Contrasti giurisprudenziali

Contrasti giurisprudenziali

Sulla configurabilità del reato di violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale in caso di sospensione della misura

22 Giugno 2018 | di Corinna Forte

Cass. pen., Sez. I

Misure di prevenzione

La questione che le Sezioni unite penali sono chiamate a risolvere attiene alla possibilità di ritenere sussistente il reato di cui all'art. 75 del codice antimafia nei confronti di un soggetto destinatario della misura di prevenzione della sorveglianza speciale, la cui esecuzione sia stata sospesa ai sensi dell'art. 15 del codice antimafia per effetto di detenzione di lunga durata, allorché ..

Leggi dopo

Reato continuato. Al vaglio delle Sezioni unite la questione del concorso eterogeneo di pene

22 Giugno 2018 | di Maria Teresa Trapasso

Cass. pen., Sez. IV

Reato continuato

Se sia ammissibile la continuazione tra reati puniti con pene eterogenee; e se, in ossequio al favor rei, ferma la configurabilità della continuazione tra reati puniti con pene eterogenee, ove il reato più grave sia punito con la pena detentiva e ...

Leggi dopo

Disposizioni contro le immigrazioni clandestine. La natura delle fattispecie disciplinate dall’art. 12, comma 3, d.lgs. 286/1998

22 Giugno 2018 | di Leonardo Degl'Innocenti

Cass. pen., Sez. I

Stranieri

Se in tema di disciplina dell'immigrazione, le fattispecie disciplinate dall'art. 12, comma terzo, del d.lgs. 25 luglio 1998, n. 286 costituiscano circostanze aggravanti del delitto di cui all'art. 12, comma primo, del medesimo d.lgs. ovvero figure autonome di reato.

Leggi dopo

Cessione del credito garantito da ipoteca iscritta su beni oggetto di confisca e malafede del terzo

07 Giugno 2018 | di Teresa Grieco

Cass. pen., Sez. V,

Confisca (misura di prevenzione)

Se la cessione, avvenuta dopo la trascrizione del provvedimento di sequestro o di confisca di prevenzione, del credito ipotecario precedentemente insorto determini o meno di per sé uno stato di malafede in capo al nuovo titolare, come tale preclusivo dell'ammissibilità della sua ragione creditoria.

Leggi dopo

Sulla necessità del pericolo di diffusione nel reato di produzione di materiale pedopornografico ex art. 600-ter, comma 1, c.p.

07 Giugno 2018 | di Paola Borrelli

Cass. pen., Sez. III,

Pornografia

Su ordinanza di rimessione della terza Sezione penale della Corte di cassazione, il Primo Presidente ha assegnato alle Sezioni unite – che decideranno il prossimo 31 maggio – il quesito se sia ancora necessario, ai fini dell'integrazione del reato di cui all'art. 600-ter, comma 1, n. 1, c.p., con riferimento alla condotta di produzione del materiale pedopornografico, l'accertamento del pericolo di diffusione ...

Leggi dopo

Sulla preclusione processuale in materia di misure cautelari reali. Sussistono limiti funzionali all'istanza di revoca?

07 Giugno 2018 | di Valeria Crudo

Cass. pen., Sez. III

Misure cautelari reali

Nonostante una pronunzia delle Sezioni unite (sentenza n. 29952/2004, in proc. Romagnoli), persiste in giurisprudenza un contrasto sui possibili effetti preclusivi alla proposizione della revoca in caso di mancata tempestiva richiesta di riesame.

Leggi dopo

Richiesta di procedimento per decreto rigettata e restituzione degli atti al P.M. per archiviazione ex 131-bis

25 Maggio 2018 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. unite
Cass. pen., Sez. IV,

Particolare tenuità del fatto

La questione che è stata rimessa alle Sezioni unite riguarda la possibilità di qualificare come abnorme il provvedimento con il quale il giudice per le indagini preliminari rigetti la richiesta di emissione di decreto penale di condanna e restituisca gli atti al P.M. Le Sezioni unite della Cassazione, chiamate a pronunciarsi sulla questione controversa ...

Leggi dopo

Sequestro preventivo finalizzato alla confisca “allargata” e tentata estorsione

23 Aprile 2018 | di Giuseppina Anna Rosaria Pacilli

Cass. pen., Sez. II,

Confisca (misura di sicurezza)

Sussiste in giurisprudenza contrasto in merito alla possibilità di disporre il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di cui all'art. 12-sexies d.l. 8 giugno 1992, n. 306, conv. nella l. 356 del 1992 e succ. mod., nel caso in cui i reati contemplati dalla predetta norma, ed in particolare quello di estorsione, siano commessi nella forma del tentativo aggravato dall'art. 7 d.l. 13 maggio 1991, n. 152, conv. nella l. 203 del 1991.

Leggi dopo

Sequestro probatorio del corpo del reato. La legittimità della motivazione sintetica

23 Aprile 2018 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. III

Sequestro probatorio

Se, per le cose che costituiscono corpo di reato, il decreto di sequestro probatorio possa essere motivato con formula sintetica ove la funzione probatoria del medesimo costituisca connotato ontologico ed immanente del compendio sequestrato, di immediata evidenza, desumibile dalla peculiare natura delle cose che lo compongono o debba, invece, a pena di nullità, essere comunque sorretto da idonea motivazione in ordine al presupposto della finalità perseguita, in concreto, per l'accertamento dei fatti.

Leggi dopo

La legittimazione del sostituto processuale del difensore della parte civile a costituirsi in luogo del dominus

20 Aprile 2018 | di Aldo Aceto

Cass. pen., Sez. unite
Cass. pen., Sez. VI

Difesa e difensore

Le Sezioni unite della Cassazione, chiamate a pronunciarsi «Se sia o meno legittimato a costituirsi parte civile il sostituto processuale del difensore nominato procuratore speciale a tal fine», hanno dato risposta negativa.

Leggi dopo

Pagine