News

News

Modifiche al testo unico in materia di spese di giustizia: in Gazzetta il decreto

27 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

decreto legislativo 7 marzo 2019, n. 24

Patrocinio a spese dello Stato

Entrerà in vigore il prossimo 10 aprile, il d.lgs. 24/2019 che attua la direttiva UE 2016/1919 sull’ammissione al patrocinio a spese dello Stato per indagati e imputati nell’ambito di procedimenti penali e per le persone ricercate nell’ambito di procedimenti di esecuzione del mandato d’arresto europeo.

Leggi dopo

Intercettazioni: l’invio dei file audio alla difesa è dovuto solo in caso di divergenza rispetto ai “brogliacci”

27 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III, 23 gennaio 2019 (dep. 26 marzo 2019), n. 13074

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

In tema di riesame, l’omesso deposito del c.d. “brogliaccio” di ascolto e dei file audio delle registrazioni di conversazioni oggetto di intercettazioni non è sanzionato...

Leggi dopo

Reati contro la P.A.: il patteggiamento impedisce l’applicazione della riparazione pecuniaria

21 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. VI, 14 marzo 2019 (dep. 20 marzo 2019), n. 12541

Patteggiamento

«In tema di reati contro la pubblica amministrazione, il patteggiamento di una pena detentiva anche nella forma c.d. allargata preclude l’applicazione della riparazione pecuniaria di cui all’art. 322-quater c.p., presupponendo...

Leggi dopo

Bancarotta: è penalmente responsabile il sindaco che omette di vigilare

21 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. V, 18 febbraio 2019 (dep. 19 marzo 2019), n. 12186

Reati fallimentari

Per la configurabilità della responsabilità dei sindaci ex art. 2407, comma 2, c.c. per i fatti o le omissioni degli amministratori, quando il danno non si sarebbe prodotto se essi avessero vigilato in conformità degli obblighi della loro carica, non è richiesta l’individuazione di specifici comportamenti che si pongano espressamente in contrasto con tali doveri, ma è sufficiente...

Leggi dopo

L’inadeguatezza degli arresti domiciliari assorbe anche la possibilità di utilizzo degli strumenti di controllo a distanza

18 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III, 15 gennaio 2019 (dep. 13 marzo 2019), n. 10947

Misure cautelari personali

«Il giudizio del tribunale del riesame sull’inadeguatezza degli arresti domiciliari a contenere il pericolo della reiterazione criminosa, per la sua natura di valutazione assorbente e pregiudiziale, costituisce pronuncia implicita sulla impossibilità...

Leggi dopo

Produzione, traffico e detenzione illeciti di stupefacenti: la Consulta “corregge” la pena minima edittale

11 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Corte costituzionale, 23 gennaio 2019 (dep. 8 marzo 2019), n. 40

Droga (traffico di)

La Corte costituzionale, sentenza 23 gennaio 2019 (dep. 8 marzo 2019), n. 40, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 73, comma 1, d.P.R. 309/1990 (T.U. stupefacenti) nella parte in cui prevede la pena minima edittale della reclusione nella misura di otto anni anziché sei.

Leggi dopo

Bancarotta e operazioni infragruppo. Chi deve dimostrare (e come) la natura distrattiva delle condotte

08 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. V, 26 ottobre 2018 (dep. 6 marzo 2019), n. 9851

Reati fallimentari

Per escludere la natura distrattiva di un’operazione infragruppo invocando il maturarsi di vantaggi compensativi, non è sufficiente allegare la mera partecipazione al gruppo, ovvero l’esistenza di un vantaggio per la società controllante, dovendo invece l’interessato dimostrare il saldo finale positivo delle operazioni compiute nella logica e nell’interesse del gruppo...

Leggi dopo

La Consulta salva la legge Merlin: la prostituzione è lecita ma è reato il favorirla e agevolarla

07 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Prostituzione e prostituzione minorile

Non contrasta con la Costituzione la scelta politico criminale, operata con la legge Merlin, di configurare la prostituzione come un’attività in sé lecita ma di punire tutte le condotte di terzi che agevolino o sfruttino tale attività. Questa la decisione della Corte costituzionale in merito alle questioni sollevate dalla Corte d’appello di Bari, con specifico riferimento all’attività di prostituzione liberamente e consapevolmente esercitata dalle c.d. escort.

Leggi dopo

La Corte costituzionale chiude la vicenda De Tommaso: troppo generiche le prescrizioni del “vivere onestamente” e “rispettare le leggi”

01 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Corte cost. 24 gennaio 2019 (dep. 27 febbraio 2019), n. 25

Misure di prevenzione

La Corte costituzionale con la sentenza n. 25 depositata il 27 febbraio 2018, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 75, comma 2, del d.lgs. 159/2011, codice antimafia, nella parte in cui prevede come delitto la violazione degli obblighi e delle prescrizioni inerenti la misura della sorveglianza speciale con obbligo o divieto di soggiorno ove consistente nell’inosservanza delle prescrizione del vivere onestamente e di rispettare le leggi.

Leggi dopo

Misure di prevenzione per gli indiziati di traffici delittuosi: la disciplina è incostituzionale

01 Marzo 2019 | di Redazione Scientifica

Corte cost. 24 gennaio 2019 (dep. 27 febbraio 2019), n. 24

Misure di prevenzione

La Corte costituzionale, sentenza n. 24 depositata il 27 febbraio 2019, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 1 l. 1423/1956, Misure di prevenzione nei confronti delle persone pericolose per la sicurezza e per la pubblica moralità – nella versione vigente sino all’entrata in vigore del codice antimafia – nella parte in cui consente l’applicazione della misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con o senza obbligo o divieto di soggiorno, anche a coloro che debba ritenersi, sulla base di elementi di fatto, che sono abitualmente dediti a traffici delittuosi.

Leggi dopo

Pagine