Focus

Il legislatore deve urgentemente riformare la disciplina dell’acquisizione dei tabulati relativi al traffico e all’ubicazione

Sommario

Premessa | Il principio di proporzionalità e il divieto di una conservazione “generalizzata e indifferenziata” dei dati relativi al traffico e all'ubicazione | Solo “regole chiare e precise” possono imporre l'acquisizione dei dati “strettamente necessari” a fini di indagine | Possono essere, di regola, acquisiti soltanto i dati di persone sospettate di reato | La mancanza di legittimazione all'acquisizione da parte del P.M. | La regola è l'autorizzazione preventiva del giudice; l'eccezione è la sua convalida | Il “principio di equivalenza” e l'inutilizzabilità dell'acquisizione illegittima | La disciplina italiana sui tabulati | L'assenza di qualsiasi disciplina italiana sulla localizzazione satellitare | In conclusione |

 

La Grande Camera della Corte di giustizia U.E. con sentenza 2.3.2021 ha affermato il contrasto rispetto al diritto dell'Unione europea della disciplina legislativa italiana che consente una conservazione generalizzata e indifferenziata dei dati relativi al traffico telefonico/informatico e dei dati relativi all'ubicazione...

Leggi dopo