News

Bancarotta per distrazione: il reato non sussiste se la società ha a disposizione altre risorse

18 Dicembre 2015 |

Cass. pen., Sez. V

Reati fallimentari
 

Con la sentenza n. 49622 depositata il 16 dicembre scorso, la Corte di cassazione ribadisce come il reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale si configuri quale reato di pericolo concreto, aggiungendo che tale fattispecie delittuosa non può essere contestata all’amministratore che impoverisca la società di risorse enormi quando questa abbia comunque a disposizione risorse ben più rilevanti idonee a fornire garanzia per eventuali pretese creditorie.

Leggi dopo