Homepage

News News

In Gazzetta ufficiale il decreto sul trattamento dei dati personali in ambito penale

25 Maggio 2018 | di Redazione Scientifica

Privacy

Il decreto legislativo 18 maggio 2018, n. 51, adottato in attuazione della direttiva (Ue) 2016/680 del Parlamento europeo e del Consiglio, relativa alla «protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali da parte delle autorità competenti a fini di prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento di reati o esecuzione di sanzioni penali, nonché alla libera circolazione di tali dati», è stato pubblicato sulla Gazzetta Uuiciale n. 119 del 24 maggio.

Leggi dopo
News News

In vigore il nuovo regolamento privacy: maggiori garanzie per il trattamento dei dati personali relativi a condanne penali e reati

25 Maggio 2018 | di Redazione Scientifica

Privacy

Dal 25 maggio 2018 è in vigore il Regolamento Ue del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/Ce (regolamento generale della protezione dei dati).

Leggi dopo
Contrasti giurisprudenziali Contrasti giurisprudenziali

Richiesta di procedimento per decreto rigettata e restituzione atti al P.M. per archiviazione ex 131-bis

25 Maggio 2018 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. unite
Cass. pen., Sez. IV,

Particolare tenuità del fatto

La questione che è stata rimessa alle Sezioni unite riguarda la possibilità di qualificare come abnorme il provvedimento con il quale il giudice per le indagini preliminari rigetti la richiesta di emissione di decreto penale di condanna e restituisca gli atti al P.M.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La qualificabilità del contributo del terzo alla realizzazione da parte dell’intraneus delle condotte autoriciclatorie

25 Maggio 2018 | di Maria Teresa Trapasso

Cass. pen., Sez. II

Autoriciclaggio

Il tema della qualificabilità del contributo del terzo alle condotte autoriciclatorie dell'autore del reato presupposto è affrontato dalla Corte partendo da un'ampia ricognizione del contesto giurisprudenziale e normativo all'interno del quale la fattispecie di cui all'art. 648-ter.1 c.p.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Ordine europeo di intercettazione e poteri del Gip

24 Maggio 2018 | di Luigi Giordano, Andrea Nocera

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Quali sono i limiti del sindacato del Gip sull'ordine europeo di intercettazione emesso dall'autorità giudiziaria di uno Stato membro? Con il d.lgs. 21 giugno 2017, n. 108 è stata data attuazione alla direttiva 2014/41/Ue relativa all'ordine europeo d'indagine (Oei), ispirato al principio del mutuo riconoscimento dei provvedimenti in materia di prova, dedicando una espressa disciplina all'assistenza giudiziaria in materia di intercettazione ...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Culpa in eligendo per l’amministratore che non verifichi l’idoneità professionale dell’impresa che ha svolto lavori sulle parti comuni

24 Maggio 2018 | di Enrico Morello

Cass. pen., Sez. IV

Colpa

L’amministratore di condominio assume una posizione di garanzia verso lo stabile amministrato per i lavori che vengono svolti all’interno dello stesso.

Leggi dopo
Contrasti giurisprudenziali Contrasti giurisprudenziali

Sulla preclusione processuale in materia di misure cautelari reali. Sussistono limiti funzionali all'istanza di revoca?

23 Maggio 2018 | di Valeria Crudo

Cass. pen., Sez. III

Misure cautelari reali

Nonostante una pronunzia delle Sezioni unite (sentenza n. 29952/2004, in proc. Romagnoli), persiste in giurisprudenza un contrasto sui possibili effetti preclusivi alla proposizione della revoca in caso di mancata tempestiva richiesta di riesame.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Abuso di ufficio

23 Maggio 2018 | di Emilia Conforti

Oggetto di due interventi normativi strutturali, rappresentati dalla l. 86/1990 e in seguito dalla l. 234/1997, il reato di abuso d'ufficio intende evitare ingerenze del potere giudiziario in scelte, anche di merito, riservate per legge alla pubblica amministrazione, negando al giudice penale la possibilità di invadere l'ambito della discrezionalità amministrativa che il Legislatore ha ritenuto, anche per esigenze di certezza del precetto penale, di sottrarre a tale sindacato. Da ultimo, con legge 190/2012 la fattispecie è stata oggetto di nuovo intervento sul piano sanzionatorio con un innalzamento dei limiti edittali e prevendendo, dai precedenti sei mesi e tre anni, gli attuali limiti di un anno e quattro anni nel massimo.

Leggi dopo
News News

Osservatorio in materia di esecuzione penale e penitenziaria

22 Maggio 2018 | di Leonardo Degl'Innocenti, Francesco Faldi

Magistratura di sorveglianza

L'art 656, comma 5, c.p.p., nel testo modificato dalla legge 27 marzo 1998, n. 165 (c.d. legge Saraceni-Simeone) stabiliva che se la pena residua che il condannato deve espiare, anche se costituente residuo di una pena di maggiore entità, non è superiore a tre anni, il pubblico ministero che cura l'esecuzione deve disporre la sospensione dell'ordine di carcerazione in modo da mettere in condizione il condannato di presentare ...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Nullità del decreto di archiviazione per mancata valutazione dell’opposizione

22 Maggio 2018 | di Cristina Ingrao

Trib. Palermo

Archiviazione

La recente riforma Orlando è intervenuta in materia di impugnazione dei provvedimenti di archiviazione, attraverso l'introduzione dell'art. 410-bis c.p.p., esemplificativamente rubricato Nullità del provvedimento di archiviazione. In particolare, tale nuova disposizione prevede espressamente che ...

Leggi dopo

Pagine