Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Turbata libertà degli incanti mediante accordo tra imprese appartenenti a un consorzio

19 Luglio 2018 | di Angelo Salerno

Cass. pen, Sez. V,

Turbata libertà degli incanti

È lecito l'accordo che intervenga tra gli imprenditori appartenenti al medesimo consorzio, volto a determinare le rispettive percentuali di ribasso, al fine di condizionare l'esito della procedura di gara ad evidenza pubblica?

Leggi dopo

Il delitto di atti persecutori tra esigenze di determinatezza, rilevanza delle dichiarazioni della vittima e "giurisprudenza di genere"

18 Luglio 2018 | di Valeria Crudo

Cass. pen, Sez. III

Stalking

La pronuncia in commento ribadisce la centralità delle dichiarazioni della vittima in relazione ai reati posti a tutela della libertà morale e sessuale, condividendo l’approccio giurisprudenziale particolarmente attento alla simmetria del consenso in riferimento al reato di violenza sessuale e la configurazione del delitto di stalking sempre più come reato d’evento “psicologico”.

Leggi dopo

Traffico di sostanze stupefacenti. La configurabilità del rapporto associativo tra fornitore e acquirente

17 Luglio 2018 | di Irene Coppola

Cass. pen, Sez. VI,

Associazione finalizzata al traffico di droga

Con la sentenza in commento la Corte di cassazione affronta l'annoso tema della configurabilità o meno del vincolo associativo finalizzato al traffico di sostanze stupefacenti, in assenza di uno stabile vincolo tra fornitori della sostanza e acquirenti.

Leggi dopo

Ricorso per saltum avverso la sentenza di non luogo a procedere. È realmente inammissibile?

16 Luglio 2018 | di Antonella Marandola

Cass. pen., Sez. IV

Ricorso per cassazione

La questione involge la possibilità di proporre ricorso per saltum avverso la sentenza di non luogo a procedere. In carenza di una testuale previsione è possibile, alla luce della recente riforma operata dalla l. 103 del 2017, proporre ricorso diretto contro la sentenza di non luogo a procedere?

Leggi dopo

La Cassazione nega la possibilità di nominare il sostituto processuale tramite delega orale

13 Luglio 2018 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. V

Difesa e difensore

Nell'ambito del procedimento penale il difensore officiato deve conferire la delega prevista dall'art. 102 c.p.p. necessariamente per iscritto oppure può conferirla anche oralmente? La sentenza in commento ritiene che il difensore non possa designare oralmente un sostituto processuale ex art. 102 c.p.p. ma debba farlo per iscritto. A tale conclusione la Corte giunge attraverso una lettura coordinata degli artt. 34 disp. att. c.p.p. e 96 c.p.p.

Leggi dopo

Passo indietro della Cassazione sulla definizione dell'interesse di gruppo per l'attribuzione di responsabilità ex d.lgs. 231/2001

12 Luglio 2018 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. III

Responsabilità degli enti

Come è noto, ai sensi dell'art. 5 d.lgs. 231 del 2001, la sussistenza della responsabilità da reato dell'ente collettivo si fonda su un duplice presupposto ovvero da un lato la circostanza che l'illecito sia stato commesso nell'interesse o a vantaggio ...

Leggi dopo

Trasmissione di atti tra uffici giudiziari in allegato a mezzo Pec: qual è la data di ricezione?

11 Luglio 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. V,

Notifiche telematiche

Nel caso in cui la trasmissione di atti tra uffici giudiziari – nella specie da parte dell’Autorità giudiziaria procedente al tribunale distrettuale del riesame – avvenga in formato digitale e, specificamente, per mezzo di Pec, il momento della ricezione va fissato in quello della ricezione del messaggio da parte dell’ufficio ricevente o ...

Leggi dopo

Colpa medica. I criteri per la valutazione della condotta del professionista

10 Luglio 2018 | di Carmine Gatto

Cass. pen., Sez. IV,

Colpa professionale

La Corte territoriale, nella sentenza di condanna, qualifica la condotta colposa dell'imputato come connotata da imprudenza escludendo che abbiano efficacia dirimente, ai fini dell'esonero di responsabilità, l'osservanza delle linee guida cui, secondo la difesa, si sarebbe attenuto il medico ...

Leggi dopo

Falso in bilancio. Momento consumativo, conti d’ordine, persone offese ed elemento soggettivo

06 Luglio 2018 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. V,

Reati societari

La Cassazione finalmente pronuncia una decisione sul delitto di falso in bilancio senza affrontare il tema – già più volte venuto all’attenzione della Suprema Corte – della rilevanza penale delle valutazioni mendaci, ma soffermando su altri (pur importanti) profili di tale delitto ovvero l’individuazione del momento consumativo, la definizione dell’oggetto materiale del falso ...

Leggi dopo

Procedimento per decreto e verifiche necessarie per determinare il criterio conversione della pena detentiva in pecuniaria

04 Luglio 2018 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. III,

Procedimento per decreto

Nell'ambito del procedimento monitorio, ai fini della determinazione del valore giornaliero di conversione della pena detentiva in pena pecuniaria occorre necessariamente procedere all'indagine patrimoniale sulle condizioni economiche complessive dell'imputato e del suo nucleo familiare? La questione è inedita in quanto sorta su un terreno normativo recentemente novellato.

Leggi dopo

Pagine