Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La concessione del permesso premio al condannato c.d. ostativo dopo la sentenza della Corte cost. n. 253/2019

10 Febbraio 2020 | di Lorenzo Cattelan

Cass. pen., Sez. I

Ergastolo

La questione posta all'attenzione della Suprema Corte, alla luce della già richiamata sentenza additiva della Corte Costituzionale n. 253 del 2019, è chiamata a valutare – unicamente in materia di permessi premio – il rapporto tra la nuova configurazione dell'art. 4-bis, comma 1, ord. penit. e l'art. 58-ter, o.p. (in tema di persone che collaborano con la giustizia).

Leggi dopo

Niente particolare tenuità nel processo contro gli enti collettivi

07 Febbraio 2020 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. II,

Responsabilità degli enti

Nella decisione in commento, la Cassazione afferma che già in precedenti pronunce era stato escluso che la causa di non punibilità di cui all'art. 131-bis c.p. potesse trovare applicazione nell'ambito del procedimento nei confronti degli enti collettivi, ma in realtà questa conclusione pare eccessivamente tranchant e non pienamente rispondente a quelle che...

Leggi dopo

Furto di beni esposti alla pubblica fede, quando si configura?

07 Febbraio 2020 | di Cristina Ingrao

Trib. Agrigento

Furto

La questione oggetto della decisione in esame attiene alla configurabilità del reato di furto aggravato dall'essere stato posto in essere su cose esposte per necessità, consuetudine o destinazione alla pubblica fede. In particolare, ci si chiede: in quali circostanze trova applicazione l'aggravante di cui all'art. 625, comma 1, n. 7, c.p.?

Leggi dopo

Il consenso dei lavoratori può scriminare la videosorveglianza non autorizzata?

03 Febbraio 2020 | di Ferdinando Brizzi

Cass. pen., Sez. III

Privacy

La sentenza che si commenta ribadisce un costante, e risalente, indirizzo di ferma tutela accordata alla parte debole del rapporto contrattuale di lavoro, il lavoratore: già in passato, ad es., si era affermato che il lavoratore subordinato non può validamente prestare il proprio consenso alla violazione degli obblighi legali...

Leggi dopo

Responsabilità degli enti e violazioni antinfortunistiche: il caso isolato non può determinare interesse o vantaggio per la società

31 Gennaio 2020 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. IV,

Responsabilità degli enti

Sul tema della compatibilità fra reati colposi e responsabilità ex d.lgs. n. 231 del 2001 degli enti collettivi, la sentenza non presenta profili di novità in quanto si ribadisce che la sussistenza dell'interesse dell'ente si deve accertare in relazione alla condotta colposa e non all'evento verificatosi, per cui l'interesse può essere...

Leggi dopo

Intercettazioni: inutilizzabili i risultati per la prova di reati diversi emersi dalle operazioni che non rientrano nel catalogo di cui all’art. 266 c.p.p.

28 Gennaio 2020 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. VI,

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Quali sono i limiti che la sentenza delle Sezioni unite “Cavallo” ha fissato per l’impiego degli esiti delle captazioni per dimostrare la sussistenza di reati diversi da quelli per i quali sono state ab origine disposte?

Leggi dopo

La Cassazione definisce (ancora) i confini tra bancarotta distrattiva e autoriciclaggio

27 Gennaio 2020 | di Gabriele Minniti

Cass. pen., Sez. II,

Autoriciclaggio

La questione posta con il ricorso investe il rapporto tra il reato di cui all'art. 648-ter.1 c.p. e la bancarotta per distrazione.

Leggi dopo

L'assoluzione di Marco Cappato apre indiscriminatamente la strada alla liceità delle condotte di agevolazione associate a dinamiche suicidarie?

23 Gennaio 2020 | di Lorenzo Cattelan

Corte d'Assise di Milano

Omicidio del consenziente ed eutanasia

Il diritto di morire, rifiutando i trattamenti sanitari, ha trovato cristallizzazione attraverso la legge n. 219 del 22 dicembre 2017, nel cui incipit sono esplicitamente richiamati i principi sanciti dagli artt. 2, 13, 32 Cost. nonché dagli artt. 1, 2 e 3 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea.

Leggi dopo

La pena pecuniaria come misura sostitutiva senza prescrizioni e la mancata revoca della sospensione condizionale

17 Gennaio 2020 | di Paolo Pittaro

Cass. pen., Sez. III

Sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi

La sostituzione della pena detentiva con quella pecuniaria è consentita anche in relazione a condanna inflitta a persona in condizioni economiche disagiate, in quanto la prognosi di inadempimento, ostativa alla sostituzione in forza dell'art. 58, comma 2, della legge 24 novembre 1981, n. 689, si riferisce...

Leggi dopo

Captatore informatico: inutilizzabili i risultati delle intercettazioni per la prova di reati diversi da quelli di criminalità organizzata

13 Gennaio 2020 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. I,

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Può essere utilizzato il captatore informatico per realizzare intercettazioni ambientali per la prova di reati diversi da quelli di criminalità organizzata? Quali sono i limiti che la sentenza delle Sezioni unite “Scurato” ha fissato per l'impiego del trojan nel corso delle indagini?

Leggi dopo

Pagine