Focus

Focus

Il diritto di astensione dei difensori dopo le sentenze costituzionali n. 180 del 2018 e n. 14 del 2019

29 Gennaio 2020 | di Virginia Oddi

Difesa e difensore

Il diritto di astensione collettiva dalle udienze dei difensori nei processi con imputati in vinculis ha suscitato, a seguito delle sentenze della Corte costituzionale, intensi dibattiti dottrinali e giurisprudenziali. È imprescindibile, dunque, individuare l’interpretazione costituzionalmente orientata della disciplina applicativa del codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle udienze degli avvocati in relazione all’inviolabilità del diritto alla libertà personale.

Leggi dopo

Indagini informatiche e acquisizione dei file: accertamento o rilievo?

27 Gennaio 2020 | di Cesare Parodi

Trib. Milano

Prova

Le modalità di acquisizione dei file individuati nell'ambito di perquisizioni informatiche possono essere determinate in relazione alla effettiva utilizzabilità- spesso decisiva- degli stessi. In questo senso è indispensabile verificare l'effettiva natura dell'attività in oggetto e se – conseguentemente - debba essere applicata la procedura degli accertamenti tecnici irripetibili ex art 360 c.p.p. o se siano sufficiente l'attività delegata alla P.G.

Leggi dopo

Gestore di una pista da slittino: obblighi di valutazione dei rischi e di vigilanza sull'attività del delegato

21 Gennaio 2020 | di Giovanni Caspani

Omissione di cautele o difese contro disastri o infortuni sul lavoro

La materia della sicurezza nella pratica non agonistica degli sport invernali da discesa e da fondo è regolamentata, a livello statale, dalla legge 24 dicembre 2003, n. 363. Si tratta di una disciplina che detta i principi informatori e che rinvia alla normativa regionale gli aspetti di dettaglio. L'art. 22, comma 1, prevede che: “Le regioni... sono tenute ad adeguare la propria normativa alle disposizioni di cui alla legge stessa e a quelle che costituiscono principi fondamentali in tema di sicurezza individuale e collettiva nella pratica dello sci e degli altri sport della neve”.

Leggi dopo

Brevi osservazioni sulla disciplina della prescrizione del reato

20 Gennaio 2020 | di Massimo Biffa

Prescrizione del reato

Oggi la disciplina della prescrizione del reato ha tre differenti scansioni temporali: quella della legge Cirielli, quella della riforma Orlando e, dal 1 gennaio 2020, quella della l. n. 3 del 2019, tutte legate al diverso momento in cui il reato è stato commesso. A distanza di nemmeno un anno dalle modifiche introdotte dal governo precedente (L. 103/2017) in relazione alla sospensione dei termini, per un periodo complessivamente non superiore a tre anni...

Leggi dopo

Mutamento del giudice dibattimentale ed esame delle persone già sentite dinanzi al giudice sostituito

20 Gennaio 2020 | di Maria Lucia Di Bitonto

Giudizio

Le Sezioni unite (Cass., Sez. un., 30 maggio 2019, Bajrami Klevis, in C.E.D. Cass., n. 266754) hanno affermato che il giudice del dibattimento succeduto ad altro, dinanzi al quale sono state assunte le prove, dispone del potere di non accogliere la richiesta di escussione orale delle persone già esaminate davanti all'altro organo giudicante successivamente sostituito.

Leggi dopo

Il giudice del dibattimento di fronte alla pericolosità sociale: come orientarsi con la sospensione del processo, le misure di sicurezza e le misure cautelari

17 Gennaio 2020 | di Pierangelo Cirillo

Misure di sicurezza

Con la definitiva chiusura degli OPG e la loro sostituzione con le REMS è stata portata a termine una riforma “epocale”; essa, tuttavia, non avendo trovato un'adeguata e tempestiva attuazione sul piano amministrativo, ha posto rilevantissimi problemi di carattere pratico ai giudici, che si sono trovati di fronte...

Leggi dopo

Strategia e deontologia. Elogio del rinvio

16 Gennaio 2020 | di Roberto Bertuol

Deontologia

Il vivace e preoccupato dibattito, ancora in corso, sul recentissimo ingresso in vigore (01/01/2020) della novella volta a riformare il meccanismo in materia di prescrizione, offre l’occasione per rivolgere attenzione al “fenomeno” processuale del rinvio, il quale, in assenza di un approccio rigoroso all’argomento rischia di essere sbrigativamente collocato sul banco degli imputati quale principale sospettato, unitamente a coloro che altrettanto sommariamente vengono additati quali suoi utilizzatori senza limiti, d’essere il principale responsabile delle intollerabili dilatazioni dei tempi del giudizio....

Leggi dopo

Il nuovo decreto intercettazioni: le indicazioni sulla riservatezza

13 Gennaio 2020 | di Cesare Parodi

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

A distanza di due anni da quella che avrebbe dovuto essere la propria entrata in vigore la riforma delle intercettazioni vede finalmente la luce, nella sua globalità, a partire dal 29 febbraio 2020. Una riforma che troverà applicazione dopo un significativo restyling, che ha avuto per oggetto in particolare proprio le disposizioni finalizzate a una maggiore tutela della riservatezza. Il d.l. 161/2019 interviene in particolare...

Leggi dopo

Le condotte riparatorie: profili istituzionali e problemi interpretativi

09 Gennaio 2020 | di Angelo Salerno

Condotte riparatorie (estinzione del reato per)

La recente riforma del 2017, con legge n. 103, ha introdotto nel codice penale un nuovo strumento di deflazione dei procedimenti penali, con l'obiettivo di ridurre i carichi pendenti, attraverso la previsione della causa di estinzione del reato di cui all'art. 162-ter c.p., per “condotte riparatorie”, destinata ad operare nella fase antecedente l'apertura del dibattimento, le cui prime applicazioni hanno tuttavia posto problemi interpretativi, solo in parte risolti dalla giurisprudenza.

Leggi dopo

La riforma dimezzata: prime osservazioni sul decreto in tema di intercettazioni

08 Gennaio 2020 | di Cesare Parodi

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

A distanza di due anni da quella che avrebbe dovuto essere la propria entrata in vigore la riforma delle intercettazioni vede finalmente la luce, nella sua globalità, a partire dal 29 febbraio 2020. Una riforma che troverà applicazione dopo un significativo restyling, che ha avuto per oggetto in particolare proprio le disposizioni finalizzate a una maggiore tutela della riservatezza. Il d.l. 161/2019 interviene...

Leggi dopo

Pagine