Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Difensore non abilitato al patrocinio dinanzi alla giurisdizioni superiori: l’imputato ha diritto alla nomina d’ufficio del sostituto cassazionista?

15 Aprile 2019 | di Luana Granozio

Cass. pen, Sez. V,

Difesa e difensore

Quali sono gli oneri e le facoltà del difensore non cassazionista che ritenga interesse dell'imputato presentare ricorso? La consunzione del termine per proporre l'impugnazione, in attesa della sostituzione d'ufficio del difensore, determina una nullità? Vi sono obblighi per il Giudice?

Leggi dopo

Trattenimento di minore all’estero da parte di un genitore contro la volontà dell'altro e punibilità della condotta secondo la legge italiana

12 Aprile 2019 | di Piera Gasparini

Cass. pen., Sez. VI,

Delitti contro la persona

La questione affrontata dalla decisione in commento riguarda la configurazione giuridica della fattispecie penale di cui all'art. 574-bis c.p., in punto di verifica della sussistenza dell'evento del reato e dell'offensività della condotta quale criterio di collegamento con la giurisdizione italiana...

Leggi dopo

Sul concorso colposo nel delitto doloso la Cassazione cambia di nuovo idea

12 Aprile 2019 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. IV

Concorso (eventuale) di persone nel reato

Nell'ordinamento giuridico italiano è configurabile il concorso colposo nel delitto doloso? Dottrina e giurisprudenza ammettono, pacificamente, le ipotesi di concorso di persone caratterizzate da atteggiamenti soggettivi omogenei; in particolare, il concorso doloso nei delitti e nelle contravvenzioni dolose, per i quali è sufficiente quanto disposto dall'art. 110 c.p., e il concorso colposo...

Leggi dopo

Rifiuto di sottoporsi all’alcoltest: il patteggiamento preclude al giudice di rilevare il mancato avviso di farsi assistere da un difensore

10 Aprile 2019 | di Federica Negro

Cass. pen., Sez. IV,

Patteggiamento

La richiesta di applicazione concordata della pena, presupponendo la rinuncia a far valere qualunque eccezione di nullità, anche assoluta, diversa da quelle attinenti alla richiesta di patteggiamento ed al consenso ad essa prestato, comporta che il giudice investito della stessa non possa rilevare, ai sensi dell’art. 129 c.p.p. in caso di...

Leggi dopo

Modalità per l'acquisizione dei verbali di precedenti dichiarazioni rese da persona minacciata che non si sottrae all'esame

08 Aprile 2019 | di Maria Simona Chelo

Cass. pen., Sez. II,

Dibattimento

La questione sottoposta allo scrutinio di legittimità è la seguente: se la disciplina di cui all'art. 500, comma 4, c.p.p. postuli o meno la previa audizione dibattimentale del dichiarante che abbia subito pressioni finalizzate a non deporre o a deporre il falso, qualora il testimone non si sottragga all'esame dibattimentale.

Leggi dopo

Gli avvisi al difensore vanno inviati all’indirizzo PEC risultante dal ReGIndE

04 Aprile 2019 | di Maria Cristina Amoroso

Cass. pen., Sez. II,

Notifiche telematiche

Può il difensore contestare la legittimità dell’avviso inviato dall’ufficio giudiziario tramite PEC, adducendo di avere in uso una casella di posta elettronica certificata differente da quella risultante dai pubblici registri elettronici consultabili dalla cancelleria?

Leggi dopo

Reati abituali e ammissibilità dell’arresto in flagranza da parte di chi non ha assistito personalmente ai fatti

01 Aprile 2019 | di Valentina Ventura

Cass. pen., Sez. V,

Arresto in flagranza e fermo

La questione sottoposta all’esame della Suprema Corte è se sia possibile procedere all’arresto in flagranza anche quando il bagaglio conoscitivo del soggetto che procede all’arresto derivi da pregresse denunce presentate dalla vittima, denunce presentate per fatti a cui egli non abbia assistito personalmente.

Leggi dopo

La Consulta espunge dal sistema le misure di prevenzione nei confronti dei soggetti “abitualmente dediti a traffici delittuosi”

28 Marzo 2019 | di Corinna Forte

Corte Costituzionale,

Misure di prevenzione

Con la pronuncia in commento la Consulta tende a delineare, una volta e per tutte, una sorta di statuto generale delle misure di prevenzione, ricostruendone la natura giuridica e i presupposti alla luce dei parametri, in parte nuovi, emergenti dal contesto convenzionale e costituzionale; lo fa prendendo le mosse dall'analisi delle principali tappe che ne hanno caratterizzato l'evoluzione legislativa e giurisprudenziale, non sempre lineare e intimamente coerente.

Leggi dopo

Processo di prevenzione: le comunicazioni al P.M. possono essere effettuate mediante Pec?

26 Marzo 2019 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. V,

Notifiche telematiche

La questione posta al vaglio della Suprema Corte può essere sintetizzata nel modo seguente: in tema di procedimento di prevenzione, è legittimo l’utilizzo della posta elettronica per effettuare le comunicazioni o le notificazioni dirette al pubblico ministero?

Leggi dopo

La confisca urbanistica senza condanna: per la Cassazione si può ma i dubbi restano tanti

25 Marzo 2019 | di Andrea Chelo

Cass. pen., Sez. III, 8 novembre 2018 (dep. 7 febbraio 2019), n. 5936

Edilizia ed urbanistica

La questione affrontata dalla Corte è quella della possibilità di applicare la confisca urbanistica in assenza di condanna. Il problema, da tempo noto alla giurisprudenza, origina a causa del dato testuale dell'art. 44, comma 2, d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, che, anziché ricollegare la confisca alla sentenza di condanna, stabilisce che «la sentenza definitiva del giudice penale che accerta che vi è stata lottizzazione abusiva, dispone la confisca dei terreni...

Leggi dopo

Pagine