Focus

Dati “particolari” (ex dati sensibili) e intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Sommario

Premessa | Art. 268 c.p.p. e dati “sensibili” | La “rilevanza” ai fini delle indagini | I dati “particolari” nel GDPR | La posizione della giurisprudenza europea | Per un uso “proporzionato” delle intercettazioni | La posizione “di garanzia” del Garante Privacy | Riferimenti |

 

La più autorevole dottrina “togata” da tempo ha posto la questione su cosa debba intendersi per “indicazioni” e “vigilanza”, concetti desumibili dall'art. 268 c.p.p., esecuzione delle operazioni di intercettazione, questione assai rilevante anche alla luce delle recenti prese di posizione del Ministro della Giustizia, Carlo Nordio, in tema di intercettazioni.

Leggi dopo