Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Adesione psicologica a una ideologia estremista e partecipazione a una associazione di matrice terroristica jihadista

18 Dicembre 2017 | di Teresa Grieco

Terrorismo

La sentenza in commento coinvolge numerosi temi delicati e, tra questi, senz'altro spicca quello, da sempre oggetto di posizioni contrastanti in dottrina e in giurisprudenza, concernente i limiti dell'anticipazione della soglia di punibilità, in relazione ai reati di pericolo presunto, di cui, come oramai pacificamente riconosciuto, il reato associativo fa parte.

Leggi dopo

Intercettazioni per mezzo di captatore informatico: il tribunale può riqualificare il fatto esposto nel decreto del Gip

15 Dicembre 2017 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. VI

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Se il Gip, pur autorizzando dette intercettazioni, non ha ravvisato gli estremi di un illecito che rientra in tale categoria, è ammissibile la riqualificazione giuridica dei fatti da parte del tribunale del riesame ai fini dell'utilizzabilità del materiale probatorio raccolto?

Leggi dopo

Violenza sul terreno di gioco. I limiti alla scriminante dell’attività sportiva

14 Dicembre 2017 | di Carlo Cavallo

Trib. Milano

Attività sportiva violenta

La decisione in commento scaturisce dal procedimento penale instaurato a carico di un soggetto chiamato a rispondere delle lesioni personali volontarie (art. 582 c.p.) cagionate, nel corso di una competizione calcistica, a un giocatore della compagine avversaria.

Leggi dopo

La qualifica di “incaricato di pubblico servizio” ai fini dell’individuazione della fattispecie incriminatrice

12 Dicembre 2017 | di Gaetano Bonifacio

Cass. pen., Sez. VI

Estorsione

Non si configura il reato di cui all’art. 317 c.p. bensì quello di cui all’art. 629 c.p., nel caso di in cui il soggetto attivo del reato operi in società di diritto privato esercente servizio di pubblica necessità, qualora l’azione sia posta in essere nei rapporti con soggetti terzi legati alla società in forza di servizi in sub-concessione non rientranti tra quelli che comportano l’esercizio di una pubblica funzione.

Leggi dopo

Peculato, peculato d’uso o abuso d’ufficio? La Cassazione definisce i confini

11 Dicembre 2017 | di Irene Coppola

Cass. pen., Sez. VI,

Peculato

Le questioni di diritto sollevate nei motivi di ricorso, attinenti alla configurabilità dei delitti di peculato, peculato d'uso e abuso d'ufficio, hanno consentito ai giudici della Suprema Corte di pronunciarsi sugli elementi caratterizzanti le richiamate fattispecie, delimitandone il confine.

Leggi dopo

La valutazione delle dichiarazioni della persona offesa portatrice di un'“interesse inquinante”

06 Dicembre 2017 | di Carmine Gatto

Cass. pen., Sez. II

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

Le dichiarazioni della persona offesa sono di per sé sole sufficienti, senza necessità di riscontri estrinseci, a fondare un determinato capo di imputazione quando vi è un interesse economico della vittima che aleggia sulla vicenda? L'indirizzo prevalente della giurisprudenza di legittimità ritiene che l'articolo 192, comma 3, c.p.p. ...

Leggi dopo

Infortuni sul lavoro. L'indicazione del rischio salva il "Responsabile servizio prevenzione" dalla responsabilità penale?

05 Dicembre 2017 | di Francesco Rubino, Chiara Langè

Cass. pen, Sez. IV,

Infortuni sul lavoro

Non è configurabile la responsabilità penale in capo al responsabile del servizio di prevenzione e protezione (R.S.P.P.) per il reato di lesioni colpose aggravato dalla violazione antinfortunistica ex art. 590, comma 2, c.p. e aggravato ex art. 61, comma 3, c.p., qualora questi ...

Leggi dopo

La Cassazione è sicura: la 231 si applica anche alle società unipersonali e alle società fallite (ma i problemi restano …)

04 Dicembre 2017 | di Ciro Santoriello

Cass. pen, Sez. VI

Responsabilità degli enti

In un procedimento penale aventi ad oggetto alcune condotte di corruzione poste in essere da amministratori di società private interessate ad ottenere l'edificabilità di alcuni aree e terreni siti nel terreno di Monza, venivano chiamate a rispondere dell'illecito da reato ai sensi dell'art. 25 d.lgs. 231 del 2001 anche le predette persone giuridiche quali soggetti che risultavano avvantaggiati dal delitto di corruzione, anzi quali soggetti nel cui interesse l'attività di corruzione era stata posta in essere. ...

Leggi dopo

La configurabilità dell'usura sopravvenuta alla luce dell'intervento delle Sezioni unite civili

01 Dicembre 2017 | di Roberto Carrelli Palombi

Cass. civ., Sez. unite

Usura

La questione sottoposta all'esame delle Sezioni unite attiene all'incidenza del sistema normativo antiusura, introdotto con la legge 108 del 1996, sui contratti stipulati anteriormente alla sua entrata in vigore, anche alla luce della norma d'interpretazione autentica di cui all'art. 1, comma 1, d.l. 29 dicembre 2000, n. 394 ...

Leggi dopo

Pene detentive brevi. Il revirement della Cassazione sul limite edittale per la sospensione dell'ordine di esecuzione

29 Novembre 2017 | di Leonardo Degl'Innocenti, Francesco Faldi

Cass. pen., Sez. I,

Pena

Il d.l. 146/2013 ha introdotto nell'art. 47 ord. penit. il comma 3-bis con il quale è stato elevato da tre a quattro anni il limite di pena entro il quale è concedibile l'affidamento in prova al servizio sociale. Il Legislatore non ha, però, formalmente adeguato il testo dell'art. 656, comma 5, c.p.p. che ...

Leggi dopo

Pagine