Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Il diritto di accesso e di copia dei file audio delle intercettazioni poste alla base dell'appello cautelare del P.M.

27 Agosto 2018 | di Andrea Nocera

Cass. pen., Sez. VI

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Con la sentenza in commento, la Suprema Corte, affronta la questione della estensione del diritto di accesso dell'imputato ai file audio delle conversazioni intercettate, previsto dall'art. 268 c.p.p., nel caso in cui l'utilizzo di questi, sulla base delle trascrizioni della polizia giudiziaria, venga richiesto per l'emissione...

Leggi dopo

Intercettazioni su whistleblowing: fonte anonima o documento riservato?

14 Marzo 2018 | di Andrea Nocera

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Ai fini della legittimità e utilizzabilità delle intercettazioni, la segnalazione del pubblico dipendente di condotte illecite di cui è venuto a conoscenza in ragione del proprio rapporto di lavoro costituisce un documento da fonte anonima o il c.d. canale whistleblowing realizza un sistema che garantisce solo la riservatezza del segnalante?

Leggi dopo

Digital forensics: la rilevanza probatoria delle conversazioni su whatsapp

20 Febbraio 2018 | di Francesca Di Muzio

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

La Corte di cassazione, Sez. V, con la pronuncia in esame ha analizzato la problematica relativa al valore probatorio da poter attribuire alle conversazioni svoltesi sul canale telematico whatsapp – strumento fortemente utilizzato nella quotidianità dei rapporti interpersonali e che pertanto assumerà sempre più rilevanza nel corso di indagini giudiziarie.

Leggi dopo

Intercettazioni per mezzo di captatore informatico: il tribunale può riqualificare il fatto esposto nel decreto del Gip

15 Dicembre 2017 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. VI

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Se il Gip, pur autorizzando dette intercettazioni, non ha ravvisato gli estremi di un illecito che rientra in tale categoria, è ammissibile la riqualificazione giuridica dei fatti da parte del tribunale del riesame ai fini dell'utilizzabilità del materiale probatorio raccolto?

Leggi dopo

Intercettazioni telematiche e captatore informatico: quali limiti?

06 Novembre 2017 | di Cesare Parodi

Cass. pen., Sez. V

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

La decisione indicata in epigrafe – pure inserita in una vicenda già oggetto di un particolare clamore mediatico – è destinata a assumere un particolare rilievo anche sul piano ermeneutico, essendo intervenuta immediatamente prima del provvedimento con il quale dovrà essere data attuazione alla delega in materia di intercettazioni (e di utilizzo dei captatori informatici, in particolare) contenuta nella l. 103/2017.

Leggi dopo

L'intercettazione delle e-mail (già) ricevute o inviate e l'acquisizione di quelle parcheggiate nella cartella “bozze”

14 Novembre 2016 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. IV

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

In forza di decreto del Gip e senza ricorrere a una rogatoria, è legittima l'intercettazione telefonica di utenze telefoniche estere? Occorre esperire un'attività di cooperazione giudiziaria internazionale per captare e-mail ...

Leggi dopo

L'utilizzabilità delle intercettazioni come corpo di reato

19 Maggio 2016 | di Piero Indinnimeo, Raffaele Frate

Cass. pen., Sez. unite

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Le Sezioni unite si sono espresse sulla questione se, in tema di intercettazioni, telefoniche o ambientali, utilizzate in altri procedimenti, la comunicazione intercettata, costituente condotta delittuosa, sia qualificabile, essa stessa o il supporto registrante, interamente o in parte, corpo di reato.

Leggi dopo

Ammissibile la testimonianza degli operanti della polizia giudiziaria sul contenuto delle intercettazioni telefoniche

16 Maggio 2016 | di Giovanni Campese

Trib. Roma

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

L'ordinanza in commento affronta la questione se gli ufficiali e gli agenti di polizia giudiziaria possano deporre sul contenuto delle conversazioni o comunicazioni intercettate.

Leggi dopo

Il procedimento “diverso” ex art. 270 c.p.p. ovvero la portata del divieto di utilizzabilità delle intercettazioni telefoniche

17 Marzo 2016 | di Maria Simona Chelo

Cass. pen., Sez. III

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Quale è la nozione di "procedimento diverso" di cui all'art. 270 c.p.p. rilevante al fine di escludere l'utilizzabilità dei risultati delle intercettazioni disposte in altro procedimento, soprattutto quando dal contenuto delle intercettazioni si acquisiscano ulteriori notizie di reato.

Leggi dopo

L’intercettazione di comunicazioni all’estero

04 Marzo 2016 | di Natalia Rombi

Cass. pen., Sez. IV

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Il ricorso alla procedura dell’istradamento, e cioè il convogliamento delle chiamate partenti da una certa zona all’estero in un “nodo” situato in Italia, non comporta la violazione delle norme sulle rogatorie internazionali, in quanto in tal modo tutta l’attività di intercettazione, ricezione e registrazione delle telefonate viene compiuta completamente sul territorio italiano.

Leggi dopo

Pagine