Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La mancata svalutazione di un credito inesigibile integra il reato di falso in bilancio

04 Settembre 2017 | di Letizia d'Altilia

Cass. pen., Sez. V

Reati societari

L'interrogativo che si pone nel caso sottoposto alla Corte di cassazione con la sentenza in commento riguarda la possibile rilevanza penale ai sensi dell'art. 2621 c.c. della mancata svalutazione in bilancio – almeno del 90% secondo i principi contabili – di un credito divenuto da tempo inesigibile. La Corte di cassazione rigetta il ricorso per infondatezza e, con riferimento al profilo della bancarotta impropria da falso in bilancio, ritiene la decisione di condanna priva di vizi logici, atteso che la permanenza nel bilancio della fallita di un credito in realtà inesigibile fin dal 2007 ...

Leggi dopo

La dichiarazione fiscale integrativa può essere fraudolenta?

31 Agosto 2017 | di Francesco Rubino, Chiara Langè

Cass. pen., Sez. III,

Dichiarazione infedele

La vicenda coinvolge il legale rappresentante di un'azienda, il quale, al fine di evadere l'Ires, ha omesso di indicare nel mod. U60 integrativo presentato nel 2009 e successivo alla dichiarazione annuale presentata da altro soggetto nel 2008 (per il periodo di imposta 2007), elementi attivi per un ammontare complessivo pari ad € 1.528.150,00, quali sopravvenienze attive e ha indicato elementi passivi per un importo totale pari ad € 748.037,00, con conseguente superamento delle soglie di ...

Leggi dopo

Archiviazione per particolare tenuità del fatto: l'indagato non ha interesse ad impugnare

30 Agosto 2017 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. III

Particolare tenuità del fatto

La questione in esame nella sentenza è se l'ordinanza di archiviazione per particolare tenuità del fatto è ricorribile per cassazione al di fuori dei casi di nullità ai sensi dell'art. 127, comma 5, c.p.p.? La questione è inedita. L'applicazione dell'art. 131-bis c.p., così come tutte le cause di non punibilità, presuppone la sussistenza del fatto, la sua illiceità penale e ...

Leggi dopo

Il punto della Cassazione sull'omesso versamento di tributi

22 Agosto 2017 | di Letizia d'Altilia

Cass. pen., Sez. III,

Reati tributari

Il d.lgs. 24 settembre 2015, n. 158, entrato in vigore in data 22 ottobre 2015, ha modificato gli artt. 10-bis e 10-ter del d.lgs. 74 del 2000, nel senso di attribuire rilevanza penale, elevando il precedente limite, unicamente alle condotte di omesso versamento dell'imposta per un ammontare superiore, rispettivamente, a euro 150.000 per gli omessi versamenti di ritenute e ad euro 250.000 per gli omessi versamenti Iva ...

Leggi dopo

Duplicazione dell’iscrizione della notizia di reato e inutilizzabilità degli atti tardivamente compiuti

21 Agosto 2017 | di Francesco Alvino

Cass. pen., Sez. VI,

Notizia di reato

La questione sottoposta alla Corte attiene alla legittimità della rinnovazione dell'iscrizione, a carico del medesimo soggetto, della notizia di reato già oggetto di iscrizione nel pertinente registro, ai fini della decorrenza ex novo di nuovi termini di indagine (c.d. iscrizione a catena).

Leggi dopo

Responsabilità colposa per morte o lesioni personali in ambito sanitario: una inedita norma penale “in bianco”?

17 Agosto 2017 | di Vittorio Nizza

Cass. pen., Sez. IV,

Omicidio colposo (e omicidio stradale)

La sentenza riguarda un caso di responsabilità colposa di un medico-psichiatra, dirigente di un centro di salute mentale, per l'omicidio colposo posto in essere da un paziente sottoposto alle sue cure ai danni di un altro paziente ricoverato presso la medesima clinica.

Leggi dopo

Sull’aggravante dei futili motivi

03 Agosto 2017 | di Francesca Di Muzio

Cass. pen., Sez. VI

Circostanze del reato

I motivi futili sono individuabili nel caso in cui la determinazione criminosa sia stata indotta da uno stimolo esterno di tale levità, banalità e sproporzione, rispetto alla gravità del reato, da apparire, secondo il comune modo di sentire, assolutamente insufficiente a provocare l’azione criminosa e da potersi considerare, più che una causa determinante dell’evento, un mero pretesto per lo sfogo di un impulso violento.

Leggi dopo

Manifestazione del metodo mafioso e c.d. mafia silente

24 Luglio 2017 | di Donatella Perna

Cass. pen., Sez. II

Associazione di tipo mafioso o camorristico

La fattispecie giunta all'attenzione della S.C. trae origine da un'importante inchiesta giudiziaria, concernente l'insediamento in Liguria e basso Piemonte di articolazioni periferiche della ‘ndrangheta calabrese, denominate “locali”, ma strettamente collegate alla organizzazione madre. Il processo, svolto nei confronti di numerosi imputati accusati di avere fatto parte di tali strutture locali ...

Leggi dopo

La notifica impossibile al domicilio dichiarato o eletto

24 Luglio 2017 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. VI

Notificazioni

I caso di elezione o dichiarazione di domicilio da parte dell'imputato, è sufficiente il suo mancato reperimento presso il domicilio eletto o dichiarato per consentire la valida consegna dell'atto al difensore oppure l'ufficiale giudiziario è tenuto a compiere altri accertamenti, finalizzati alla ricerca del destinatario, ed al successivo deposito presso la casa comunale ai sensi dell'art. 157, comma 7 e 8, c.p.p.?

Leggi dopo

Il rito camerale non partecipato applicabile ai procedimenti ai ricorsi in Cassazione in tema di misure cautelari reali

21 Luglio 2017 | di Luigi Agostinacchio

Cass. pen., Sez. II, 18 gennaio 2017

Ricorso per cassazione

Nei procedimenti aventi ad oggetto i ricorsi proposti ai sensi dell'art. 325 c.p.p. in tema di misure cautelari reali (sequestri probatori o preventivi) è prevista la partecipazione delle parti (difensore e rappresentante dell'Ufficio della procura generale)?

Leggi dopo

Pagine