Focus

Processo penale telematico: dalla fase emergenziale alla digital transformation della giustizia penale

06 Aprile 2021 | , Processo telematico

Sommario

Il processo penale telematico prende forma | Non più solo notifiche telematiche: la novità del deposito telematico | La fase delle indagini preliminari | Il restyling del portale deposito atti penali. PEC o PDP: quando l'una, quando l'altro? | Le udienze in collegamento da remoto: solo nella fase delle indagini preliminari? | Il giudizio cartolare in Corte d'Appello e in Cassazione | In conclusione |

 

Il processo penale telematico ha avuto, per l'emergenza sanitaria da COVD 19, un'improvvisa e inaspettata accelerata ed oggi, ad un anno dai primi provvedimenti nati per fronteggiare, anche in campo giudiziario, la grave pandemia, è possibile trarre un primo bilancio: alla luce dell'attuale quadro normativo di riferimento, dopo aver descritto il vero e proprio restyling normativo operato dal Legislatore in relazione agli “istituti digitali” messi in campo nelle Fasi 1 e 2 della pandemia, gli autori analizzano come e se le novità introdotte nel processo telematico vengano applicate nei vari uffici giudiziari, interrogandosi su cosa resterà (o potrebbe restare) del PPT dopo lo stato di emergenza, che è stato prorogato al 31 luglio 2021 dall' art. 6 del d.l. 1 aprile 2021, n. 44.

Leggi dopo