News

La comunicazione tardiva della requisitoria nell’ambito della disciplina emergenziale COVID-19

 

«In tema di disciplina emergenziale relativa alla pandemia da COVID-19 nei procedimenti innanzi alla Corte di Cassazione, l'art. 23, comma 8, d.l. n. 137/2020, convertito in l. n. 176/2020, non prevede alcuna sanzione processuale in caso di violazione del termine di comunicazione alle parti della requisitoria trasmessa dal Procuratore Generale alla Cancelleria della Corte, sicché, l'eventuale ritardo nella comunicazione, può determinare il rinvio dell'udienza soltanto laddove abbia effettivamente pregiudicato l'assistenza e la rappresentanza dell'imputato o delle altri parti del procedimento».

Leggi dopo