Homepage

Focus Focus

Apologia di terrorismo di matrice islamica. I confini della fattispecie di reato e gli elementi distintivi con la condotta di istigazione

05 Luglio 2018 | di Cristina Ingrao

Corte d'appello di Caltanissetta

Terrorismo

La questione sollevata dal caso in esame attiene alla configurabilità, in relazione alla vicenda in esame, del reato di apologia del terrorismo, ex art. 414 c.p. Quando è possibile affermare che la condotta di un soggetto configuri il reato di cui all’art. 414 c.p.?

Leggi dopo
Giurisprudenza sovranazionale Giurisprudenza sovranazionale

Richiesta di rinvio pregiudiziale e contenuto del dovere motivazionale della Corte di cassazione

05 Luglio 2018 | di Giuseppe De Marzo

Corte Edu, Sez. III

Corte di Cassazione

Il ricorrente, rivolgendosi alla Corte di Strasburgo, si è lamentato che la Corte Suprema, pur essendo giudice di ultima istanza, avesse rifiutato di operare il rinvio pregiudiziale alla Corte di Giustizia Ue ai sensi dell’art. 267 del Trattato Ue, nonostante la sua espressa richiesta, fornendo una motivazione sommaria basata ...

Leggi dopo
Contrasti giurisprudenziali Contrasti giurisprudenziali

Le modalità di retrodatazione del termine di custodia cautelare in presenza di “contestazioni a catena”

04 Luglio 2018 | di Donatella Perna

Cass. pen., Sez. II,

Termini di custodia cautelare

In tema di “contestazioni a catena”, è dubbio in giurisprudenza se, in ipotesi di pluralità di ordinanze applicative di misure cautelari per fatti connessi, la retrodatazione della decorrenza dei termini di custodia cautelare, di cui all'art. 297, comma 3, c.p.p., deve essere effettuata frazionando la durata globale della custodia cautelare e imputandovi solo i periodi relativi a fasi omogenee.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Procedimento per decreto e verifiche necessarie per determinare il criterio conversione della pena detentiva in pecuniaria

04 Luglio 2018 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. III,

Procedimento per decreto

Nell'ambito del procedimento monitorio, ai fini della determinazione del valore giornaliero di conversione della pena detentiva in pena pecuniaria occorre necessariamente procedere all'indagine patrimoniale sulle condizioni economiche complessive dell'imputato e del suo nucleo familiare? La questione è inedita in quanto sorta su un terreno normativo recentemente novellato.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Corpo del reato

03 Luglio 2018 | di Chiara Fiandanese

Il sequestro probatorio previsto dagli artt. 253 e ss. c.p.p. è un mezzo di ricerca della prova che ha come fine quello di acquisire al procedimento elementi necessari alla ricostruzione del fatto. Il comma 1 prevede che, oggetto di sequestro, possano essere il corpo del reato e le cose pertinenti al reato. Per quanto riguarda il corpo del reato, il comma 2 fornisce un'esauriente definizione; per ciò che concerne le cose pertinenti al reato, la definizione è stata lasciata espressamente dal Legislatore all'elaborazione giurisprudenziale e dottrinale in quanto il codice di procedura penale non ne offre alcuna. L'art. 253, comma 2 c.p.p. definisce corpo del reato le cose sulle quali o mediante le quali il reato è stato commesso nonché le cose che ne costituiscono il prodotto, il profitto o il prezzo che comprendono sia le cose acquisite ...

Leggi dopo
Indagini scientifiche Indagini scientifiche

Il figlicidio. Casistica e ricostruzione del profilo criminologico

03 Luglio 2018 | di Alessandra Bramante, Viviana Lamarra

Omicidio doloso

Le percentuali riferite agli omicidi in famiglia sul totale degli omicidi commessi variano da luogo a luogo e per epoca storica, con motivazioni e vittime preferenziali differenti. Negli ultimi anni l’omicidio in ambito familiare ha interessato un sempre più ampio numero di professionisti che se ne occupano a vario titolo: specialistico, giuridico, informativo-culturale. Spesso ciò che colpisce, sia gli addetti ai lavori in ambito giuridico che l’opinione pubblica, è la diffusione di tali eventi criminosi trasversalmente in tutte le età, contesti sociali, culturali ed economici e la loro efferatezza a fronte di motivazioni dell’autore spesso considerate futili ...

Leggi dopo
News News

L'abuso di relazioni di prestazioni d'opera è configurabile con riferimento al contratto di ricevitoria

03 Luglio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. pen. Sez. II, 2 marzo 2018 (dep. 7 giugno 2018), n. 25912

Circostanze del reato

Il contratto di ricevitoria, in virtù del quale una società abbia concessa a un soggetto la licenza di gestire un'agenzia per la raccolta di scommesse sportive, comporta l'insorgere tra le parti di relazioni di prestazione d'opera che possono integrare la circostanza aggravante di cui all'art. 61, comma 1, n. 11 c.p.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Dibattimento a distanza e imputato in 41-bis: la videoconferenza è ammissibile solo se il regime detentivo speciale è attuale

02 Luglio 2018 | di Tania Rizzo

Cass. pen., Sez. IV

Dibattimento

Inutile negare che nella c.d. riforma Orlando le modifiche relative alla partecipazione a distanza siano scaturite da esigenze di rafforzamento del c.d. doppio binario. Come ampiamente segnalato da diversi autori, però, pare che si sia andati anche oltre la logica del doppio binario in quanto il processo in corso in cui si effettua la videoconferenza non deve essere più necessariamente ...

Leggi dopo
Focus Focus

Conseguenze dell'omessa valutazione delle memorie delle parti nel processo penale

02 Luglio 2018 | di Maria Hilda Schettino

Atti (in generale)

Quali siano i vizi che investono il provvedimento del giudice che non valuti le memorie difensive prodotte dalle parti è un tema oggetto di un acceso dibattito in seno alla Cassazione penale la quale, da ultimo, si è pronunciata sul punto con la sentenza n. 14975 del 2018. In termini generali va ribadito, con la dottrina più attenta, come il diritto ad un processo penale incentrato sul contraddittorio implichi tanto per l'accusa, quanto per la difesa, la facoltà di conoscere le osservazioni e gli elementi di prova prodotti dalla controparte, nonché di discuterli – appunto in contraddittorio – innanzi a un giudice terzo e imparziale.

Leggi dopo
News News

Confisca obbligatoria per lottizzazione abusiva. Depositate le motivazioni della Grande Camera sulla violazione dell’art. 7 Cedu

02 Luglio 2018 | di Redazione Scientifica

Corte, Edu, Grande Camera, 28 giugno 2018, ric. 1828-06, Giem S.R.L. e a. c. Italia

Confisca (misura di sicurezza)

Il 28 giugno 2018 – dopo quasi tre anni dalla celebrazione dell’udienza – è stata depositata la sentenza della Corte Edu, Grande Camera, c. Giem S.R.L. e a. c. Italia, in materia di confisca urbanistica ex art. 44, comma 2, d.P.R. 380/2001.

Leggi dopo

Pagine