Quesiti Operativi

Il ricorso alle intercettazioni nei procedimenti per il delitto di minaccia

 

È ammissibile il ricorso alle intercettazioni nei procedimenti relativi al delitto di minaccia? L'art. 266, comma 1, lett. a), c.p.p. prevede che il ricorso alle intercettazioni è possibile nei procedimenti per delitti non colposi per i quali è prevista la pena dell'ergastolo o della reclusione superiore nel massimo a cinque anni determinata a norma dell'art. 4 c.p.p. La successiva lett. f) della medesima disposizione estende la possibilità di impiegare il mezzo di ricerca della prova anche per i reati di ingiuria, minaccia, usura ...

Leggi dopo