine