Focus

Focus

L'esecuzione dell'affidamento in prova al servizio sociale nello spazio giuridico europeo

26 Gennaio 2022 | di Fabio Fiorentin

Affidamento in prova al servizio sociale

Un recente indirizzo, affermatosi in seguito dell'entrata in vigore del d.lgs n. 38/2016, ammette che l'affidamento in prova al servizio sociale possa svolgersi in uno Stato estero membro dell'Unione Europea, dove il condannato abbia residenza legale ed abituale, in conformità a quanto disposto dal menzionato decreto legislativo. La nuova possibilità di esecuzione alternativa della pena deve, tuttavia, scontare non secondari problemi operativi sia con riferimento...

Leggi dopo

Presunzione di innocenza e comunicazione giudiziaria. Il d.lgs. n. 188/2021

17 Gennaio 2022 | di Eugenio Albamonte

Colpevolezza

La disciplina introdotta dal decreto legislativo n. 188, dell'8 novembre 2021, in attuazione della direttiva UE 2016/343 del Parlamento europeo e del Consiglio, costituisce un atto dal significativo valore culturale. Il principio di innocenza, che nel nostro sistema giudiziario assurge al primario rango costituzionale, è uno dei capisaldi del sistema delle garanzie democratiche. La sua affermazione, anche in relazione alla comunicazione giudiziaria, costituisce un momento di ulteriore avanzamento nella tutela del principio. È tuttavia illusorio...

Leggi dopo

La scelta del consulente tecnico o del perito da parte dell’autorità giudiziaria

04 Gennaio 2022 | di Roberto V. O. Valli

Perizia e consulenza tecnica

La scelta del consulente tecnico o del perito da parte dell'autorità giudiziaria è uno dei momenti più delicati e importanti che precedono l'esperimento di accertamenti tecnici o scientifici: nella prassi giudiziaria, tuttavia, l'esperto viene spesso individuato senza che sia compiuta alcuna verifica in ordine alla sua effettiva idoneità a svolgere l'incarico...

Leggi dopo

Sistema di prevenzione antimafia: le novità introdotte dal d.l. n. 152/2021

03 Gennaio 2022 | di Alessandro Centonze

Decreto legge 6 novembre 2021, n. 152

Misure di prevenzione

Il d.l.6 novembre 2021, n. 152 ha introdotto, nel suo Titolo IV, rubricato "Investimenti e rafforzamento del sistema di prevenzione antimafia", alcune significative modifiche al d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159, attraverso gli artt. 47, 48 e 49. Queste modifiche, per un verso, si muovono nel solco prefigurato dal d.lgs. n. 159 del 2011, per altro verso, potenziano le garanzie, amministrative e giurisdizionali, dell'impresa nel sistema di prevenzione antimafia...

Leggi dopo

Riforma Cartabia. Estinzione del reato e improcedibilità processuale: questioni controverse

31 Dicembre 2021 | di Antonella Marandola

Prescrizione del reato

Con la l. n. 134 del 2021 è stata approvata la c.d. legge Cartabia di riforma, fra l’altro, del codice di procedura penale. Al di là di alcune previsioni di dettaglio, il nocciolo duro della riforma è costituito dalle modifiche alla disciplina dell’art. 161-bis c.p. e dell’art. 344-bis c.p.p....

Leggi dopo

Il commercio di sostanze dopanti ex art. 586-bis comma 3 c.p. e il requisito del dolo specifico: luci ed ombre della riforma del 2018

22 Dicembre 2021 | di Daria Perrone

Doping

Con ordinanza 21 settembre 2020, n. 45, la Cassazione ha ritenuto ammissibile e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale, per eccesso di delega, dell’art. 586-bis comma 7 c.p., così come modificato dal d.lgs. n. 21/2018. Con la riforma del 2018, in attuazione della c.d. riserva di codice, il legislatore delegato non si è limitato – come previsto dalla delega – al mero reinquadramento normativo, ma ha inserito nella fattispecie di commercio di sostanze dopanti lo stesso dolo specifico già previsto per la somministrazione...

Leggi dopo

L'invio dell'impugnazione a mezzo PEC al vaglio della Corte di cassazione

21 Dicembre 2021 | di Luigi Giordano

Impugnazioni (Forma, spedizione, presentazione e notificazione)

L'indirizzo giurisprudenziale assolutamente consolidato, come è noto, escludeva la possibilità del ricorso alla PEC per la spedizione di una impugnazione. La l. n. 176/2020, convertendo con modificazioni il d.l. n. 137/2020, ha introdotto disposizioni che regolano la presentazione dell'atto di impugnazione con mezzi informatici durante il periodo emergenziale. Diverse pronunce della Corte di cassazione si sono già confrontate con questa disciplina. L'esame di tali decisioni appare utile perché, come è stato segnalato dalla stessa giurisprudenza della Corte di cassazione, la disciplina introdotta potrebbe aprire la strada a modifiche di sistema, volte, evidentemente, a permettere anche oltre il periodo pandemico l'invio a mezzo PEC dell'impugnazione.

Leggi dopo

Utilizzazione del contenuto di chat, e-mail, MMS e SMS oggetto di sequestro: osservazioni alla nota della Procura Generale di Trento, 22 ottobre 2021

15 Dicembre 2021 | di Ferdinando Brizzi

Sequestro probatorio

Una recente nota della Procura Generale di Trento, indirizzata ai Procuratori del distretto, ed anche, per conoscenza, all'Avvocato generale nonché agli altri Procuratori Generali presso le Corti d'appello, ha attirato l'attenzione di alcuni commentatori che l'hanno definita “veramente ammirevole” perché, riconoscendo anche per il sequestro probatorio gli stessi criteri di proporzionalità e di adeguatezza operanti per le misure cautelari personali, dimostra non solo sensibilità verso la “riservatezza”, ma esprime anche la necessità di stretta osservanza delle disposizioni processuali in materia di sequestro.

Leggi dopo

Le società unipersonali nel sistema del d.lgs. n. 231/2011: verso una soluzione di compromesso

13 Dicembre 2021 | di Ciro Santoriello

Responsabilità degli enti

Dopo l'entrata in vigore del d.lgs. n. 231 del 2001 sono sorte alcune perplessità in ordine all'ambito di applicazione di tale normativa discutendosi se la stessa dovesse interessare alcune particolari tipologie di società, aventi caratteristiche particolari, come ad esempio le società fallite, gli enti monocollettivi o le società a partecipazione pubblica. Se una posizione ormai univoca in senso assolutamente positiva è stata assunta con riferimento alle società fallite...

Leggi dopo

L'adeguamento della normativa nazionale alla direttiva sul rafforzamento di alcuni aspetti della presunzione di innocenza

09 Dicembre 2021 | di Francesco Porcu

D.lgs. 8 novembre 2021, n. 188

Colpevolezza

Il 14 dicembre 2021 entrerà in vigore il d.lgs. n. 188/2021, recante disposizioni per il compiuto adeguamento della normativa nazionale alla direttiva (UE) 2016/343 sul rafforzamento di alcuni aspetti della presunzione di innocenza: vengono introdotti divieti e limiti in ordine alla diffusione di informazioni sui procedimenti penali da parte delle pubbliche autorità, nonché misure di “sorveglianza linguistica” sui provvedimenti. L'intervento normativo sconta tuttavia una portata applicativa limitata sotto il profilo soggettivo.

Leggi dopo

Pagine