Indagini scientifiche

Indagini scientifiche

L’autopsia psicologica

06 Settembre 2016 | di Alessandra Bramante, Viviana Lamarra

Perizia e consulenza tecnica

La morte violenta di un individuo può essere imputata a tre cause principali: omicidio, suicidio o incidente. Spesso, da un punto di vista medico legale, l’eziopatogenesi relativa alla morte di un individuo appare evidente anche se non altrettanto possono esserlo i motivi del decesso.
 In tal senso, nell’ambito delle investigazioni retrospettive da svolgere nei casi di suicidio o di morte sospetta, risultano di fondamentale importanza alcuni concetti quali la diagnosi clinica della morte, le cause della morte ed i motivi riconducibili alle circostanze che hanno determinato le cause della morte

Leggi dopo

Antropologia forense: cosa, chi, come e quando

25 Agosto 2016 | di Chantal Milani, Paola Magni

Perizia e consulenza tecnica

L’antropologia forense è quella disciplina delle scienze forensi che coniuga i fondamenti dell’osteologia (conoscenza delle ossa dal punto di vista macroscopico e microscopico) e dell’ antropologia fisica (studio dell’uomo a partire dalla sua evoluzione biologica, delle sue caratteristiche fisiche e dimorfismi, fino ai meccanismi tafonomici che intercorrono dalla sua morte al ritrovamento del corpo) ai contesti giudiziari.

Leggi dopo

L’archeologia forense: l’importanza di un corretto scavo sulla scena del crimine

14 Luglio 2016 | di Rosa Maria Di Maggio, Pier Matteo Barone

Perizia e consulenza tecnica

L'archeologia forense è l'applicazione di principi e delle metodologie archeologiche per individuare e recuperare elementi di prova entro i confini del sistema di giustizia penale o per l'uso in cause civili, operando come disciplina a sé stante. Le persone autorizzate a condurre indagini archeologiche forensi sono addestrate nelle tecniche archeologiche tradizionali ma sono abbastanza flessibili nel loro approccio per adattare questi metodi ai diversi contesti forensi che si possono presentare nei procedimenti penali o civili.

Leggi dopo

La psicologia della testimonianza. Accuratezza e rappresentazione della realtà

30 Giugno 2016 | di Alessandra Bramante, Viviana Lamarra

Testimonianza

La psicologia della testimonianza è una disciplina che esamina gli aspetti relativi alle condizioni in cui un testimone è in grado di riportare il contenuto di avvenimenti cui ha assistito. Alla base dell’applicazione delle conoscenze psicologiche in tale ambito infatti si ritrova l’assunto che esiste una realtà fenomenica (che si tende ad avvalorare) e una realtà intersoggettiva, mediata da un “filtro” che inconsapevolmente dà il significato a ciò che viviamo/vediamo secondo la nostra esperienza. In tal senso la psicologia della testimonianza approfondisce il rapporto fra realtà soggettiva (ciò che il testimone ritiene di aver visto o udito) e realtà oggettiva, consapevoli che quanto emerge potrà essere una rappresentazione di quest’ultima.

Leggi dopo

La perizia sull'idoneità a testimoniare del minorenne nei casi di presunta violenza sessuale

22 Giugno 2016 | di Giovanni Camerini, Marco Pingitore, Giovanni Lopez

Violenza sessuale

Valutare l'idoneità a testimoniare di un soggetto vulnerabile rappresenta sicuramente uno degli argomenti più delicati e complessi nel panorama della psicologia forense. Significa, infatti, muoversi all'interno di una cornice teorica-giuridica non del tutto definita, per comprendere la quale basta pensare alle numerose sentenze della Cassazione in tema di violenza sessuale su minori che sanciscono e, talvolta, rivoluzionano l'orientamento giurisprudenziale sul tema.

Leggi dopo

L’approccio alla scena del crimine tramite la geofisica forense ed i cani da cadavere

16 Giugno 2016 | di Pier Matteo Barone, Rosa Maria Di Maggio

Perizia e consulenza tecnica

Studiare, conoscere ed interpretare l’ambiente ed il territorio nel quale il reato stesso ha avuto luogo è fondamentale per dare una corretta direzione alle indagini investigative. Questo perché bisogna essere in grado di cercare e raccogliere adeguate informazioni dall’ambiente per porle nello specifico contesto criminale e nella sua dinamica, effettiva e presunta. Tale approccio, in prima battuta, prevede l’impiego di diversi strumenti di analisi a differente scala e totalmente non invasivi. Di concerto con tali strumenti, i cani da cadaveri sono essenziali per completare il quadro investigativo primario, fornendo informazioni utili per avere un ulteriore riscontro della suddetta investigazione geofisica.

Leggi dopo

Le nuove frontiere (e sfide) della genetica forense

08 Giugno 2016 | di Pasquale Linarello, Elena Pilli

Perizia e consulenza tecnica

La rapida e progressiva evoluzione delle tecnologie di biologia molecolare e l’avvento del sequenziamento di nuova generazione (Next Generation Sequencing - NGS) ha radicalmente cambiato il modo di fare ricerca in ambito genetico. Nell’ultimo decennio, il graduale perfezionamento delle metodologie e delle piattaforme utilizzate per l’analisi NGS ha portato ad un miglioramento della qualità dei risultati ottenuti tale da permetterne un regolare utilizzo nella diagnosi clinica umana.

Leggi dopo

Psicologia forense: i colloqui e le interviste investigativi

31 Maggio 2016 | di Alessandra Bramante, Viviana Lamarra

Perizia e consulenza tecnica

Una delle fonti più importanti per l’investigazione sono le interviste e i colloqui condotti nei diversi stadi del processo investigativo e possono essere riferiti sia alle vittime che ai testimoni oltre, naturalmente, che ai sospettati. In questi casi le conoscenze di tipo psicologico risultano molto importanti al fine di condurre adeguatamente il colloquio anche nel caso che l’intervistatore non sia uno psicologo.

Leggi dopo

L'utilizzo delle tecniche di fotointerpretazione aerea per reati contro l’ambiente ed il territorio

17 Maggio 2016 | di Rosa Maria Di Maggio, Maurizio D'Orefice, Roberto Graciotti

Perizia e consulenza tecnica

L’utilizzo della fotografia aerea si è dimostrato un valido strumento d’indagine anche in ambito forense perché permette di osservare il territorio da un punto di vista decisamente peculiare. Questa prerogativa consente non solo di analizzare aree molto estese ma anche di indagare zone dove non è possibile accedere direttamente, sia per problemi connessi alle caratteristiche fisiche della zona sia per esigenze specifiche richieste dalle indagini giudiziarie.

Leggi dopo

L'audizione protetta della vittima vulnerabile nei casi di violenza sessuale

04 Maggio 2016 | di Giovanni Camerini, Marco Pingitore, Giovanni Lopez

Violenza sessuale

Escutere in sede testimoniale una vittima vulnerabile è uno dei temi più dibattuti dalla psicologia giuridica e senz'altro anche uno dei più complessi a causa di una serie di variabili che si modificano e si adattano ad ogni specifico caso. Innanzitutto occorre esaminare e comprendere bene il concetto di vulnerabilità che nel tempo si è arricchito di connotati e significati nuovi.

Leggi dopo

Pagine