Focus

Focus

Le timide manovre “chirurgiche” del d.l. Ristori in materia penitenziaria

06 Novembre 2020 | di Veronica Manca, Carmelo Minnella

Detenzione

Con il d.l. n. 137/2020, il legislatore torna a occuparsi dell'epidemia sanitaria e della sua incidenza nelle carceri. Nonostante i dati siano allarmanti e in continua progressione, il Governo ha licenziato un pacchetto minimo di modifiche, in gran parte riprese dal primo decreto legge in materia di carcere (c.d. Cura Italia, n. 18 del 2020), incidendo di fatto solo in materia di licenze per i semiliberi, permessi premio e detenzione domiciliare.

Leggi dopo

Traffico di stupefacenti via internet: le nuove modalità di contrasto del decreto legge 130/2020

05 Novembre 2020 | di Federico Baffi

Decreto legge 21 ottobre 2020, n. 130

Droga (traffico di)

Il contributo analizza i dettagli di una norma dalla tecnica di redazione quantomeno opinabile, contenuta in un impianto a prima vista affetto da vizi di legittimità costituzionale. La previsione istituisce un elenco di siti web da ritenere veicolo di reati in materia di stupefacenti, con onere pubblicistico...

Leggi dopo

La particolare tenuità del fatto tra incostituzionalità e decreti sicurezza

04 Novembre 2020 | di Fabio Piccioni

Particolare tenuità del fatto

Quella cronica moda legislativa di utilizzare il diritto penale come strumento eccezionale di necessità per il governo della società, piuttosto che come tutela dei beni, ha recato con sé un continuo work in progress di oscillanti opzioni sanzionatorie (depenalizzazione e ripenalizzazione) che manifesta la necessità di disegnare le linee di un sistema “minimo, equo ed efficace”, onde evitare di arrivare al paradosso di dover accettare una penalizzazione inconsapevole, idonea a comportare una “punizione a sorteggio”.

Leggi dopo

Il “pacchetto giustizia” del D.L. Ristori: nuove misure per limitare gli effetti pandemici nelle aule di giustizia

30 Ottobre 2020 | di Antonella Marandola

Indagini preliminari

Il cd. “pacchetto giustizia” del d.l. 137/2020 consta di disposizioni volte: all'utilizzo di collegamenti da remoto per l'espletamento di specifiche attività legate alle indagini preliminari e alle udienze e al deposito di documenti, istanze, atti e memorie della difesa mediante il portale del processo penale telematico o tramite invio Pec.

Leggi dopo

Tre decisioni “monito” in tema di inammissibilità delle impugnazioni

19 Ottobre 2020 | di Giorgio Spangher

Impugnazioni (Disposizioni generali)

A prescindere da ogni considerazione e riferimento a un suo possibile uso strumentale, indubbiamente la presenza d'una causa di inammissibilità rappresenta un formidabile argine all'espletamento dei diversi poteri e facoltà attribuiti alle parti. Va, altresì, evidenziato come nel tempo le situazioni suscettibili di condurre a questa dichiarazione si siano incrementate e come i suoi effetti siano stati progressivamente estesi. Il profilo maggiormente problematico in materia è quello che riguarda – sotto vari profili – i motivi di impugnazione. Il dato si ricollega alla visione e al ruolo che si intende attribuire alle impugnazioni.

Leggi dopo

Nuove frontiere dell'assistenza sanitaria in tempi di COVID-19: gli aspetti penali della telemedicina

07 Ottobre 2020 | di Ferdinando Brizzi

Attività medico-chirurgica

La diffusione dell'epidemia da Coronavirus ha profondamento inciso la vita di medici, infermieri, farmacisti, operatori sanitari e sociosanitari. Gli esercenti le professioni sanitarie stanno affrontando i risvolti di una malattia che li ha posti in seria difficoltà, e che, al contempo, li ha esposti a un accresciuto rischio di errori. Tra le possibili fonti dell'errore clinico, ve ne sono alcune che mediano ed intersecano le conseguenze che la gestione dell'emergenza ha riversato nella trattazione di pazienti “no-Covid”, ai quali non si è potuta garantire la normale assistenza, e nei cui confronti è ben possibile siano stati commessi errori.

Leggi dopo

Servizi di pagamento c.d. PSD2: profili penalistici e possibili ricadute in tema di compliance aziendale

28 Settembre 2020 | di Ferdinando Brizzi

Responsabilità degli enti

Negli anni recenti il mondo dei servizi di pagamento e dei servizi bancari e finanziari è stato interessato da importanti cambiamenti. In parte questi sono stati originati dall'incessante sviluppo dell'innovazione tecnologica, in parte sono stati indotti da interventi normativi. Sotto il profilo normativo, le principali cause del cambiamento sono rappresentate dalla seconda direttiva europea relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno n. 2015/2366/UE del 25 novembre 2015...

Leggi dopo

Coronavirus e carcere: ripercussioni in materia di accesso alle misure alternative

25 Settembre 2020 | di Carmelo Minnella

Misure alternative alla detenzione

Il Covid-19 ha fatto riemergere la drammatica situazione delle carceri italiane legata al cronico sovraffollamento e alle sue precarie condizioni generali. Grazie a una coraggiosa giurisprudenza di sorveglianza si è gestita la fase acuta dell'emergenza sanitaria, ampliandosi l'accesso alle misure alternative alla detenzione. Il legislatore si è mosso invece nella direzione opposta: i d.l. 28 e 29 del 2020 (convertiti dalla l. 70 del 2020) rappresentano un atto di sfiducia...

Leggi dopo

Peculato e omesso versamento della tassa di soggiorno, da parte del gestore della struttura, alla luce del decreto rilancio. Nulla cambia, se non per il futuro

25 Settembre 2020 | di Matteo Faggioli, Isabella Bricchetti

Trib. di Rimini, Ufficio GIP

Peculato

A far data dall’entrata in vigore del "decreto rilancio" è ancora ascrivibile al paradigma del delitto di peculato la condotta del gestore dell’attività ricettizia che si appropria delle somme riscosse a titolo di imposta di soggiorno, omettendo di riversarle al Comune?

Leggi dopo

Il nuovo abuso d'ufficio e la difficile convivenza tra diritto penale e diritto amministrativo

21 Settembre 2020 | di Gaetano Viciconte, Benedetta Ridarelli

Abuso di ufficio

Il reato di abuso di ufficio palesa, forse più di ogni altro reato contro la pubblica amministrazione, l'osmosi fra patologia del provvedimento amministrativo e diritto penale. Il legislatore è intervenuto su tale disposizione con una molteplicità di interventi normativi, nella prospettiva della progressiva erosione delle condotte suscettibili integrare la condotta tipica. Dopo una prima riforma della fattispecie nel 1997, con il decreto semplificazioni del 2020 (d.l. 76/2020 conv. con modif. l. 120/2020)...

Leggi dopo

Pagine