News

News

Costituzionalmente illegittima la “prenotazione a debito” del consulente in caso di parti ammesse al patrocinio a spese dello Stato

02 Ottobre 2019 | di Redazione Scientifica

Corte cost., 5 giugno 2019 (dep. 1° ottobre 2019), n. 217

Patrocinio a spese dello Stato

Con sent. n. 217/2019, la Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 131, comma 3, del d.P.R. n. 115/2002 in materia di spese di giustizia, stabilendo come tale norma sia da intendersi irragionevole perché...

Leggi dopo

Colloquio difensivo in carcere: nessun divieto all'accesso degli strumenti informatici dell'avvocato

01 Ottobre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III, 18 aprile 2019 (dep. 18 settembre 2019), n. 38609

Difesa e difensore

Secondo la Cassazione, infatti, non esistono norme giuridiche, né nel codice di rito, né nell’ordinamento penitenziario che escludono espressamente l’accesso in carcere di strumenti informatici: il fisiologico bilanciamento tra esigenze di sicurezza, da una parte, e...

Leggi dopo

La Consulta sul fine vita: non è punibile chi a determinate condizioni agevola il proposito di suicidio

27 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Istigazione (alla corruzione o al suicidio)

Con il Comunicato del 25 settembre 2019, la Corte costituzionale ha esaminato le questioni sollevate dalla Corte d’Assise di Milano sull’art. 580 c.p. in tema di punibilità dell’aiuto al suicidio sorte nell’ambito del caso Cappato.

Leggi dopo

Anche l'amministratore di una S.P.A. è qualificabile come pubblico ufficiale

25 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III, 26 giugno 2019 (dep. 4 settembre 2019), n. 37054

Delitti contro la pubblica amministrazione

Con sentenza n. 37054 del 2019, la Terza Sezione ha ribadito un principio espresso, in precedenza, dalla Cassazione, per cui «i soggetti inseriti nella struttura organizzativa e lavorativa di una società per azioni possono essere considerati pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio, quando...

Leggi dopo

Sulla sequestrabilità del personal computer della persona giuridica

23 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. V, 17 maggio 2019 (dep. 17 settembre 2019), n. 38456

Sequestro probatorio

L’autorità giudiziaria, al fine di esaminare un’ampia massa di dati i cui contenuti sono potenzialmente rilevanti per le indagini, può disporre il sequestro dai contenuti molto estesi. Il sequestro probatorio, infatti, può colpire il singolo apparato, il dato informatico in sé, ovvero il medesimo dato quale mero “recipiente” di informazioni

Leggi dopo

Il curatore fallimentare è legittimato a impugnare i provvedimenti di prevenzione reale

23 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. II, 17 maggio 2019 (dep. 18 settembre 2019), n. 38573

Misure di prevenzione

Secondo la Seconda Sezione Penale, gli artt. 63 e 63 del d.lgs. n. 159 del 2011, così come modificato dal d.lgs. n. 161 del 2017, permettono di distinguere la figura del curatore fallimentare nell’ambito del procedimento di prevenzione reale rispetto a quella che esso riveste in procedimenti similari, e di riconoscergli la legittimazione a impugnare la misura cautelare reale nell’ipotesi di fallimento in precedenza già dichiarato.

Leggi dopo

Messa alla prova. Come valutare la “adeguatezza” del risarcimento del danno

18 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. II, 13 giugno 2019 (dep. 30 luglio 2019), n. 34878

Sospensione del procedimento con messa alla prova

Con la sent. n. 34878/2019, la Seconda Sezione ha esplicitato la natura e la portata della disposizione di cui all’art. 168-bis, comma 2, c.p., in relazione alla valutazione da parte del giudice della “adeguatezza” del programma prescrittivo con specifico riferimento al risarcimento del danno.

Leggi dopo

Codice Rosso. La video-intervista ad Alessia Sorgato

17 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli

Il 9 agosto 2019 è entrata in vigore la legge n. 69/2019, meglio nota come Codice Rosso. Con questo provvedimento il legislatore ha voluto alzare il livello di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, attraverso l’introduzione di nuovi reati, tra tutti il revenge porn, e creando un canale investigativo preferenziale per questi delitti. Le nuove norme hanno da subito suscitato alcuni dubbi sulla loro effettiva efficacia.

Leggi dopo

Detenzione: il letto è spazio vivibile

17 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. VII, 20 giugno 2019 (dep. 2 settembre 2019), ord. n. 36746

Detenzione

Con l’ordinanza n. 36746/2019, la Settima Sezione ha dichiarato inammissibile il ricorso per cassazione del ricorrente che aveva attivato il rimedio risarcitorio di cui all’art. 35-ter ord. pen., sostenendo di essere stato ristretto in condizioni inumane e degradanti presso la Casa di Reclusione di Padova. S

Leggi dopo

È violenza privata strappare e ingoiare il verbale dell'assemblea

16 Settembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. V., 20 aprile 2019 (dep. 30 luglio 2019), n. 34800

Delitti contro la persona

Nel giudizio di merito era stata confermata la responsabilità di Tizio, per il reato di violenza privata ex art. 610 c.p., per avere costretto i condomini a sospendere i lavori dell'assemblea condominiale. In particolare, oltre alle minacce, Tizio aveva strappato e ingoiato una pagina del verbale dell'assemblea.

Leggi dopo

Pagine