Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Violenza sessuale. Sulla configurabilità del reato in caso di atto masturbatorio senza contatto fisico con la vittima

22 Febbraio 2018 | di Vittoria Bonfanti

Violenza sessuale

La questione in esame attiene all'individuazione delle caratteristiche dell'elemento oggettivo del reato di cui all'art. 609-bis c.p. e, in particolare, all'estensione della nozione di atti sessuali anche a quelle condotte ...

Leggi dopo

Quale grado di consapevolezza sulle conseguenze della propria azione serve per configurare l’omicidio volontario e non preterintenzionale?

21 Febbraio 2018 | di Carmine Gatto

Cass. pen., Sez. I,

Omicidio preterintenzionale

Con la pronuncia in commento la Cassazione, nel dettare e delineare in maniera chiara e precisa i profili differenziali tra omicidio volontario e preterintenzionale, chiarisce il valore dirimente che assume la circostanza concreta al fine di poter iscrivere la condotta nell'alveo dell'una piuttosto che dell'altra fattispecie incriminatrice.

Leggi dopo

Digital forensics: la rilevanza probatoria delle conversazioni su whatsapp

20 Febbraio 2018 | di Francesca Di Muzio

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

La Corte di cassazione, Sez. V, con la pronuncia in esame ha analizzato la problematica relativa al valore probatorio da poter attribuire alle conversazioni svoltesi sul canale telematico whatsapp – strumento fortemente utilizzato nella quotidianità dei rapporti interpersonali e che pertanto assumerà sempre più rilevanza nel corso di indagini giudiziarie.

Leggi dopo

Il produttore dei rifiuti nei lavori edili commessi in appalto

19 Febbraio 2018 | di Pasquale Fimiani

Cass. pen., Sez. III

Reati ambientali

La questione che si pone nel caso in esame è quella della individuazione del produttore dei rifiuti nel caso di lavori commessi in appalto. Un passaggio indispensabile, in quanto è il produttore a essere destinatario degli obblighi di corretta qualificazione e gestione dei rifiuti ...

Leggi dopo

La rilevanza degli “elementi forniti dalla difesa” nella motivazione di un provvedimento applicativo di una misura cautelare

15 Febbraio 2018 | di Irma Conti

Cass. pen., Sez. II

Indagini difensive

Nel corso di un'ampia indagine che coinvolgeva diversi soggetti indagati per plurimi episodi di ricettazione, il tribunale del riesame di Firenze accoglieva l'appello ex art. 310 c.p.p. presentato dal P.M. di Pisa avverso l'ordinanza del Gip che aveva rigettato la richiesta di applicazione di misure cautelari custodiali per gli indagati.

Leggi dopo

Impugnazione proposta dal difensore senza procura speciale. Sull'inoperatività del meccanismo sanante ex art. 182, comma 2, c.p.c.

14 Febbraio 2018 | di Vito Belviso

Cass. pen., Sez. III,

Impugnazioni

Quali sono i criteri distintivi tra nomina difensiva e procura speciale? È applicabile nel processo penale, e in particolare per le parti private diverse dall'imputato e portatrici di meri interessi civilistici, il meccanismo sanante previsto dall'art. 182, comma 2, c.p.c....

Leggi dopo

La particolare tenuità del fatto nel delitto di omissione di soccorso

13 Febbraio 2018 | di Fabio Piccioni

Cass. pen., Sez. IV

Particolare tenuità del fatto

Il conducente di un autoveicolo, dopo aver urtato contro un motociclo a bordo del quale era trasportata una donna che aveva riportato lesioni giudicate guaribili in 10 giorni, si era allontanato omettendo di prestare soccorso. Veniva, quindi, immediatamente inseguito da un maresciallo dei Carabinieri che lo costringeva ad arrestare la marcia.

Leggi dopo

I principi della sentenza De Tommaso al vaglio della Corte di cassazione

12 Febbraio 2018 | di Maria Hilda Schettino

Cass. pen., Sez. I

Misure di prevenzione

Con la sentenza in commento la Prima Sezione della Corte di cassazione si occupa nuovamente di una richiesta di incidente di legittimità costituzionale delle norme del codice antimafia (d.lgs. n. 159/2011) che dettano i criteri per individuare i soggetti destinatari di misure di prevenzione ...

Leggi dopo

Risoluzione del preliminare di compravendita e mancata restituzione dell'acconto: non é appropriazione indebita

08 Febbraio 2018 | di Alessandro Schillaci

Cass. pen., Sez. II,

Appropriazione indebita

Con la sentenza in commento la Corte di cassazione si è pronunciata in ordine alla responsabilità a titolo di appropriazione indebita aggravata, in seguito alla mancata restituzione di una somma ricevuta come acconto nell'ambito di un precedente contratto preliminare di compravendita immobiliare poi risolto.

Leggi dopo

Sui possibili rimedi in caso di revoca o sostituzione della misura cautelare e mancato avviso alla persona offesa

05 Febbraio 2018 | di Antonella Marandola

Cass. pen., Sez. V

Misure cautelari personali

Quali sono i rimedi e gli strumenti che l'ordinamento conferisce a tutela della persona offesa che non sia stata debitamente avvisata della domanda di sostituzione o revoca della cautela in corso d'esecuzione ai sensi dell'art. 299, comma 4-bis c.p.p.? In particolare, può la persona offesa ...

Leggi dopo

Pagine