Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Modalità per l'acquisizione dei verbali di precedenti dichiarazioni rese da persona minacciata che non si sottrae all'esame

08 Aprile 2019 | di Maria Simona Chelo

Cass. pen., Sez. II,

Dibattimento

La questione sottoposta allo scrutinio di legittimità è la seguente: se la disciplina di cui all'art. 500, comma 4, c.p.p. postuli o meno la previa audizione dibattimentale del dichiarante che abbia subito pressioni finalizzate a non deporre o a deporre il falso, qualora il testimone non si sottragga all'esame dibattimentale.

Leggi dopo

Gli avvisi al difensore vanno inviati all’indirizzo PEC risultante dal ReGIndE

04 Aprile 2019 | di Maria Cristina Amoroso

Cass. pen., Sez. II,

Notifiche telematiche

Può il difensore contestare la legittimità dell’avviso inviato dall’ufficio giudiziario tramite PEC, adducendo di avere in uso una casella di posta elettronica certificata differente da quella risultante dai pubblici registri elettronici consultabili dalla cancelleria?

Leggi dopo

Reati abituali e ammissibilità dell’arresto in flagranza da parte di chi non ha assistito personalmente ai fatti

01 Aprile 2019 | di Valentina Ventura

Cass. pen., Sez. V,

Arresto in flagranza e fermo

La questione sottoposta all’esame della Suprema Corte è se sia possibile procedere all’arresto in flagranza anche quando il bagaglio conoscitivo del soggetto che procede all’arresto derivi da pregresse denunce presentate dalla vittima, denunce presentate per fatti a cui egli non abbia assistito personalmente.

Leggi dopo

La Consulta espunge dal sistema le misure di prevenzione nei confronti dei soggetti “abitualmente dediti a traffici delittuosi”

28 Marzo 2019 | di Corinna Forte

Corte Costituzionale,

Misure di prevenzione

Con la pronuncia in commento la Consulta tende a delineare, una volta e per tutte, una sorta di statuto generale delle misure di prevenzione, ricostruendone la natura giuridica e i presupposti alla luce dei parametri, in parte nuovi, emergenti dal contesto convenzionale e costituzionale; lo fa prendendo le mosse dall'analisi delle principali tappe che ne hanno caratterizzato l'evoluzione legislativa e giurisprudenziale, non sempre lineare e intimamente coerente.

Leggi dopo

Processo di prevenzione: le comunicazioni al P.M. possono essere effettuate mediante Pec?

26 Marzo 2019 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. V,

Notifiche telematiche

La questione posta al vaglio della Suprema Corte può essere sintetizzata nel modo seguente: in tema di procedimento di prevenzione, è legittimo l’utilizzo della posta elettronica per effettuare le comunicazioni o le notificazioni dirette al pubblico ministero?

Leggi dopo

La confisca urbanistica senza condanna: per la Cassazione si può ma i dubbi restano tanti

25 Marzo 2019 | di Andrea Chelo

Cass. pen., Sez. III, 8 novembre 2018 (dep. 7 febbraio 2019), n. 5936

Edilizia ed urbanistica

La questione affrontata dalla Corte è quella della possibilità di applicare la confisca urbanistica in assenza di condanna. Il problema, da tempo noto alla giurisprudenza, origina a causa del dato testuale dell'art. 44, comma 2, d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, che, anziché ricollegare la confisca alla sentenza di condanna, stabilisce che «la sentenza definitiva del giudice penale che accerta che vi è stata lottizzazione abusiva, dispone la confisca dei terreni...

Leggi dopo

Sui limiti alla confiscabilità in via “diretta” del denaro depositato su conto corrente per reati tributari

22 Marzo 2019 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. III,

Confisca (misura di sicurezza)

In tema di reati tributari, e in particolare in relazione ai reati consistenti nell'omesso versamento delle imposte, le giacenze rinvenute sul conto corrente nella disponibilità dell'imputato nel momento del sequestro possono essere oggetto di confisca “diretta” ovvero possono essere sottoposte ad un provvedimento di confisca “per equivalente” o “di valore”?

Leggi dopo

La Cassazione torna sui limiti di operatività dello strumento della 'revisione europea'

21 Marzo 2019 | di Natalia Rombi

Cass. pen, Sez. V, 13 dicembre 2018 (dep. 21 febbraio 2019), n. 7918

Revisione

La questione sottoposta alla Cassazione riguardava la possibilità di estendere gli effetti di una pronuncia del giudice di Strasburgo (Lorefice c. Italia) a casi analoghi a quello deciso. Il ricorrente pretendeva l'applicazione dei principi enunciati dalle Sezioni Unite nel caso Ercolano, caso in cui la giurisprudenza ha riconosciuto la possibilità di estendere gli effetti della sentenza...

Leggi dopo

Conseguenze del tardivo e incompleto recepimento della direttiva sull'indennizzo per le vittime transfrontaliere di reati violenti

20 Marzo 2019 | di Irma Conti

Cass. civ., Sez. III

Risarcimento del danno

Con l'ordinanza interlocutoria in commento, la Corte di Cassazione, ai sensi dell'art. 267 del TFUE, ha sollevato la questione pregiudiziale alla Corte di Giustizia dell'Unione Europea in materia di risarcimento per le vittime di reati violenti per cittadini non...

Leggi dopo

Furto in condominio attraverso i ponteggi: la concorrente responsabilità del committente e dell'appaltatore

19 Marzo 2019 | di Gian Andrea Chiesi

Trib. Torre Annunziata

Furto

In ipotesi di appalto di opere di manutenzione all'edificio condominiale, chi è tenuto al risarcimento dei danni nel caso di furto in uno degli appartamenti ivi ubicati, realizzato servendosi delle impalcature necessarie all'esecuzione dell'appalto medesimo?

Leggi dopo

Pagine