Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Il valore probatorio delle riprese visive di condotte penalmente rilevanti effettuate in luoghi pubblici o aperti al pubblico

11 Gennaio 2019 | di Irene Scordamaglia

Cass. pen., Sez. III

Prova

Il tema devoluto allo scrutinio del giudice di legittimità attiene al valore probatorio da riconoscere alle riprese filmate documentanti condotte di rilievo penale, effettuate in luoghi pubblici o aperti al pubblico, prima e a prescindere dall'istaurazione del procedimento penale.

Leggi dopo

Violenza sessuale ed estensione degli effetti della querela ad altri episodi emersi dalle dichiarazioni successive

10 Gennaio 2019 | di Irene Coppola

Cass. pen., Sez. III,

Querela

La principale questione di diritto affrontata dai giudici della Suprema Corte nella sentenza in oggetto riguarda la possibilità di procedere d'ufficio per reati di violenza sessuale – non oggetto di atto di querela – quando questi siano stati rivelati dalla vittima o siamo emersi successivamente...

Leggi dopo

Eutanasia cosciente e agevolazione del suicidio: l'ultimatum della Corte costituzionale

03 Gennaio 2019 | di Angelo Salerno

Corte cost.

Eutanasia

La Corte costituzionale è stata chiamata a pronunciarsi in merito alla compatibilità della fattispecie penale di istigazione o aiuto al suicidio, innanzitutto nella parte in cui incrimina la condotte di agevolazione dell'altrui suicidio anche quando risultino prive di incidenza sull'altrui volontà di privarsi della vita, in termini di determinazione o rafforzamento...

Leggi dopo

L'istanza di rinvio per impedimento trasmessa con fax o con Pec non è irricevibile o inammissibile

27 Dicembre 2018 | di Valeria Bove

Cass. pen., Sez. V,

Notifiche telematiche

La richiesta di rinvio dell'udienza per legittimo impedimento, inviata a mezzo telefax in cancelleria, non è irricevibile né inammissibile, ma l'utilizzo di tale non regolare modalità di trasmissione comporta, per la parte che intenda dolersi dell'omesso esame della richiesta, l'onere di accertarsi del regolare arrivo del fax e del suo tempestivo inoltro al giudice procedente.

Leggi dopo

Responsabilità degli enti. La S.C. riflette sulle nozioni di interesse e vantaggio

20 Dicembre 2018 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. VI,

Responsabilità degli enti

La responsabilità degli enti è configurata come derivante da fatto proprio degli stessi, dipendente da uno dei reati specificamente previsti nel catalogo normativo.

Leggi dopo

La riparazione integrale del danno di cui all'art. 341-bis c.p. quale causa di estinzione del reato

12 Dicembre 2018 | di Cristina Ingrao

Trib. Agrigento

Cause di estinzione del reato

Il reato di oltraggio a pubblico ufficiale, di cui all'art. 341-bis c.p., prevede all'ultimo comma una speciale causa di estinzione del reato che opera nel caso in cui l'imputato, prima del giudizio, abbia riparato interamente il danno, risarcendo lo stesso sia nei confronti della persona offesa, che nei confronti dell'ente di appartenenza della medesima.In che momento temporale può operare la suddetta causa di estinzione?

Leggi dopo

Processo agli enti, tra qualche punto fermo e diverse questioni aperte

10 Dicembre 2018 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. III,

Responsabilità degli enti

Una società era condannata in sede di merito essendosi riconosciuta la sua responsabilità da reato ex d.lgs. 231/2001 e si vedeva applicata, oltre che il pagamento di una sanzione pecuniaria, la confisca delle quote sociali e di alcuni suoi beni. In sede di cassazione, la decisione della Corte d'appello era censurata, per quanto di interesse in questa sede, sotto due profili. In primo luogo, si lamentava la violazione del diritto di difesa dell'ente accusato ed in particolare l'inosservanza degli artt. 39 e 40 d.lgs.231/2001 e ciò in quanto l'ente si era costituito in giudizio e aveva partecipato...

Leggi dopo

Inammissibili le impugnazioni (anche quelle cautelari) trasmesse con Pec

04 Dicembre 2018 | di Valeria Bove

Cass. pen., Sez. II,

Notifiche telematiche

È inammissibile l'impugnazione cautelare reale trasmessa mediante l'uso della PEC o mediante fax in quanto le modalità di presentazione e di spedizione dell'impugnazione sono tassative, inderogabili e non ammettono equipollenti.

Leggi dopo

Dichiarazioni acquisite ex art. 500, comma 4, c.p.p. e reformatio in pejus. È necessaria la rinnovazione dibattimentale?

03 Dicembre 2018 | di Giuseppe Sgadari

Cass. pen., Sez. II,

Rinnovazione del dibattimento

Se il giudice di appello debba procedere a rinnovare l'esame del dichiarante allorquando riformi una sentenza di assoluzione di primo grado sulla base di dichiarazioni rese dal soggetto nella fase delle indagini preliminari e acquisite al fascicolo del dibattimento ex art. 500, commi 4 e 5, c.p.p.

Leggi dopo

Tra concussione e induzione indebita sulla lunga scia delle Sezioni unite Maldera

30 Novembre 2018 | di Andrea Antonio Salemme, Francesco Camplani

Cass. pen., Sez. VI,

Concussione

Il confine tra concussione e induzione indebita continua a confermarsi uno dei temi irrisolti dopo lo “spacchettamento” realizzato dalla l. 190/2012, con la quale si è posto termine alla storica convivenza della condotta costrittiva e di quella induttiva nel contesto dell'allora unitaria disposizione dell'art. 317 c.p., incriminante la concussione. Oggi, quando, a fianco della tradizionale fattispecie...

Leggi dopo

Pagine