Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Parcheggio dell'automobile nello spazio riservato a persona disabile e violenza privata

25 Maggio 2017 | di Donatella Perna

Cass. pen., Sez. V

Circolazione stradale

La questione proposta è dunque quella della esatta qualificazione giuridica del comportamento di chi parcheggi il proprio mezzo nello spazio riservato a persona disabile: se, e a quali condizioni, esso costituisca violenza privata e non, piuttosto, mero illecito amministrativo ai sensi dell'art. 158 d.lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e ...

Leggi dopo

Forme del dolo e difficoltà probatorie nel delitto tentato

24 Maggio 2017 | di Federico Lucariello

Cass. pen., Sez. I

Delitto tentato

Il provvedimento in analisi ruota essenzialmente intorno alla fattispecie di tentato omicidio, cercando di fare chiarezza in ordine al delicatissimo tema dell'elemento soggettivo necessario e sufficiente alla integrazione della stessa e alle connesse difficoltà probatorie. In particolare, dalla lettura della motivazione, ferma la incompatibilità tra dolo eventuale e tentativo, sembra potersi inferire la conclusione secondo cui ...

Leggi dopo

Costituzione di parte civile nel processo nei confronti degli enti collettivi: una sorprendente decisione di merito

22 Maggio 2017 | di Ciro Santoriello

Corte di assise di Taranto

Parte civile, responsabile civile e soggetto civilmente obbligato per la pena pecuniaria

Innanzi alla Corte di assise di Taranto è in corso di svolgimento il cosiddetto processo “Ambiente Svenduto”, inerente la vicenda giudiziaria relativa al caso Ilva e che vede imputate, accanto alle numerose persone fisiche, anche le tre società del gruppo – Riva FIRE S.P.A. (oggi Partecipazioni industriali S.P.A.), Ilva S.P.A. e Riva ...

Leggi dopo

Sequestro mediante oscuramento della pagina facebook che contiene post minacciosi

19 Maggio 2017 | di Francesca Di Muzio

Tribunale di Reggio Emilia

Sequestro preventivo

Il sequestro disposto in relazione ai soli post pubblicati su una pagina Facebook è idoneo ad impedire che siano aggravate o protratte le conseguenze dei reati già consumati ma non ad impedire la commissione di ulteriori analoghi fatti delittuosi poiché il bene (la pagina Facebook) tornerebbe nella disponibilità – tra gli altri – di coloro che ...

Leggi dopo

Giudizio abbreviato e rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale

18 Maggio 2017 | di Valerio Aiuti

Cass. pen., Sez. unite

Reformatio in pejus (divieto di)

Le Sezioni unite sono state adìte per stabilire se i princìpi enunciati dalla precedente Sezioni unite Dasgupta (Cass. pen., Sez. unite, 28 aprile 2016, n. 27620) valgano anche nell'ipotesi di giudizio abbreviato non condizionato: o: ove il P.M. impugni il proscioglimento in primo grado per motivi inerenti alla valutazione delle prove dichiarative il giudice d'appello è obbligato a risentire i testimoni decisivi prima di poter ribaltare la decisione e condannare l'imputato?

Leggi dopo

La bancarotta fraudolenta per distrazione tra società collegate o infragruppo

17 Maggio 2017 | di Marco Marzari

Cass. pen., Sez. V

Reati fallimentari

La questione che viene portata all’esame della Corte concerne i rapporti patrimoniali tra distinte società appartenenti allo stesso gruppo societario. Nello specifico, ciò che viene qui analizzato sono le fuoriuscite di denaro dal patrimonio della società (poi) fallita a vantaggio di altre società “consorelle” ed il quesito che si pone è se ...

Leggi dopo

Criteri motivazionali del Gip: tra autonoma valutazione, motivazione per relationem e “copia e incolla”

15 Maggio 2017 | di Maria Hilda Schettino

Cass. pen., Sez. VI

Misure cautelari personali

Il provvedimento in analisi affronta il tema degli obblighi motivazionali che gravano sul giudice a seguito di una richiesta di misura cautelare. È appena il caso di avvertire che si tratta di un tema tanto ricorrente nella giurisprudenza di merito e di legittimità, quanto delicato perché incide in maniera diretta sull'inviolabilità della libertà personale costituzionalmente garantita.

Leggi dopo

La confisca di complesso aziendale all'indiziato di contiguità mafiosa e la difficile sostenibilità della espansione dei congegni presuntivi

12 Maggio 2017 | di Leonardo Iannone

Cass. pen., Sez. I

Confisca (misura di prevenzione)

La confisca di prevenzione di un complesso aziendale non può che essere disposta per l'insieme unitario aziendale non risultando possibile la individuazione e separazione all'interno dello stesso organismo delle componenti frutto di apporti leciti in quanto ...

Leggi dopo

Omesso versamento di Iva: la Cassazione esclude l'applicabilità dei principi dettati dalla sentenza Taricco per mancanza di frode

10 Maggio 2017 | di Letizia d'Altilia

Cass. pen., Sez. III,

Reati tributari

Occorre chiedersi se i principi dettati dalla sentenza Taricco della C.G.UE nei casi di gravi frodi fiscali possano trovare applicazione anche nell'ipotesi di omesso versamento Iva (art. 10-ter, d.lgs. 74/2000).

Leggi dopo

Decreto penale e particolare tenuità del fatto: un nuovo caso di abnormità strutturale a tutela del contraddittorio

10 Maggio 2017 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. I

Particolare tenuità del fatto

Il giudice per le indagini preliminari a cui sia stata richiesta l'emissione di un decreto penale di condanna può rigettare la richiesta e restituire gli atti al pubblico ministero se ritiene che l'imputato possa beneficiare della non punibilità per la particolare tenuità del fatto commesso?

Leggi dopo

Pagine