Focus

Focus

Reati contro la P.A. e pene accessorie. La disciplina modificata dalla l. 3/2019

08 Febbraio 2019 | di Paolo Cirillo

Delitti contro la pubblica amministrazione

Decisamente in primo piano nel complesso della riforma sono le modifiche prospettate alla disciplina complessiva delle pene accessorie previste per i reati contro la pubblica amministrazione: nello specifico, interdizione dai pubblici uffici e incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione. La strategia della legge 3/2019 è centrata sul significativo potenziamento della risposta sanzionatoria...

Leggi dopo

La notifica a mezzo posta non a mani proprie. La decorrenza del termine dopo la legge di stabilità 2019

07 Febbraio 2019 | di Gianluca Bergamaschi

Notificazioni

La questione attiene al momento di perfezionamento finale e al relativo decorso del termine, laddove la notificazione a mezzo posta, ex art. 7 della l. 890/1982, sia avvenuta al domicilio dichiarato o eletto dall'interessato ma non a mani proprie, con la conseguente necessità che l'addetto postale, dopo aver consegnato il plico ad altra persona idonea alla ricezione, invii una raccomandata al destinatario designato dal mittente; in pratica se il termine di riferimento debba decorrere dalla mera spedizione o dall'effettiva ricezione della raccomandata.

Leggi dopo

L'attività sotto copertura della P.G. per il contrasto dei fenomeni corruttivi. Gli interventi del legislatore del 2019

06 Febbraio 2019 | di Nicoletta Ventura

Corruzione

La legge 9 gennaio 2019, n. 3 è finalizzata ad arginare il dilagare di fenomeni corruttivi attraverso la predisposizione di una specifica strategia repressiva che prevede l'impiego di operazioni sotto copertura di polizia giudiziaria. Nota alla pratica investigativa, in quanto già prevista in funzione di contrasto di altre fenomenologie criminose, l'attività under cover consente di acquisire significativi dati probatori ma deve essere sempre svolta nel rispetto delle garanzie individuali.

Leggi dopo

Sospensione dell'esecuzione della pena: sollevata Q.L.C. con riferimento al furto in abitazione

01 Febbraio 2019 | di Cristina Ingrao

Trib. Agrigento, Sez. I penale,

Giudice dell’esecuzione

Il tribunale di Agrigento, quale giudice dell'esecuzione solleva la questione di legittimità costituzionale della disposizione di cui all'art. 656, comma 9, lett. a), c.p.p. nella parte in cui prevede il reato di furto in abitazione, ex art. «624-bis c.p.», per contrasto con l'art. 3 Cost...

Leggi dopo

Indagini tecniche: il principio di atipicità della prova e la tutela di diritti e libertà di rilievo costituzionale

31 Gennaio 2019 | di Roberto V. O. Valli

Prova

Nel nostro ordinamento processuale penale vige il principio di atipicità della prova. Ciò non significa che si possa far ricorso a strumenti di indagine tecnica o scientifica non disciplinati dalla legge...

Leggi dopo

La nuova procedibilità del reato di appropriazione indebita commesso dall'amministratore di una società

30 Gennaio 2019 | di Gabriele Minniti

Appropriazione indebita

Il recente decreto legislativo 36, del 10 aprile 2018, entrato in vigore il 9 maggio 2018, dando attuazione parziale alla delega prevista dall'art. 1, comma 16, lett. a) e b), della l. 103/2017 (c.d. riforma Orlando), ha esteso l'area di operatività della procedibilità a querela per taluni reati, tra cui quello previsto e punito dall'art. 646 c.p. La successiva l. 3, del 9 gennaio 2019, cosiddetta spazzacorrotti, ha invece reintrodotto la procedibilità d'ufficio del reato di appropriazione indebita nel caso ricorrano alcune circostanze aggravanti.

Leggi dopo

Patteggiamento. Le novità della l. 3/2019

28 Gennaio 2019 | di Marina Alberti

Patteggiamento

La legge 19 gennaio 2019, n. 3, avente a oggetto Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, nonché in materia di prescrizione del reato e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici,, ha apportato modifiche all'istituto dell'applicazione della pena su richiesta delle parti, ex art. 444 c.p.p. Le modifiche riguardano la disciplina dell'accesso al rito (articolo 444 del codice di procedura penale) e gli effetti dell'applicazione della pena (articolo 445 del codice di procedura penale).

Leggi dopo

Intercettazioni. Come è (ri)cambiata la disciplina dopo i decreti sicurezza e anticorruzione

25 Gennaio 2019 | di Cesare Parodi

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Contestate, temute, discusse, desiderate. Punto di incontro – o meglio di scontro – nel dibattito tra necessità investigative, esigenze della difesa e tutela della riservatezza dei singoli. Oggetto di innumerevoli tentativi di riscrittura nonché di alcune riforme effettivamente realizzate (e sempre presentate come “risolutive”), i cui principi...

Leggi dopo

Consigli per una impeccabile redazione dell’atto d’appello, tra autosufficienza e specificità

24 Gennaio 2019 | di Leonardo Iannone

Appello

Il dato normativo introdotto dalla recente riforma mediante la riformulazione dell’art. 581 c.p.p. tenderebbe a regolamentare l’aspetto essenziale della forma dell’atto di impugnazione che ogni parte, anche quella pubblica, è tenuta a osservare secondo le enunciazioni specifiche ivi indicate. In particolare, quanto all’appello, seguendo il metodo della confutazione ormai invalso nella caratterizzazione di tale rimedio.

Leggi dopo

G.D.P.R.: la minimizzazione del trattamento di dati. Quali possibili ricadute in ambito giudiziario?

23 Gennaio 2019 | di Ferdinando Brizzi

Privacy

Due recenti provvedimenti della Corte di cassazione civile consentono di riflettere sul c.d. diritto all'oblio in riferimento a uno dei principi cardine del c.d. G.D.P.R., quello della minimizzazione del trattamento dei dati personali: gli approdi dei giudici di legittimità, ove letti in riferimento a recenti provvedimenti del Garante della privacy, sono di indubbio interesse, anche in sede penale, dal momento che...

Leggi dopo

Pagine