Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Notifica Pec al difensore anche come domiciliatario dell'imputato: è necessaria la consegna di due copie dell'atto?

22 Agosto 2018 | di Luigi Giordano

Notifiche telematiche

Nel caso in cui si provveda alla notificazione via Pec di un atto presso il difensore, il quale è anche domiciliatario dell'imputato, l'avvocato deve ricevere due copie del medesimo atto (rispettivamente, una in proprio, per l'esercizio delle facoltà difensive, e una come domiciliatario) ovvero è sufficiente l'invio di un'unica e-mail?

Leggi dopo

L'aggravante dei futili motivi nei reati culturalmente orientati

14 Agosto 2018 | di Leonardo Marino

Cass. pen., Sez. I,

Circostanze del reato

La circostanza aggravante del futile motivo può essere esclusa dall'appartenenza o dalla vicinanza dell'autore del reato a gruppi o comunità che riconoscono come valori positivi la violenza e l'uso della forza?

Leggi dopo

Bancarotta fraudolenta e appropriazione indebita: la Cassazione prende atto delle indicazioni della Corte costituzionale

31 Luglio 2018 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. V

Reati fallimentari

Con una innovativa decisione la Cassazione, sulla scorta delle innovazioni introdotte dalla recente giurisprudenza costituzionale, modifica radicalmente il suo tradizionale orientamento in tema di concorso fra i reati di appropriazione indebita e bancarotta fraudolenta patrimoniale ...

Leggi dopo

Sequestro presso lo studio del difensore. La Cassazione chiarisce i limiti di ammissibilità

30 Luglio 2018 | di Gabriele Minniti

Cass. pen., Sez. V,

Difesa e difensore

La Corte di cassazione affronta, con la sentenza in oggetto, un tema di grande interesse e attualità, segnatamente quello delle garanzie fondamentali di libertà del difensore, durante l'espletamento di ispezioni, perquisizioni e sequestri presso il proprio ufficio professionale. Gli interessi in gioco sono molteplici e il bilanciamento non sempre di facile realizzazione...

Leggi dopo

Petitum e inammissibilità del ricorso per cassazione: cosa si può chiedere al giudice di legittimità

30 Luglio 2018 | di Marco Siragusa

Cass. pen., Sez. II,

Ricorso per cassazione

Sebbene il tema dell'utilizzo della “sanzione di inammissibilità” sia oggetto di una approfondito dibattito per l'utilizzo che se ne fa in chiave deflattiva rispetto “all'assedio” della Corte di legittimità, la questione oggetto di questo contributo è circoscritta ai c.d. requisiti oggettivi che l'atto di ricorso deve contenere.

Leggi dopo

Deturpamento e imbrattamento di cose altrui. Un caso di abbandono, lungo la pubblica via, di rifiuti estratti da un cassonetto

27 Luglio 2018 | di Giovanni Capozio

Cass. pen, Sez. II,

Rifiuti

La questione concerne l'individuazione di taluni degli aspetti caratterizzanti il delitto di deturpamento o imbrattamento di cose altrui, la cui disciplina è dettata dall'art. 639 c.p. In particolare ci si interroga in ordine alla natura del reato sotto un duplice profilo...

Leggi dopo

Il concetto di "fraudolenza" nelle operazioni economiche atte a sottrarre i beni al pagamento delle imposte

26 Luglio 2018 | di Simone Bonfante

Cass. pen., Sez. III

Reati tributari

Quali sono gli atti fraudolenti, compiuti sui propri o sugli altrui beni, penalmente rilevanti ai sensi dall'art. 11 d.lgs. 74/2000? Può dirsi sufficiente la mera alienazione di beni da parte del debitore che ha ricevuto un avviso di accertamento da parte della Agenzia delle Entrate?

Leggi dopo

Sottrazione e trattenimento di minore all’estero. Quando è competente il giudice italiano?

25 Luglio 2018 | di Alice Di Lallo

Cass. pen., Sez. VI,

Competenza

Il delitto di cui all’art. 574-bis c.p. che punisce la condotta di sottrazione di minore nei confronti del genitore esercente la responsabilità genitoriale è qualificato come reato di evento e, pertanto, ai fini della sussistenza della giurisdizione italiana, è sufficiente che l’evento previsto dalla norma, l’impedimento in tutto o ...

Leggi dopo

Sull'obbligo di rinnovazione dibattimentale in caso di reformatio in pejus fondata sulla sola rivalutazione del compendio probatorio

24 Luglio 2018 | di Cristina Ingrao

Corte di appello di Palermo

Rinnovazione del dibattimento

Dopo le modifiche apportate dalla l. 103/2017 all'art. 603 c.p.p. è necessario procedere alla rinnovazione dell'istruzione dibattimentale nel caso di modifica della sentenza assolutoria di primo grado dovuta solamente a una rilettura dell'intero compendio probatorio già prodotto nel giudizio di prime cure?

Leggi dopo

Mancato pagamento della pena pecuniaria irrogata con decreto penale e declaratoria di estinzione del reato

23 Luglio 2018 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. I

Procedimento per decreto

Ai fini della declaratoria di estinzione del reato ai sensi dell'art. 460,comma 5, c.p.p., è necessario che il condannato abbia eseguito la pena irrogata? Occorre premettere che l'art. 460, comma 5, c.p.p. prevede che, in caso di condanna per decreto, il reato oggetto della pronuncia monitoria si estingue qualora entro due o cinque anni - a seconda che si tratti di una condanna per una contravvenzione o ...

Leggi dopo

Pagine