News

News

Le dichiarazioni rese al GIP del “testimone assistito” possono essere lette in dibattimento

22 Ottobre 2020 | di Redazione Scientifica

Corte cost., 23 settembre 2020 (dep. 20 ottobre 2020), n. 218

Dibattimento

L’art. 512, comma 1, c.p.p. è stato dichiarato costituzionalmente illegittimo nella parte in cui non prevede che, alle condizioni ivi stabilite, sia data lettura delle dichiarazioni rese al giudice per le indagini preliminari in sede di interrogatorio di garanzia dall’imputato di un reato collegato a norma dell’art. 371, comma 2, lett. b), che, avendo ricevuto l’avvertimento di cui all’art. 64, comma 3, lett. c), sia stato citato per essere sentito come testimone.

Leggi dopo

Decreto sicurezza: il testo in Gazzetta Ufficiale

22 Ottobre 2020 | di Redazione Scientifica

D.l. 21 ottobre 2020, n. 130

Stranieri

È stato pubblicato sulla G.U. del 21 ottobre 2020, n. 261 il decreto legge 21 ottobre 2020, n. 130 recante «Disposizioni urgenti in materia di immigrazione, protezione internazionale e complementare, modifiche agli articoli 131-bis, 391-bis, 391-ter e 588 del codice penale, nonchè misure in materia di divieto di accesso agli esercizi pubblici ed ai locali di pubblico trattenimento, di contrasto all'utilizzo distorto del web e di disciplina del Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale».

Leggi dopo

Una sentenza in contrasto con i principi del “giusto processo” e la parità delle armi

20 Ottobre 2020 | di Antonella Marandola

Giusto processo

Nel contesto della grande mole di sentenze che la Cassazione deposita nel corso di un anno, alcune sicuramente assumono un ruolo marginale, alcune positivo, altre negativo. Sotto quest’ultimo profilo, la sentenza Cass. pen., Sez. III, 29 maggio 2020-18 febbraio 2020, n. 16458 è destinata a costituire un particolare esempio di sentenza di cui non può non essere rimarcato un così alto tasso di negatività tanto da richiedere - forse - un intervento chiarificatore delle Sezioni Unite, salva una immediata “precisazione delle stessa o di altre sezioni”.

Leggi dopo

COVID-19: quando il formato dell’atto richiesto dal difensore è incompatibile con la trasmissione telematica

14 Ottobre 2020 | di Redazione Scientifica

Notifiche telematiche

Con specifico riferimento al protocollo adottato dal Tribunale di Bologna durante l’emergenza sanitaria da COVID-19 e avente ad oggetto la disciplina delle udienze di riesame, la Corte di Cassazione ha confermato l’inoperatività della modalità telematica invocata dal difensore per la trasmissione di alcuni atti in formato cartaceo depositati presso la cancelleria dell’Ufficio giudiziario.

Leggi dopo

Perquisito lo studio legale dell’avvocato che ha falsificato la firma del cliente: quali documenti possono dirsi corpo del reato?

12 Ottobre 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. V, 21 settembre 2020 (dep. 7 ottobre 2020), n. 27988

Delitti contro la fede pubblica

Ai fini del sequestro, devono considerarsi corpo del reato le cose sulle quali o mediante le quali il reato è stato commesso nonché le cose che costituiscono il prodotto, il profitto o il prezzo.

Leggi dopo

Udienze da remoto e trattazione scritta: giustizia a distanza per tutto il 2020

09 Ottobre 2020 | di Redazione Scientifica

Procedimento e processo

Testualmente l’art. 1, comma 3, d.l. n. 125/2020 prevede che: «Al decreto-legge 30 luglio 2020, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 settembre 2020, n. 124, sono apportate le seguenti modificazioni: a) all'articolo 1, comma 3, le parole: «15 ottobre 2020» sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2020»».

Leggi dopo

Udienze pubbliche da remoto anche in Corte Costituzionale fino al 31 gennaio 2021

09 Ottobre 2020 | di Redazione Scientifica

Corte costituzionale

A partire dal 20 ottobre 2020 e fino al 31 gennaio 2021, singoli giudici e avvocati potranno partecipare all’udienza pubblica, mediante collegamento da remoto, qualora ragioni legate all’emergenza epidemiologica da COVID-19 impediscano loro di essere presenti alla Corte costituzionale.

Leggi dopo

Giudizio di rinvio a seguito di ordinanza cautelare: da quando decorrono i dieci giorni per la richiesta di riesame?

09 Ottobre 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. Unite, 16 luglio 2020 (dep. 29 settembre 2020), n. 27104

Riesame

Se, in tema di misure cautelari personali, nel caso di giudizio di rinvio a seguito di ordinanza che abbia disposto o confermato la misura, il termine di dieci giorni dalla ricezione degli atti, previsto per la decisione dall'art. 311 c.p.p., comma 5-bis...

Leggi dopo

Appello cautelare: derogata la sospensione ex lege dei termini processuali in presenza dell’espressa richiesta di procedere

05 Ottobre 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. I, 17 settembre 2020 (dep. 30 settembre 2020), n. 27213

Misure cautelari personali

In presenza della disciplina generale oggetto dell’art. 83, d.l. n. 18/2020, il bilanciamento tra l’esigenza di garantire il diritto alla celebrazione dei procedimenti nei confronti di soggetti la cui situazione sia già pesantemente segnata dalla pendenza del procedimento e quella di assicurare il distanziamento sociale viene rimesso alla scelta espressa della persona soggetta a procedimento.

Leggi dopo

Intercettazioni: la direttiva della Procura di Perugia

02 Ottobre 2020 | di Redazione Scientifica

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Si pubblica la direttiva in materia di intercettazioni della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia.

Leggi dopo

Pagine