Contrasti giurisprudenziali

La non punibilità per particolare tenuità del fatto nell'ipotesi di reato continuato

 

Il primo Presidente della Corte Suprema di Cassazione ha assegnato alle Sezioni Unite, fissando per la trattazione l'udienza pubblica del 27 gennaio 2022, un ricorso che propone la seguente questione di diritto, ritenuta dalla quinta sezione penale oggetto di contrasto giurisprudenziale: se, ai fini dell'applicazione della causa di non punibilità di cui all'art. 131-bis c.p., sia di per sé ostativa la continuazione tra i reati.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >