Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La nuova rescissione del giudicato al vaglio delle Sezioni Unite.

24 Luglio 2015 | di Sergio Beltrani

Cass. pen., Sez. un.

Procedimento in absentia

Sulla richiesta di rescissione del giudicato, di cui all'art. 625-ter c.p.p., la Corte di cassazione delibera secondo la procedura camerale non partecipata - disciplinata dall'art. 611 c.p.p. - e può disporre la sospensione della esecuzione della decisione impugnata.

Leggi dopo

Concessione della grazia: i diversi ruoli del Capo dello Stato e del Guardasigilli secondo la Consulta

23 Luglio 2015 | di Alessandra Testaguzza

Corte costituzionale

Grazia

L'assunzione della responsabilità politica e giuridica del Ministro controfirmante, a norma dell'art. 89 della Costituzione, trova il suo naturale limite nel livello di partecipazione del medesimo al procedimento di concessione dell'atto di clemenza.

Leggi dopo

Errore sul fatto e onere di allegazione: il caso di errore sull’età della persona offesa

23 Luglio 2015 | di Alessio Innocenti

Cass. pen., Sez. III

Errore (diritto penale)

Ai fini dell'applicazione dell'art. 47 c.p., non è sufficiente che l'imputato affermi di non avere avuto la consapevolezza in ordine ad un elemento costitutivo del reato che caratterizza il fatto tipico, ricadendo su chi invoca l'errore l'onere di provare - o almeno di allegare elementi specifici che consentano una verifica dell'assunto - di aver agito presupponendo una realtà diversa da quella effettiva.

Leggi dopo

La vendita di consolle modificate per l’utilizzo di supporti abusivamente duplicati

23 Luglio 2015 | di Luigi Cuomo

Cass. pen., Sez. III

Autore (diritto di)

Integra il reato previsto dall'art. 171-ter, comma 1, lett. f-bis), della legge 22 aprile 1941, n. 633, la condotta di chi pone in vendita consolle modificate per poter leggere ed utilizzare anche videogames masterizzati o abusivamente duplicati in violazione delle norme sulla proprietà intellettuale.

Leggi dopo

Anonimo e poteri investigativi

23 Luglio 2015 | di Natalia Rombi

Cass. pen., Sez. III

Anonimi (documenti)

Non è vietato alla polizia giudiziaria di procedere ad indagini sulla base di una denuncia anonima, assumendo sommarie informazioni.

Leggi dopo

Composizione dell'organo giudicante nel processo minorile in caso di giudizio abbreviato richiesto dall'imputato in seguito a decreto di giudizio immediato

21 Luglio 2015 | di Valentina Sellaroli

Corte cost.

Processo minorile

Nel processo minorile, nel caso di giudizio abbreviato richiesto dall'imputato in seguito a decreto di giudizio immediato, la composizione dell'organo giudicante deve essere quella collegiale prevista dall'art. 50-bis, comma 2, r.d. 12/1941 e non quella monocratica prevista per il G.I.P.

Leggi dopo

La configurabilità del reato di molestie attraverso Facebook

20 Luglio 2015 | di Luigi Cuomo

Cass. pen., Sez. I

Internet

Ai fini della configurabilità del reato di cui all'art. 660 c.p., il requisito della "pubblicità" del luogo sussiste nell’ipotesi in cui il responsabile invii una pluralità di messaggi molesti sulla pagina pubblica del profilo Facebook del soggetto passivo, accessibile e visibile a tutti gli utenti del social network.

Leggi dopo

Nomina del difensore e diritto alla traduzione degli atti

20 Luglio 2015 | di Antonella Marandola

Cass. pen., sez. III

Atti (traduzione degli)

In tema di traduzione degli atti, la nomina di un difensore di fiducia non integra la prova che l'imputato alloglotta conosca la lingua italiana, in assenza di ulteriori elementi che ne rivelino il suo impiego nei contatti intercorsi con il difensore o nel compimento delle altre attività processuali.

Leggi dopo

Il dolo intenzionale dell’abuso di ufficio

20 Luglio 2015 | di Antonio Corbo

Cass. pen.

Abuso di ufficio

l dolo intenzionale del delitto di abuso d’ufficio non è escluso dalla mera compresenza di una finalità pubblicistica nella condotta del pubblico ufficiale, essendo necessario, per ritenere insussistente l’elemento soggettivo, che il perseguimento del pubblico interesse costituisca il fine primario dell’agente.

Leggi dopo

Non impugnabilità autonoma dell’ordinanza di rigetto dell’istanza di sospensione del procedimento con messa alla prova dell’imputato?

16 Luglio 2015 | di Letizia Galati

Cass. pen., Sez. V

Sospensione del procedimento con messa alla prova

Ai sensi dell’art. 586 c.p.p., quando non è diversamente stabilito, le ordinanze emesse nel corso del dibattimento o degli atti preliminari possono essere impugnate, a pena di inammissibilità, solo unitamente alla sentenza.

Leggi dopo

Pagine