Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Lottizzazione abusiva “mista”. Individuazione del momento consumativo del reato e applicabilità della confisca

10 Settembre 2018 | di Pasquale Fimiani

Cass. pen., Sez. III,

Edilizia ed urbanistica

La questione che viene in evidenza nella fattispecie è quella della individuazione del momento di consumazione del reato di lottizzazione abusiva nella forma “mista” e della possibilità di applicazione della confisca quando risulti che il frazionamento negoziale...

Leggi dopo

La “contagiosa” scia della De Tommaso. Le violazioni in tema di prevenzione tra determinatezza e prevedibilità

07 Settembre 2018 | di Enrico Campoli

Cass. pen., Sez. I,

Misure di prevenzione

Tra le prescrizioni imposte al sorvegliato speciale, con obbligo o divieto di soggiorno, sia in forza della precedente legge (art. 9 l. 1423/1956) che di quella attuale (d.lgs. 159/2011), è individuata quella del divieto di partecipare a pubbliche riunioni. La difficoltà interpretativa di tale precetto si è sempre annidata nella ...

Leggi dopo

Messa alla prova. Per la revoca, in caso di nuovo delitto, non occorre una sentenza passata in giudicato

07 Settembre 2018 | di Valentina Ventura

Cass. pen., Sez. VI,

Messa alla prova

Ai fini della revoca della sospensione del procedimento con messa alla prova non è necessario che la “commissione” durante il programma di un nuovo delitto non colposo o di un reato della stessa indole di quello per cui si procede sia accertata da sentenza di condanna irrevocabile.

Leggi dopo

La modifica dell'imputazione in relazione al tempus commissi delicti in caso di violazione degli obblighi di assistenza familiare

06 Settembre 2018 | di Piera Gasparini

Cass. pen., Sez. VI

Violazione degli obblighi di assistenza familiare

La questione affrontata nella specie dalla decisione in commento involge in primo luogo il tema della modifica dell'imputazione riguardante un elemento accessorio del fatto – quale la data del commesso reato – nell'ambito del reato di cui all'art. 570 c.p.

Leggi dopo

Modifica dell'imputazione e incostituzionalità dell'art. 517 c.p.p. in relazione alla facoltà di richiedere la messa alla prova

31 Agosto 2018 | di Ottavia Murro

Corte cost.

Nuove contestazioni

La problematica in esame attiene alla relazione tra l'art. 517 c.p.p. e l'istituto della messa alla prova, istituto che, seppure ha effetti sostanziali, è connotato da un'intrinseca dimensione processuale, in quanto consiste in un nuovo procedimento speciale, alternativo al giudizio e destinato ad avere un rilevante effetto deflattivo (Corte costituzionale, sentenza n. 240/2015).

Leggi dopo

Sull’applicabilità del sequestro c.d. impeditivo nei confronti degli enti collettivi

30 Agosto 2018 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. II

Sequestro preventivo

La sentenza in commento lascia assai perplessi nella parte in cui perviene, di fatto, a ribaltare il chiaro significato letterale della disciplina in tema di sequestro nei confronti degli enti collettivi. In primo luogo, sorprende il disinteresse che la Cassazione manifesta per il dato letterale ricavabile dall'art. 53 d.lgs. 231/2001 che, non richiama il comma 1 dell'art. 321 c.p.p. escludendo così, expressis verbis, la possibilità di adottare un sequestro...

Leggi dopo

Adescamento di minorenni. Fattispecie delittuosa autonoma o tentativo di commettere il reato scopo?

29 Agosto 2018 | di Gianluigi Visco

Cass. pen., Sez. III, 15 marzo 2018 (dep. 13 luglio 2018), n. 32170

Delitti contro la persona

Nella sentenza in commento la Corte affronta la questione, prospettata dalla difesa dell'imputato, dell'illegittimità costituzionale dell'art. 609-undecies c.p. (adescamento di minorenni), introdotto dall'art. 4 lett. z) della l. 172/2012 in attuazione della Convenzione di Lanzarote (sottoscritta nell'ambito del Consiglio d'Europa il 25 ottobre 2007).

Leggi dopo

Il diritto di accesso e di copia dei file audio delle intercettazioni poste alla base dell'appello cautelare del P.M.

27 Agosto 2018 | di Andrea Nocera

Cass. pen., Sez. VI

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Con la sentenza in commento, la Suprema Corte, affronta la questione della estensione del diritto di accesso dell'imputato ai file audio delle conversazioni intercettate, previsto dall'art. 268 c.p.p., nel caso in cui l'utilizzo di questi, sulla base delle trascrizioni della polizia giudiziaria, venga richiesto per l'emissione...

Leggi dopo

Delitto di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente quando il bando di gara non è emesso

24 Agosto 2018 | di Giuseppe Marra

Cass. pen., Sez. VI,

Turbata libertà del procedimento di scelta del contraente

Il caso in esame è stato l'occasione per affrontare da parte della Suprema Corte il tema dello “spazio temporale” di applicabilità dell'art.353-bis c.p., approfittando del fatto che nel caso di specie non fosse così evidente la rilevanza penale delle condotte contestate, in quanto non vi erano elementi per ritenere che...

Leggi dopo

Commette estorsione e autoriciclaggio il datore di lavoro che impone una retribuzione inferiore a quella risultante dalla busta paga

24 Agosto 2018 | di Gabriele Minniti, Alice Falconi

Cass. pen., Sez. II,

Estorsione

La questione attiene alla necessità, ai fini dell'integrazione del reato di autoriciclaggio, che le condotte importino un mutamento della formale titolarità del bene o della disponibilità dello stesso e che, dunque, si esplichino in una reimmissione nell'economia legale dei beni provenienti da illecito.

Leggi dopo

Pagine