News

News

Inosservanza di un dovere giuridico. La scadenza del termine determina il momento iniziale di consumazione del reato

07 Febbraio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III, 25 giugno 2018 (dep. 29 gennaio 2019), n. 4221

Reato omissivo proprio

La Sezione III della Cassazione penale è stata chiamata a pronunciarsi su un ricorso presentato avverso la sentenza del tribunale di Siena con cui la ricorrente veniva condannata all'ammenda di € 300 per il retato p. e p. dall'art. 4, comma 7, l. 628/1961 perché non aveva fornito alla Direzione provinciale del lavoro di Siena le notizie richieste da questa con verbale datato 29 giugno 2010.

Leggi dopo

Le astensioni degli avvocati non ledono la ragionevolezza e l’efficienza del processo penale

04 Febbraio 2019 | di Redazione Scientifica

Corte costituzionale,

Difesa e difensore

La Corte costituzionale (9 – 31 gennaio 2019, n. 14) ha dichiarato la manifesta inammissibilità delle questioni di legittimità costituzionale dell’art. 2, commi 1, 2 e 5, della legge 12 giugno 1990, n. 146, Norme sull’esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali e sulla salvaguardia dei diritti della persona...

Leggi dopo

Cannabis sativa: la Cassazione rilegge la norma e afferma la liceità della commercializzazione

04 Febbraio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. VI, 29 novembre 2018 (dep. 31 gennaio 2019), n. 4920

Droga (traffico di)

La legge 242/2016 attesta che la coltivazione delle varietà di canapa, nella stessa considerate, non è reato ex art. 73 d.P.R. 309/1990 e viene consentita senza necessità di autorizzazione: il coltivatore non ha l’obbligo di comunicarne l’inizio alla P.G. ma solo di conservare i cartellini della semente e...

Leggi dopo

Giudizio abbreviato condizionato: è modificabile l’imputazione sulla base di elementi già emersi nelle indagini preliminari?

28 Gennaio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. I, 14 dicembre 2018 (dep. 22 gennaio 2019), n. 2883

Imputazione

Se nel corso del giudizio abbreviato condizionato a integrazione probatoria, a norma dell’art. 438, comma 5, c.p.p. o nel quale l’integrazione sia stata disposta dal giudice a norma dell’art. 441, comma 5, dello stesso codice, sia possibile la modifica dell’imputazione, allorché il fatto...

Leggi dopo

Privacy. Le regole del Garante per il trattamento di dati personali in sede di investigazioni difensive e giudiziaria

21 Gennaio 2019 | di Redazione Scientifica

Privacy

Il Garante per la protezione dei dati personali, con delibera del 19 dicembre 2018 (pubblicata in Gazzetta ufficiale n. 12 del 15 gennaio 2019) ha fissato le Regole deontologiche relative ai trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive o per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria.

Leggi dopo

Indagini difensive. L’atto redatto dal difensore ha lo stesso valore di quello del P.M.

21 Gennaio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III, 2 ottobre 2018 (dep. il 17 gennaio 2019), n. 2049

Indagini difensive

La Cassazione penale, Sez. III, sentenza del 2 ottobre 2018 (depositata il 17 gennaio 2019), n. 2049, ha affermato il seguente principio di diritto: «l’atto redatto dal difensore, ex art. 391-bis -ter c.p.p., ha la stessa natura e gli stessi effetti processuali del corrispondente verbale redatto dal pubblico ministero e può

Leggi dopo

Violazione degli obblighi di assistenza familiare: il reato non sussiste se il figlio è maggiorenne

14 Gennaio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. VI, 12 dicembre 2018 (dep. 11 gennaio 2018), n. 1342

Violazione degli obblighi di assistenza familiare

La Cassazione penale, Sez. VI, con sentenza n. 1342, depositata l’11 gennaio 2019, ha affermato che non può ritenersi integrato il reato di cui all’art. 570 c.p., Violazione degli obblighi di assistenza familiare, quando il figlio è maggiorenne. Tale soluzione, a parere del Supremo Collegio, è imposta dal tenore letterale della norma di riferimento, che al comma 2, n. 2 incrimina...

Leggi dopo

L'azione civile esercitata nel processo penale segue le regole della prescrizione penale

08 Gennaio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. V, 24 settembre 2018 (dep. 2 gennaio 2019), n. 46

Parte civile, responsabile civile e soggetto civilmente obbligato per la pena pecuniaria

È da ritenersi superato l'orientamento giurisprudenziale secondo cui «ai fini della tempestività dell'esercizio dell'azione civile nel processo penale occorre far riferimento alle regole del processo civile, con la conseguenza che essa deve essere proposta nel termine di cinque anni dal giorno in cui il fatto illecito si sia verificato»

Leggi dopo

Una (provvidenziale) nuova proroga in materia di intercettazioni

08 Gennaio 2019 | di Leonardo Filippi

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

L'ennesima proroga: la legge 30 dicembre 2018, n. 145, c.d. legge di bilancio, ha prorogato al 1° agosto 2019 l'entrata in vigore della tanto tormentata e contestata riforma, o meglio sarebbe dire “controriforma”, in materia di intercettazioni, introdotta dal d.lgs. 216/2017. La disposizione transitoria del d.lgs. 216/2017, all'art. 9, nel suo testo originario, prevedeva che...

Leggi dopo

Il processo penale come strumento di politica sociale

07 Gennaio 2019 | di Giorgio Spangher

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

È affermazione abbastanza consolidata che il diritto penale e il processo penale siano estrinsecazione di scelte politiche, nella misura in cui determinano ciò che è lecito e ciò che è illecito e definiscono le modalità, cioè i poteri e i mezzi, con i quali si effettuano gli accertamenti delle responsabilità. Si tratta di scelte che ineriscono alla democrazia di un Paese nella misura in cui si tratta di bilanciare le esigenze collettive con quelle individuali, di trovare cioè il giusto equilibrio tra le esigenze di tutela della collettività e quelle dei diritti spesso fondamentali dell'uomo.

Leggi dopo

Pagine