Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Riqualificazione giuridica del fatto e rispetto del contraddittorio nella giurisprudenza nazionale ed europea

18 Gennaio 2018 | di Giulio Corato

Cass. pen., Sez. VI

Dibattimento

Fermo restando l'incontestabile potere del giudice di attribuire in sentenza al fatto una qualificazione giuridica diversa da quella enunciata nell'imputazione, stante la limpida formulazione dell'art. 521 c.p.p., il rispetto della regola del contraddittorio, che deve essere assicurato all'imputato anche in ordine alla diversa definizione ...

Leggi dopo

Il silenzio può integrare il delitto di truffa contrattuale?

17 Gennaio 2018 | di Carmine Gatto

Cass. pen., Sez. II

Truffa

La pronuncia in commento attiene alla configurabilità del delitto di truffa mediante un comportamento concretantesi nel silenzio su circostanze rilevanti ai fini della determinazione all’effettuazione delle reciproche prestazioni da parte del soggetto in capo al quale incombe il dovere di farle conoscere. Ci si chiede se tale omissione di conoscenza possa rientrare nell’alveo del raggiro idoneo ad influire sulla volontà negoziale del soggetto passivo tale da integrare il delitto di truffa ex art. 640 c.p.

Leggi dopo

Conseguenze dell'omesso deposito dei verbali che documentano l'esecuzione del test alcolimetrico

10 Gennaio 2018 | di Marco Galati

Cass. pen., Sez. IV,

Circolazione stradale

L'imputato, condannato per il reato di guida in stato di ebbrezza, ha proposto ricorso per cassazione avverso il provvedimento di conferma emesso in secondo grado eccependo, fra l'altro, l'omesso deposito del verbale degli accertamenti tecnici costituiti dal test alcolimetrico eseguiti sull'imputato ai sensi dell'art. 354 c.p.p.

Leggi dopo

Peculato. Il titolare della ricevitoria che ritardi nel deposito delle somme riscosse commette reato?

09 Gennaio 2018 | di Carmine Gatto

Cass. pen., Sez. VI

Peculato

La Corte di legittimità, nella pronuncia in commento, elimina ogni dubbio in ordine alla collocazione temporale della condotta tipica del peculato, anche in relazione a più azioni commesse nel tempo (come nel caso in esame) e traccia una via di certezza che rende più agevole comprendere quando un’azione entri nell’alveo di tale fattispecie.

Leggi dopo

La responsabilità medica in una “equipe diacronica” e l'efficienza causale dell'errore da trasfusione

08 Gennaio 2018 | di Federico Lucariello, Maria Hilda Schettino

Cass. pen., Sez. IV

Attività medico-chirurgica

Nel provvedimento in commento la Cassazione affronta tre questioni fondamentali: la prima concerne l'efficienza causale che si deve attribuire all'errore nella trasfusione di sangue rispetto all'evento consistito nel decesso del paziente; la seconda riguarda il criterio logico-giuridico che ...

Leggi dopo

La corruzione in appalto è un reato in contratto: la confisca coinvolge solo il profitto derivante dall'attività illecita

05 Gennaio 2018 | di Ciro Santoriello

Cass., pen., Sez. VI

Corruzione

Nel caso in cui l'illecito sia commesso nell'ambito di un'attività d'impresa lecita, il provvedimento ablatorio deve essere circoscritto ...

Leggi dopo

Apologia del terrorismo. La condivisione di un video di propaganda Isis su FB integra il reato

04 Gennaio 2018 | di Carmine Gatto

Cass. pen., Sez. V

Terrorismo

La condivisione di video di propaganda dell'Isis sui social network è idonea alla configurazione del reato di apologia di terrorismo.

Leggi dopo

Risarcibilità del danno all'immagine della P.A. da illecito penale tributario. La possibile soluzione del contrasto interpretativo

03 Gennaio 2018 | di Andrea Nocera

Cass. pen., Sez. VI,
Cass. pen., Sez. III

Risarcimento del danno

Con le due sentenze in commento, succedutesi di pochi mesi (Cass. pen., Sez. VI, 27 settembre 2017, n. 48603; Cass. pen., Sez. III, 6 giugno 2017, n. 38932) la Corte di cassazione ha cercato di fornire una soluzione di equilibrio e di sintesi al contrasto insorto in ordine alla rilevanza e risarcibilità del danno all'immagine nei confronti della P.A.

Leggi dopo

La notifica all'imputato mediante Pec al suo difensore non sostituisce anche quella spettante “in proprio” al difensore stesso

29 Dicembre 2017 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. IV

Notifiche telematiche

Nel caso di mancanza di elezione o dichiarazione di domicilio da parte dell'imputato, la notificazione dell'atto può avvenire presso il difensore anche a mezzo PEC. In tale evenienza, il difensore conserva il diritto a ricevere un'autonoma notificazione dell'atto o, quanto meno, un'attestazione da cui risulti che la consegna del medesimo è avvenuta anche per consentire l'espletamento del mandato difensivo?

Leggi dopo

I presupposti della sospensione condizionale della pena e il processo minorile

27 Dicembre 2017 | di Valentina Sellaroli

Trib. min. Bologna

Processo minorile

Nell'ambito del processo penale minorile, lo scopo di recuperare l'imputato minorenne passa, nella maggior parte dei casi, attraverso la sua rapida fuoriuscita dal circuito penale; tuttavia, a volte, il perseguimento del reale interesse del minore impone di scegliere la soluzione più “invasiva” sotto il profilo penale e penitenziario, giustificandosi in questi casi la mancata applicazione della sospensione condizionale della pena.

Leggi dopo

Pagine