Focus

Focus su Prova

Indagini informatiche e acquisizione dei file: accertamento o rilievo?

27 Gennaio 2020 | di Cesare Parodi

Trib. Milano

Prova

Le modalità di acquisizione dei file individuati nell'ambito di perquisizioni informatiche possono essere determinate in relazione alla effettiva utilizzabilità- spesso decisiva- degli stessi. In questo senso è indispensabile verificare l'effettiva natura dell'attività in oggetto e se – conseguentemente - debba essere applicata la procedura degli accertamenti tecnici irripetibili ex art 360 c.p.p. o se siano sufficiente l'attività delegata alla P.G.

Leggi dopo

L'acquisizione di campioni biologici di confronto al di fuori dei casi previsti dagli artt. 224-bis e 359-bis c.p.p.

06 Dicembre 2019 | di Roberto V. O. Valli

Prova

La legge n. 85 del 2009 ha introdotto una disciplina garantita per l'esecuzione di prelievi di materiale biologico dalla persona idonei ad incidere sulla libertà personale, in assenza del consenso dell'interessato. Ma è possibile ricorrere, in fase di indagine, a modalità alternative che consentano di acquisire ugualmente campioni biologici utili per l'espletamento di accertamenti genetici?

Leggi dopo

Falsi abusi: il difficile “controllo di garanzia” del magistrato sulla metodologia di ascolto del minore

28 Agosto 2019 | di Antonio Forza

Prova

Le recenti, clamorose notizie di cronaca giudiziaria, con al centro dell'inchiesta un presunto giro di affidi illeciti di minori nei comuni della Val D'Enza, al di là dello sconcerto provocato nell'opinione pubblica, offrono l'opportunità di affrontare l'argomento molto più ampio e delicatissimo della formazione dei magistrati e delle loro competenze nell'esercizio del “controllo di garanzia” sulle qualità dell'esperto, cui affidare una perizia o una consulenza di parte.

Leggi dopo

Indagini tecniche: il principio di atipicità della prova e la tutela di diritti e libertà di rilievo costituzionale

31 Gennaio 2019 | di Roberto V. O. Valli

Prova

Nel nostro ordinamento processuale penale vige il principio di atipicità della prova. Ciò non significa che si possa far ricorso a strumenti di indagine tecnica o scientifica non disciplinati dalla legge...

Leggi dopo

Sull'utilizzabilità processuale del Sari: il confronto automatizzato di volti rappresentati in immagini

16 Gennaio 2019 | di Roberto V. O. Valli

Prova

A partire dal settembre del 2018 tutti i Gabinetti di Polizia scientifica della Polizia di Stato dispongono di un nuovo straordinario strumento di indagine, il Sari, utile per l'identificazione degli autori di delitti attraverso il confronto automatizzato delle immagini ritraenti il volto dei medesimi con quelle presenti in AFIS. Benché tale strumento appaia a prima vista estremamente efficace per la soluzione di casi giudiziari, sorge spontaneo un interrogativo: i risultati probatori raggiunti attraverso l'impiego del Sari possono essere...

Leggi dopo

La circolazione della prova tra processo penale e tributario

27 Novembre 2018 | di Raffaele Di Ruberto

Prova

L'Autore affronta il tema delle prove nel processo penale e tributario. Il regime attuale prevede la separazione dei due sistemi processuali. Tale regime non è assoluto e conosce vari temperamenti, il più importante dei quali è costituito dalla c.d. circolazione della prova, ossia dal fatto che le informazioni raccolte in uno dei due sistemi processuali possono essere utilizzate nell'altro ed essere poste a fondamento delle decisioni che ivi si formano. E ciò in ragione della circostanza per cui gli atti che si formano in uno dei due sistemi processali e gli elementi di prova che essi veicolano assumono la veste di documenti, una volta esaminati sotto la lente prospettica...

Leggi dopo

La prova scientifica informatica e la sua eterna imperfezione

21 Agosto 2018 | di Enrica Priolo

Prova

La "dimensione digitale" si caratterizza per l’estrema semplicità di alterazione dei contenuti (e, perciò, del significato probatorio).

Leggi dopo

Il caso Meredith Kercher: la novità dei princìpi giuridici affermati dalla Cassazione

26 Settembre 2016 | di Paolo Tonini, Diletta Signori

Prova

La Cassazione, con la sentenza del settembre 2015, ha enunciato princìpi completamente nuovi rispetto alla giurisprudenza tradizionale, fino ad oggi prevalente: a) sulla validità del brocardo iudex peritus peritorum; b) sul quantum di prova necessario per la prova indiziaria; c) sulla capacità dimostrativa del reperto genetico; d) sul valore dimostrativo del dato scientifico in generale; ...

GRATIS PER 1 SETTIMANA

Caso Garlasco. I criteri per la valutazione della prova indiziaria

01 Agosto 2016 | di Silvestre Costanzo

Cass. pen., Sez. V,

Prova

La quinta Sezione penale della suprema Corte di cassazione, con la sentenza n. 25799/2016, depositata il 21 giugno 2016, ha definitivamente sancito la colpevolezza di Alberto Stasi per l’omicidio di Chiara Poggi, avvenuto il 13 Agosto 2007.

Leggi dopo

Profili tecnico-investigativi e di diritto processuale interno: dal transborder access to data al nuovo art. 234-bis c.p.p.

31 Maggio 2016 | di Cesare Parodi

Prova

Le valutazioni che possono essere formulate in relazione all'introduzione, nel sistema processual-penalistico, dell'art. 234-bis c.p.p., vanno ben oltre alla semplice rilevanza della norma in oggetto. La scelta del legislatore è, comunque, epocale da un lato ed altamente simbolica dall'altro.

Leggi dopo

Pagine