Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Delinquente abituale: i criteri per il calcolo del superamento del limite massimo di durata della misura di sicurezza detentiva

25 Giugno 2020 | di Fabio Fiorentin

Magistrato di Sorveglianza di Modena

Misure di sicurezza

L'art. 1, comma 1-quater del decretolegge 31 marzo 2014, n. 52, conv. con modif. dall'art. 1, comma 1, della legge 30 maggio 2014, n. 81, recante “disposizioni urgenti in materia di superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari”, ha introdotto un fondamentale principio di civiltà giuridica con l'introduzione di un termine di durata massima delle misure di sicurezza detentive...

Leggi dopo

Illegittima dichiarazione di inammissibilità dell'appello, annullamento con rinvio e necessità di una “cognizione piena”

24 Giugno 2020 | di Marzia Minutillo Turtur

Cass. pen., Sez. II

Impugnazioni

La questione involge il tema, assai dibattuto e oggetto di molte decisioni della Corte di legittimità, relativo al proscioglimento nel merito o meno in caso di presenza di una sopravvenuta causa estintiva del reato. Il principio di diritto affermato dalle Sez. Unite. Tettamanti

Leggi dopo

Il concorso del professionista negli illeciti fiscali del cliente sussiste anche quando non ha ottenuto vantaggi

22 Giugno 2020 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. III

Concorso (eventuale) di persone nel reato

Può rinvenirsi una responsabilità del commercialista in concorso con il proprio cliente quando il primo abbia agito scientemente e unitamente al contribuente, al fine di realizzare lo scopo da quest'ultimo prefigurato, essendo…

Leggi dopo

Riciclaggio: pluralità di condotte o reato a formazione progressiva?

22 Giugno 2020 | di Vittorio Nizza

Cass. pen., Sez. II,

Riciclaggio e reimpiego

La Corte viene chiamata a pronunciarsi sulla configurabilità del reato di riciclaggio come un reato a condotta frazionata o con consumazione prolungata e soprattutto quando singole condotte, anche distanti nel tempo come nel caso si specie, possano essere considerate come autonome o quando invece rappresentino plurimi atti di un medesimo disegno criminoso e quindi di un'unica condotta di reato.

Leggi dopo

Delitti con violenza alla persona e revoca della misura cautelare: non sempre sussiste l'obbligo di notifica alla P.O.

17 Giugno 2020 | di Laura Bellanova

Cass. pen., Sez. II,

Misure cautelari personali

L'obbligo di notifica alla persona offesa ex art. 299 c.p.p., opera astrattamente per tutti i delitti commessi con violenza alla persona ovvero solo per quei delitti che sono caratterizzati da una reiterazione della condotta violenta nei confronti della vittima da parte dell'autore dei reati per cui si procede?

Leggi dopo

Il decreto legge n. 29/2020 non trova pace: sollevata un’altra questione di legittimità costituzionale

15 Giugno 2020 | di Veronica Manca

Trib. Sorveglianza

Detenzione

Con ordinanza del 4 giugno, il Tribunale di Sorveglianza di Sassari si è aggiunto al Magistrato di Sorveglianza di Spoleto e a quello di Avellino, sollevando due ulteriori questioni di legittimità costituzionale rispetto all'applicazione – immediata – delle disposizioni introdotte con il decreto legge del 10 maggio 2020, n. 29...

Leggi dopo

Violazione degli obblighi di assistenza familiare in caso di separazione: regime di procedibilità e riserva di codice

12 Giugno 2020 | di Angelo Salerno

Cass. pen, Sez. VI

Violazione degli obblighi di assistenza familiare

La questione sottoposta ai giudici di legittimità attiene al regime di procedibilità operante in relazione al delitto di “Violazione degli obblighi di assistenza familiare in caso di separazione o di scioglimento del matrimonio”, di cui all'art. 570 bis c.p.

Leggi dopo

La “variabile culturale” non scrimina la lesione di diritti inviolabili né inficia l’attendibilità della parte lesa

11 Giugno 2020 | di Alessia Sorgato

Cass. pen., Sez. III,

Cause di giustificazione

La sentenza che si annota tocca uno degli argomenti più attuali e suggestivi in tema di dolo e di cause di sua esclusione, invocato plurime volte nelle aule di giustizia (e lì condiviso invero molto di rado) concernente credo religiosi e convinzioni socio-culturali, quando portatori di valori o concessivi di diritti confliggenti con quelli protetti dal nostro ordinamento giuridico.

Leggi dopo

Uso dei risultati delle intercettazioni in procedimenti diversi: i principi della sentenza “Cavallo” si applicano anche ai procedimenti in corso

09 Giugno 2020 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. VI,

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Autorizzate intercettazioni per la ricerca della prova di determinati reati, è frequente nella prassi che emergano altri reati. In questi casi, trova applicazione la disciplina dell'art. 270 c.p.p., come interpretato dalla sentenza delle Sezioni unite “Cavallo”, che di recente ha mutato l'indirizzo in precedenza prevalente.

Leggi dopo

L'art. 191 c.p.p. non ostacola il prelievo del DNA per violazione della privacy

08 Giugno 2020 | di Ferdinando Brizzi

Cass. civ., Sez. III,

Privacy

La categoria della inutilizzabilità della prova ex art. 191 c.p.p. – posta a tutela del diritto di difesa dell'imputato: cfr. artt. 193, commi 3 e 7, 197-bis, comma 5, artt. 203, 240, 270, 271, 350, comma 6 e 7, c.p.p. – non è contemplata nell'ordinamento processuale civile, non venendo in rilievo, nei giudizi in cui si controverte di diritti aventi fonte in rapporti di diritto privato...

Leggi dopo

Pagine