News

News

L’inapplicabilità dell’art. 131-bis c.p. in caso di comportamento abituale passa indenne il vaglio della Consulta

29 Dicembre 2017 | di Redazione Scientifica

Corte cost., 10 ottobre 2017 (dep. 21 dicembre 2017), ord. n. 279

Particolare tenuità del fatto

Il tribunale ordinario di Padova ha sollevato questione di legittimità costituzionale con riferimento all’inapplicabilità della causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto nel caso di abitualità del comportamento come disposto dall’art. 1, comma 1, lett. m) della legge delega 67/2014 e, di conseguenza, dall’art. 131-bis c.p.

Leggi dopo

Notifica a mezzo Pec: il sistema notificazioni telematiche garantisce l’affidabilità della procedura

27 Dicembre 2017 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., 24 ottobre 2017 (dep. 18 dicembre 2017), n. 56280

Notifiche telematiche

Per provare l’omessa notificazione a mezzo Pec di un decreto di citazione a giudizio non è sufficiente la mera deduzione di incompletezza o non corrispondenza all’originale scansionato poiché l’affidabilità della procedura di notifica è garantita dal Sistema Notificazioni Telematiche (S.N.T.).

Leggi dopo

Approvate le nuove disposizioni per la protezione dei testimoni di giustizia

21 Dicembre 2017 | di Redazione Scientifica

Testimonianza

Il 21 dicembre 2017 il Senato ha approvato in via definitiva il D.D.L. n. 2740 recante Disposizioni per la protezione dei testimoni di giustizia.

Leggi dopo

Le conversazioni whatsapp possono costituire prova documentale?

21 Dicembre 2017 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. V, 19 giugno 2017 (dep. 25 ottobre 2017), n. 49016

Prova

Chiamata a decidere il ricorso avverso la sentenza della Corte d’appello di Caltanissetta che confermava la condanna emessa nei confronti del ricorrente a esito di giudizio abbreviato per il delitto di atti persecutori commesso in danno alla ex minorenne, la Corte di cassazione, Sez. V penale, ha affrontato la questione se fosse o meno acquisibile la trascrizione ...

Leggi dopo

Il “rigoroso accertamento” del giudice per l’applicazione della confisca

21 Dicembre 2017 | di Redazione Scientifica

Confisca (misura di prevenzione)

La Corte di cassazione, con sentenza n. 54882 depositata il 6 dicembre 2017, ha stilato una sorta di vademecum per il giudice che deve redigere la motivazione in ordine alla confisca di beni immobili ex art. 24 d.lgs. 159/2011. Il Collegio ha evidenziato la necessità che il giudice proceda a «un rigoroso accertamento nella stima dei valori in raffronto, considerando il reddito dichiarato ...

Leggi dopo

Un anno e sei mesi per depositare le motivazioni altrimenti la confisca perde efficacia

18 Dicembre 2017 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. I, 26 settembre 2017 (dep. 4 dicembre 2017), n. 54502

Confisca (misura di prevenzione)

La Cassazione penale (sent. 54502/2017) ha precisato che la pronunciadella Corte d’appello che, ai sensi dell’art. 27, comma 6, cod. antimafia deve intervenire entro un anno e sei mesi dal deposito del ricorso affinché il provvedimento di confisca disposto in primo grado non perda efficacia deve essere letta come "deposito della motivazione" ...

Leggi dopo

Associazione per delinquere e attività organizzata per il traffico illecito di rifiuti. I reati possono concorrere

18 Dicembre 2017 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III, 17 maggio 2017 (dep. 20 novembre 2017), n. 52633

Reati ambientali

La Corte di cassazione, chiamata a pronunciarsi sul ricorso presentato da alcuni imputati avverso la sentenza con cui la Corte d’appello di Caltanissetta, in parziale riforma della sentenza emessa dal tribunale di Caltanissetta, dichiarava di non doversi procedere nei confronti del legale rappresentate e del titolare di un’impresa per i reati di cui agli artt. 416 c.p. e 260 d.lgs. 152/2006 in quanto estinti per intervenuta prescrizione, ha ribadito ...

Leggi dopo

Reformatio in pejus. Nessun obbligo di rinnovazione dibattimentale del teste subornato

15 Dicembre 2017 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. II, 26 settembre 2017 (dep. 11 dicembre 2017), n. 55068

Reformatio in pejus (divieto di)

L’acquisizione in primo grado delle testimonianze cartolari all’esito dell’incidente previsto dall’art. 500 c.p.p., comma 4, non implica in grado di appello alcun obbligo di rinnovazione dibattimentale, essendo la matrice della cartolarizzazione individuabile nella subornazione, ovvero in una condizione del testimone ...

Leggi dopo

L’inammissibilità del ricorso per cassazione proposto dall’imputato non ammette eccezioni per il detenuto

13 Dicembre 2017 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. I, 4 ottobre 2017 (dep. 23 novembre 2017), n. 53330

Ricorso per cassazione

La legge 103/2017 ha modificato il sistema delle impugnazioni penali. Tra le varie novità, la riforma ha escluso la facoltà per la parte che è imputata di proporre ...

Leggi dopo

Quando una sentenza può dirsi “di condanna” ai fini della revisione?

12 Dicembre 2017 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. II, 25 ottobre 2017 (dep. 28 novembre 2017), n. 53678

Revisione

È discusso in Cassazione «se, in caso di sentenza passata in giudicato con la quale l’imputato sia stato prosciolto per prescrizione del reato ascrittogli, ma condannato al risarcimento dei danni a favore della parte civile costituita, sia o no ammissibile il giudizio di revisione».

Leggi dopo

Pagine