Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Contabilità irregolare degli enti territoriali, tra falso in bilancio e falso in atto pubblico

18 Settembre 2018 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. V,

Falsità materiali ed ideologiche

Il tema della natura giuridica del bilancio di un Comune (o di altro ente territoriale) è stato più volte affrontato dalla giurisprudenza che ha sempre concluso per la sua qualificazione in termini di atto pubblico ai sensi dell'art. 476, comma 1, c.p. Il bilancio di un ente pubblico territoriale promana dal consiglio comunale ed è un atto...

Leggi dopo

Dubbi di costituzionalità sulla disciplina delle limitazioni alla concessione della detenzione domiciliare speciale

17 Settembre 2018 | di Giuseppe Marra

Cass. pen., Sez. I,

Detenzione domiciliare

L'istituto della detenzione domiciliare speciale, pur partecipando della finalità di reinserimento sociale del condannato, è primariamente indirizzato a consentire l'instaurazione, tra madri detenute (e in alcuni casi i padri ai sensi del comma 6) e figli in tenera età, di un rapporto quanto più possibile "normale". In tal senso, si tratta di un istituto in cui assume rilievo prioritario la tutela di un soggetto debole, distinto dal condannato e particolarmente meritevole di protezione...

Leggi dopo

Non è necessario adempiere integralmente il debito tributario per patteggiare

14 Settembre 2018 | di Gabriele Minniti

Cass. pen., Sez. II,

Patteggiamento

L'intervenuto pagamento integrale del debito tributario, delle sanzioni e degli interessi, nonché il ravvedimento operoso, costituiscono condizioni per l'applicazione della pena ex art. 444 c.p.p. per tutti i delitti tributari contemplati nel d.lgs. 74/2000, oppure sussistono delle eccezioni?

Leggi dopo

Notifica a mezzo Pec al difensore: la certezza del ricevimento si estende anche agli allegati?

13 Settembre 2018 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. VI,

Notifiche telematiche

Nel caso in cui la cancelleria provveda alla notificazione per mezzo di posta elettronica certificata di un atto, la certezza legale della ricezione della mail da parte del destinatario si estende anche agli allegati alla stessa?

Leggi dopo

È appropriazione indebita il ritardo dell’amministratore nel restituire le somme detenute per conto dei condomini

11 Settembre 2018 | di Maria Beatrice Magro

Cass. pen., Sez. II

Appropriazione indebita

La questio iuris sottoposta alla Suprema Corte concerne la natura del reato di appropriazione indebita e del tempus commissi delicti, compreso quelli concernenti l’individuazione del dies a quo di decorrenza del termine di prescrizione. Nel caso di specie, la condotta appropriativa concerneva la rendicontazione...

Leggi dopo

Lottizzazione abusiva “mista”. Individuazione del momento consumativo del reato e applicabilità della confisca

10 Settembre 2018 | di Pasquale Fimiani

Cass. pen., Sez. III,

Edilizia ed urbanistica

La questione che viene in evidenza nella fattispecie è quella della individuazione del momento di consumazione del reato di lottizzazione abusiva nella forma “mista” e della possibilità di applicazione della confisca quando risulti che il frazionamento negoziale...

Leggi dopo

La “contagiosa” scia della De Tommaso. Le violazioni in tema di prevenzione tra determinatezza e prevedibilità

07 Settembre 2018 | di Enrico Campoli

Cass. pen., Sez. I,

Misure di prevenzione

Tra le prescrizioni imposte al sorvegliato speciale, con obbligo o divieto di soggiorno, sia in forza della precedente legge (art. 9 l. 1423/1956) che di quella attuale (d.lgs. 159/2011), è individuata quella del divieto di partecipare a pubbliche riunioni. La difficoltà interpretativa di tale precetto si è sempre annidata nella ...

Leggi dopo

Messa alla prova. Per la revoca, in caso di nuovo delitto, non occorre una sentenza passata in giudicato

07 Settembre 2018 | di Valentina Ventura

Cass. pen., Sez. VI,

Messa alla prova

Ai fini della revoca della sospensione del procedimento con messa alla prova non è necessario che la “commissione” durante il programma di un nuovo delitto non colposo o di un reato della stessa indole di quello per cui si procede sia accertata da sentenza di condanna irrevocabile.

Leggi dopo

La modifica dell'imputazione in relazione al tempus commissi delicti in caso di violazione degli obblighi di assistenza familiare

06 Settembre 2018 | di Piera Gasparini

Cass. pen., Sez. VI

Violazione degli obblighi di assistenza familiare

La questione affrontata nella specie dalla decisione in commento involge in primo luogo il tema della modifica dell'imputazione riguardante un elemento accessorio del fatto – quale la data del commesso reato – nell'ambito del reato di cui all'art. 570 c.p.

Leggi dopo

Modifica dell'imputazione e incostituzionalità dell'art. 517 c.p.p. in relazione alla facoltà di richiedere la messa alla prova

31 Agosto 2018 | di Ottavia Murro

Corte cost.

Nuove contestazioni

La problematica in esame attiene alla relazione tra l'art. 517 c.p.p. e l'istituto della messa alla prova, istituto che, seppure ha effetti sostanziali, è connotato da un'intrinseca dimensione processuale, in quanto consiste in un nuovo procedimento speciale, alternativo al giudizio e destinato ad avere un rilevante effetto deflattivo (Corte costituzionale, sentenza n. 240/2015).

Leggi dopo

Pagine