Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La responsabilità del prestanome per le violazioni tributarie commesse dall'amministratore di fatto

25 Novembre 2019 | di Francesco Rubino, Elisa Mazzucchelli

Cass. pen., Sez. III

Reati tributari

La questione giuridica sottesa alla pronuncia in commento riguarda l'accertamento del dolo specifico di evasione in capo al prestanome di una società che ometta di presentare le dichiarazioni relative alle imposte sui redditi o sul valore aggiunto.

Leggi dopo

Si alla compatibilità fra reati colposi e responsabilità degli enti ma con la dovuta attenzione alla sussistenza di un interesse o vantaggio per la società

25 Novembre 2019 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. IV

Infortuni sul lavoro

In tema di responsabilità degli enti, in presenza di un reato di lesioni personali aggravate dalla violazione della disciplina antinfortunistica, per pervenire ad una decisione di condanna occorre accertare in concreto le modalità del fatto e verificare se la violazione della normativa in materia...

Leggi dopo

Decesso del paziente sottoposto a dieta dimagrante. Indagine sul nesso di causalità

22 Novembre 2019 | di Vittorio Nizza

Cass. pen., Sez. IV,

Causalità (rapporto di causalità materiale)

Ai fini dell’accertamento della causalità penalmente rilevante, la corroborazione dell’ipotesi deve fondarsi sull’affabilità delle informazioni scientifiche utilizzate; sull’evidenza probatoria, disponibile e coerente con l’ipotesi stessa; nonché, infine, sulla capacità di resistenza di questa rispetto alle contro – ipotesi.

Leggi dopo

Natura artistica delle immagini di nudo di un minore: è configurabile il reato di detenzione di materiale pornografico?

18 Novembre 2019 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. III,

Pornografia

Integra il reato di detenzione di materiale pornografico la disponibilità di immagini che rappresentano organi sessuali di un minore realizzate per uno scopo artistico?

Leggi dopo

Riciclaggio: per la condanna non è necessario un pieno accertamento degli illeciti presupposto

15 Novembre 2019 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. II,

Riciclaggio e reimpiego

Tutti i delitti di money laudering – previsti nei reati di cui agli artt. 648-bis, 648-ter e 648-ter.1 c.p. – sono configurabili solo in presenza di un reato cosiddetto presupposto ovvero di un delitto antecedentemente commesso e da cui proviene il denaro e l'utilità sottoposta a laudering. Tale...

Leggi dopo

Confisca per equivalente del profitto illecito in ipotesi di concorso di persone nel delitto di riciclaggio. Alla ricerca della quadratura del cerchio

11 Novembre 2019 | di Federico Lucariello

Cass. pen., Sez. feriale,

Riciclaggio e reimpiego

Pur se in maniera in parte disorganica, la sentenza affronta molteplici profili legati al tema della confisca per equivalente. Una volta confermata la natura sanzionatoria della stessa, vengono infatti richiamati in ordine sparso alcuni dei principi affermati in altre precedenti pronunce.

Leggi dopo

Contravvenzioni ambientali a condotta esaurita e procedura estintiva ex titolo VI-bis del d.lgs. 152/2019

11 Novembre 2019 | di Pasquale Fimiani

Cass. pen., Sez. III,

Reati ambientali

La prescrizione, una volta ritenute sussistenti le condizioni previste dall'art. 318-bis T.U.A., deve necessariamente essere impartita e non costituisce una mera facoltà dell'organo di vigilanza. L'obbligatorietà ha il suo fondamento nell'art. 318-ter T.U.A. che, nell'usare il verbo “impartisce” e non la formula “può impartire”, esclude ogni spazio di discrezionalità dell'organo di vigilanza.

Leggi dopo

Struttura ospedaliera complessa: responsabilità del primario e “delega di funzioni”

07 Novembre 2019 | di Vittorio Nizza

Cass. pen., Sez. IV,

Cooperazione colposa

La Corte nella sentenza in oggetto analizza la problematica della cooperazione colposa ex art. 113 c.p. tra le condotte dei vari sanitari intervenuti sul piccolo paziente e, in particolare, considera il ruolo del medico che rivesta una posizione apicale, nel caso di specie il primario del reparto

Leggi dopo

Conseguenze derivanti dalla falsa attestazione di non aver riportato condanne per essere assunto nel pubblico impiego

04 Novembre 2019 | di Alessandro Schillaci

Cass. pen. Sez. II,

Falsità materiali ed ideologiche

Con la sentenza che si annota la Corte di Cassazione è tornata a occuparsi delle conseguenze penali derivanti dalle false attestazioni rese in sede di compilazione della domanda di inserimento nelle graduatorie per l'accesso al pubblico impiego. Nella vicenda in esame, l'imputato...

Leggi dopo

La confisca del profitto non incide sulla diminuzione della sanzione pecuniaria dell'ente

30 Ottobre 2019 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. V,

Responsabilità degli enti

In caso di confisca del profitto dei reati dovrebbe operare la diminuzione della sanzione pecuniaria ai sensi dell'art. 12, comma secondo, lett. a) d.lgs. n. 231 del 2001, prevista per il caso di condotte riparatorie dell'ente, posto che non può parlarsi di condotta riparatoria con riferimento all'ipotesi di esecuzione della misura ablatoria disposta dall'autorità giudiziaria.

Leggi dopo

Pagine