News

News

Respinta la Q.L.C. per il concorso esterno in associazione mafiosa

15 Settembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. II

Concorso esterno nei reati associativi

È manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale degli articoli 110 e 416-bis c.p. per contrasto con gli articoli 25, comma 2, 117 Cost. e 7 Convenzione Edu.

Leggi dopo

Calciopoli. Depositate le motivazioni della Cassazione

11 Settembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III

Associazione per delinquere

Depositate le 150 pagine di motivazione dei giudici di Cassazione sulla nota vicenda, non solo giudiziaria, di Calciopoli. Il caso ha origine dalle accuse mosse nei confronti di alcuni dirigenti sportivi e vertici arbitrali di condizionare il campionato di calcio a favore di alcune specifiche squadre.

Leggi dopo

Frode Iva, per la Corte di giustia Ue il termine di prescrizione è troppo breve

10 Settembre 2015 | di Redazione Scientifica

Corte di Giustizia dell’Unione europea

Prescrizione del reato

La Corte ha ritenuto che il giudice italiano deve disapplicare la normativa interna in tema di prescrizione nel caso in cui essa, stabilendo un termine di prescrizione complessivo troppo breve, impedisca che i reati di frode grave in materia Iva siano sanzionati in modo effettivo e dissuasivo.

Leggi dopo

La Suprema Corte definisce i principi della valutazione frazionata

10 Settembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. V,

Chiamata in reità o correità

I giudici di legittimità della quinta sezione penale della Corte di cassazione, chiamati a pronunciarsi su un ricorso relativo ad un pronuncia di condanna per un duplice omicidio, affermano alcune importanti regole per la c.d. valutazione frazionata delle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia (gli omicidi si inserivano nel contesto della malavita calabrese).

Leggi dopo

Lesioni gravissime: la condotta del lavoratore non rileva se mancano le misure di sicurezza

09 Settembre 2015 | di Redazione Scientifica

Infortuni sul lavoro

L’accertamento delle cause che hanno determinato il cedimento del trabattello, e quindi causato lesioni gravissime al lavoratore, è del tutto marginale a fronte del mancato approntamento da parte del datore di lavoro, delle misure di sicurezza e prevenzione degli infortuni, condotta lesiva questa a cui va ricollegato l’evento lesivo.

Leggi dopo

Verso una maggiore tutela della vittima. Il Consiglio dei Ministri approva lo schema di decreto

05 Settembre 2015 | di Redazione Scientifica

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

Nel Consiglio dei Ministri del 4 settembre è stato approvato in esame preliminare, su proposta del Ministero della giustizia, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2012/29/Ue del Parlamento e del Consiglio del 25 ottobre 2012, la quale sostituisce quanto contenuto nella decisione quadro 2001/220/Gai, che introduce delle norme minime in materia di diritti, assistenza e protezione delle vittime.

Leggi dopo

Ribadita l’autonomia tra responsabilità amministrativa degli enti e responsabilità penale della persona fisica

04 Settembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. I

Responsabilità degli enti

La condanna della persona giuridica non dipende dalle sorti del processo in capo alla persona fisica, trattandosi di due responsabilità tra loro autonome.

Leggi dopo

Permessi di soggiorno troppo costosi: la condanna dell'Ue

03 Settembre 2015 | di Redazione Scientifica

Corte di Giustizia dell’Unione europea

Stranieri

Oneri economici troppo elevati per il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno in Italia. La condanna arriva dalla Corte di Giustizia dell’Unione europea con la sentenza del 2 settembre 2015, pronunciata sul ricorso presentato da C.G.I.L e Inca. (Istituto Nazionale Confederale Assistenza).

Leggi dopo

Per richiedere un rito alternativo anche il sostituto del difensore deve essere munito di procura speciale

02 Settembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. II

Procedimenti speciali

Il sostituto del difensore di fiducia con procura speciale per la richiesta dei riti alternativi non è legittimato a formulare istanza di giudizio abbreviato se nella procura non è stata espressamente precisata la possibilità per l’eventuale sostituto di intervenire anche in tali specifici incombenti.

Leggi dopo

La tutela dell’infanzia prevale sulle esigenze cautelari

02 Settembre 2015 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. VI

Misure cautelari personali

Il caso sottoposto all’esame dei giudici di cassazione riguarda la richiesta da parte di soggetto sottoposto a custodia cautelare carceraria di revoca della misura ovvero, in subordine, di sostituzione con misura meno afflittiva in ragione della necessità di prestare assistenza alla figlia di anni 4.

Leggi dopo

Pagine