News

Delitti contro l’amministrazione della giustizia e casi di non punibilità: le S.U. estendono la disciplina dei prossimi congiunti ai conviventi more uxorio

23 Marzo 2021 |

Cass. pen., Sez. Unite, 26 novembre 2020 (dep. 17 marzo 2021), n. 10381

Convivenza more uxorio

Le Sezioni Unite della Cassazione penale, chiamate a pronunciarsi sulla questione controversa in giurisprudenza «se l’ipotesi di cui all’art. 384 c.p., comma 1, sia applicabile al convivente more uxorio», hanno affermato il seguente principio di diritto:

«l’art. 384 c.p., comma 1, in quanto causa di esclusione della colpevolezza, è applicabile analogicamente anche a chi ha commesso uno dei reati ivi indicati per esservi stato costretto dalla necessità di salvare il convivente more uxorio da un grave e inevitabile nocumento nella libertà o nell’onore».

Leggi dopo