Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Consolidato il concetto di “grave situazione locale” quale fonte di reale rischio di parzialità dell'ufficio giudiziario

27 Luglio 2015 | di Antonella Marandola

Cass. pen., Sez. V

Rimessione del processo

La grave situazione locale di cui all'art. 45 c.p.p. deve essere intesa come fenomeno esterno di tale e manifesta abnormità da costituire fonte di reale rischio di parzialità dell'ufficio giudiziario procedente ovvero di reale lesione, o pericolo di lesione, della libera determinazione delle persone che vi partecipano,

Leggi dopo

L’azione di responsabilità civile non dà luogo alla rimessione del processo

27 Luglio 2015 | di Antonella Marandola

Cass. pen., Sez. VI

Rimessione del processo

La rimessione del processo è un istituto eccezionale, al quale non si può accedere ricusando tutti i componenti di un intero ufficio giudiziario, né l'acclarata infondatezza delle singole ricusazioni può legittimare la proposizione della richiesta di rimessione.

Leggi dopo

Sospensione condizionale della pena subordinata al pagamento di una provvisionale: il termine per adempiere

27 Luglio 2015 | di Valentina Angeli

Cass. pen., Sez. IV

Provvisionale

Il beneficio della sospensione condizionale della pena non può essere subordinato dal giudice, ove la condizione attenga al pagamento di una somma a titolo provvisionale in favore della parte civile costituita, al versamento della medesima entro un termine anteriore al passaggio in giudicato della sentenza. La statuizione relativa alla apposizione di una condizione di questo genere deve essere annullata senza rinvio.

Leggi dopo

L’istanza di revoca o sostituzione della misura cautelare e la notifica alla persona offesa

27 Luglio 2015 | di Teresa Bene

Cass. pen., Sez. VI

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

In capo all’imputato vige l’onere di notificare la richiesta di modifica della misura cautelare anche quando ne chieda l’applicazione ‘‘con modalità meno gravose’’, in virtù dell’oggettivo collegamento tra il primo ed il secondo inciso della disposizione di cui al comma 4-bis dell’art. 299 c.p.p.

Leggi dopo

La compatibilità della seminfermità di mente col dolo eventuale

27 Luglio 2015 | di Alessio Innocenti

Cass. pen., Sez. V

Imputabilità

La capacità di intendere e volere del soggetto autore di reato, sebbene costituisca un presupposto della colpevolezza, si pone su di un piano diverso rispetto all’elemento psicologico in senso stretto, ovvero il dolo o la colpa.

Leggi dopo

La natura processuale o extraprocessule della remissione della querela: ricadute in materia di stalking

27 Luglio 2015 | di Alessio Innocenti

Cass. pen., Sez. V

Cause di estinzione del reato

È idonea ad estinguere il reato di atti persecutori anche la remissione di querela effettuata davanti ad un ufficiale di polizia giudiziaria e non solo quella ricevuta dall'autorità giudiziaria, atteso che l'art. 612-bis, comma 4, c.p., laddove fa riferimento alla remissione "processuale", evoca la disciplina risultante dal combinato disposto dagli art. 152 c.p. e art. 340 c.p.p.

Leggi dopo

La nuova rescissione del giudicato al vaglio delle Sezioni Unite.

24 Luglio 2015 | di Sergio Beltrani

Cass. pen., Sez. un.

Procedimento in absentia

Sulla richiesta di rescissione del giudicato, di cui all'art. 625-ter c.p.p., la Corte di cassazione delibera secondo la procedura camerale non partecipata - disciplinata dall'art. 611 c.p.p. - e può disporre la sospensione della esecuzione della decisione impugnata.

Leggi dopo

Concessione della grazia: i diversi ruoli del Capo dello Stato e del Guardasigilli secondo la Consulta

23 Luglio 2015 | di Alessandra Testaguzza

Corte costituzionale

Grazia

L'assunzione della responsabilità politica e giuridica del Ministro controfirmante, a norma dell'art. 89 della Costituzione, trova il suo naturale limite nel livello di partecipazione del medesimo al procedimento di concessione dell'atto di clemenza.

Leggi dopo

Errore sul fatto e onere di allegazione: il caso di errore sull’età della persona offesa

23 Luglio 2015 | di Alessio Innocenti

Cass. pen., Sez. III

Errore (diritto penale)

Ai fini dell'applicazione dell'art. 47 c.p., non è sufficiente che l'imputato affermi di non avere avuto la consapevolezza in ordine ad un elemento costitutivo del reato che caratterizza il fatto tipico, ricadendo su chi invoca l'errore l'onere di provare - o almeno di allegare elementi specifici che consentano una verifica dell'assunto - di aver agito presupponendo una realtà diversa da quella effettiva.

Leggi dopo

La vendita di consolle modificate per l’utilizzo di supporti abusivamente duplicati

23 Luglio 2015 | di Luigi Cuomo

Cass. pen., Sez. III

Autore (diritto di)

Integra il reato previsto dall'art. 171-ter, comma 1, lett. f-bis), della legge 22 aprile 1941, n. 633, la condotta di chi pone in vendita consolle modificate per poter leggere ed utilizzare anche videogames masterizzati o abusivamente duplicati in violazione delle norme sulla proprietà intellettuale.

Leggi dopo

Pagine