Focus

Focus

Condotte riparatorie. La Cassazione perde un'occasione per chiarire l'applicabilità dell'istituto in sede di legittimità

16 Marzo 2018 | di Ottavia Murro

Condotte riparatorie (estinzione del reato per)

La Corte di cassazione, con la sentenza 1580/2017, perde l'occasione per approfondire la problematica di diritto intertemporale circa l'applicabilità, ai giudizi in corso in sede di legittimità, del neointrodotto istituto dell'estinzione del reato conseguente a riparazione. Infatti, in poche righe, la Corte dichiara l'inapplicabilità del beneficio in quanto nel caso di specie di procedeva per un reato non rientrante tra quelli indicati dall'art. 162-ter c.p., evitando, tuttavia, di pronunciarsi sulla questione più ampia ...

Leggi dopo

Il nuovo comma 3-bis dell'art. 603 c.p.p. e la sua applicabilità al giudizio abbreviato

16 Marzo 2018 | di Cristina Ingrao

Corte d'appello di Palermo

Rinnovazione del dibattimento

La prima Sezione penale della Corte di appello di Palermo, in forza dell'art. 603, commi 3 e 3-bis c.p.p., con ordinanza dell'8 febbraio 2018, ha disposto doversi procedere ...

Leggi dopo

Comunicazioni telematiche agli uffici giudiziari. Cosa cambia dopo modifica del Cad

14 Marzo 2018 | di Valeria Bove

Notifiche telematiche

Il 27 gennaio 2018 è entrato in vigore il d.lgs. 13 dicembre 2017 n. 217 che, nell'ambito della c.d. riforma Madia, ha apportato integrazioni e correttivi al codice dell'amministrazione digitale (d.lgs. 7 marzo 2005, n. 82 e succ mod.). Fra le novità introdotte vi è quella del domicilio digitale. In questa prima lettura alle novità legislative si vuole verificare se e in che termini le recenti integrazioni superino i limiti oggettivi e soggettivi che hanno inibito la diffusione ...

Leggi dopo

L'intervento delle Sezioni unite sulla responsabilità penale dell'esercente la professione sanitaria dopo la legge Gelli-Bianco

12 Marzo 2018 | di Carlo Brusco

Attività medico-chirurgica

Le Sezioni unite penali della Corte di cassazione hanno risolto il contrasto che si era creato all'interno della quarta Sezione penale sull'interpretazione da dare alla nuova disciplina della responsabilità penale dell'esercente la professione sanitaria prevista dal nuovo art. 590-sexies c.p., introdotto dall'art. 6 della l. 8 marzo 2017, n. 24 (c.d. legge Gelli-Bianco); in particolare le Sezioni unite hanno ...

Leggi dopo

L'adeguamento della normativa interna della Città del Vaticano alle disposizioni internazionali in materia di riciclaggio

09 Marzo 2018 | di Caterina Mangiola

Riciclaggio e reimpiego

L'adeguamento della normativa interna della Città del Vaticano alle disposizioni internazionali in materia di riciclaggio e finanziamento del terrorismo ha richiesto lunghi periodi di adeguamento e alcune modifiche: in questo articolo diamo brevemente conto del percorso di produzione normativa che ha portato la legislazione dello Stato pontificio alla situazione attuale. Con riferimento alla normativa antiriciclaggio, il 19 dicembre 2009 lo Stato della Città del Vaticano ha firmato ...

Leggi dopo

Violenza di genere e femminicidio. La costituzione di parte civile dei centri antiviolenza

06 Marzo 2018 | di Francesca Di Muzio

Parte civile, responsabile civile e soggetto civilmente obbligato per la pena pecuniaria

Il presente contributo affronta il tema della costituzione di parte civile da parte dei centri antiviolenza. I centri antiviolenza offrono accoglienza e consulenza alle donne con o senza figli minori che hanno subito violenza in un percorso di empowerment e di riacquisizione della propria autonomia e autodeterminazione. Alla base del lavoro dei centri vi quindi è una profonda conoscenza delle cause ...

Leggi dopo

L'art. 649 c.p.p. e il ne bis in idem dopo la sentenza della Corte costituzionale 200/2016. Applicazioni pratiche

05 Marzo 2018 | di Cristina Ingrao

Trib. Palermo

Bis in idem (divieto)

La questione affrontata dalla pronuncia in esame concerne l'operatività dell'istituto del ne bis in idem previsto dall'art. 649 c.p.p., che vieta un nuovo procedimento penale per il medesimo fatto nel caso in cui un imputato sia prosciolto o condannato con sentenza o decreto penale ...

Leggi dopo

La procura generale di Palermo e il tema riproposto della c.d. revisione europea

02 Marzo 2018 | di Marzia Minutillo Turtur

Corte d'appello di Palermo

Conflitti di giurisdizione e di competenza

Con due istanze presentate davanti a diverse autorità giudiziarie i difensori del ricorrente chiedono che venga applicato il c.d. contenuto rilevante della sentenza della Corte Edu, Sez. IV, del 14 aprile 2015 nel caso Contrada c. Italia secondo la quale «integra la violazione dell'art. 7 ...

Leggi dopo

Terrorismo e misure di prevenzione: la tempesta perfetta?

26 Febbraio 2018 | di Ferdinando Brizzi, Carlo Maria Pellicano

Misure di prevenzione

Gli ultimi approcci legislativi e giurisprudenziali sono indicatori di tempesta nel mare sempre più agitato della materia delle misure di prevenzione. Il barometro dava già segnali di “bassa pressione” dall'irrompere impetuoso della sentenza De Tommaso, una vera e propria tempesta perfetta, ma si pensava che almeno il Legislatore avrebbe tentato di aprire squarci di sereno prima di licenziare il testo definitivo della Riforma in materia di misure di prevenzione intervenendo proprio nel settore messo più a repentaglio e a rischio di naufragio e cioè quello della pericolosità generica. Così non è stato ed è stata invece la giurisprudenza ...

Leggi dopo

Fatto di lieve entità e detenzione di sostanze stupefacenti di natura diversa

22 Febbraio 2018 | di Andrea Nocera

Droga (traffico di)

La riformulazione dell'art. 73, comma 5, del d.P.R. 10 ottobre 1990, n. 309, ad opera del d.l. 23 dicembre 2013 n.146, conv. con l. 21 febbraio 2014, n. 10, in termini di fattispecie autonoma di reato per il fatto di lieve entità in tema di violazione delle norme sugli stupefacenti, ha reso indifferente sul piano retributivo le tipologie di sostanza stupefacente detenuta o ceduta, con la conseguenza che ...

Leggi dopo

Pagine