Focus

Focus

I reati connessi all'accesso, alla diffusione e alla falsificazione dei documenti condominiali

04 Settembre 2020 | di Maria Beatrice Magro

Falsità materiali ed ideologiche

In ordine alla tutela penale del diritto del condominio all'accesso alla documentazione condominiale, premettiamo che, mentre sussiste sul piano civilistico il dovere dell'amministratore di custodire la documentazione inerente la gestione condominiale, e il corrispondente diritto del condominio di accedere, prendere visione e trarre copia di tale documentazione, sotto il profilo penalistico, viceversa, non sussiste alcuna penale che garantisca, in vigenza del mandato, l'accesso ai contenuti della documentazione da parte di ciascun condominio che ne abbia interesse. La tutela penale si configura solo nella fase patologica e conclusiva del mandato dell'amministratore. In proposito la giurisprudenza di legittimità è costante...

Leggi dopo

La nuova disciplina delle intercettazioni: le indicazioni operative della Procura della Repubblica di Torino

01 Settembre 2020 | di Cesare Parodi

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

L'entrata in vigore della riforma sulle intercettazioni impone agli uffici giudiziario e alle Procure in particolare un'attenta e profonda revisione dei modelli organizzativi, delle prassi operative e della gestione dei rapporti con la P.G. così come con i difensori. La circolare oggetto...

Leggi dopo

La sicurezza del personale sanitario e la tutela penale contro le aggressioni: un nuovo strumento legislativo

31 Agosto 2020 | di Giuseppe Pavich

Lesioni (colpose e dolose)

Dopo un percorso parlamentare durato poco meno di due anni e iniziato con il precedente Governo, viene approvata in via definitiva il 5 agosto 2020, con il sostegno di tutte le forze politiche, la nuova legge volta a tutelare...

Leggi dopo

Sequestro preventivo penale: legittimazione del curatore fallimentare nel caso di occupazione di un immobile del fallito

28 Agosto 2020 | di Claudio Magnanti

Sequestro preventivo

Viene affrontata la questione relativa all'esistenza di una legittimazione del curatore fallimentare a richiedere la condanna al pagamento di un'indennità di occupazione di un immobile di proprietà del fallito ma oggetto di sequestro preventivo penale, a fini di confisca obbligatoria.

Leggi dopo

Violazione del distanziamento sociale e sorveglianza speciale: verso la “banalizzazione del male”?

05 Agosto 2020 | di Ferdinando Brizzi

Corte di Appello di Bari,

Misure alternative alla detenzione

La violazione del distanziamento fisico prescritto in periodo di pandemia da Covid-19 può essere valutata ai fini della sorveglianza speciale, ai sensi dell'art. 1 lett. c) d.lgs. 159/11, solo quando risulti la positività al virus dei soggetti responsabili, non potendosi utilizzare ai fini della misura di prevenzione...

Leggi dopo

L'incapacità processuale dopo la riforma Orlando

03 Agosto 2020 | di Pierangelo Cirillo

Capacità (a delinquere; criminale; d’intendere e di volere)

Le legge 23 giugno 2017 n. 103 (c.d. riforma Orlando) ha inciso in maniera sensibile anche sulla disciplina della capacità processuale. Il legislatore – raccogliendo gli spunti offerti dalla Corte Costituzionale, dalla dottrina e dagli operatori pratici – ha tentato di risolvere uno dei profili di maggiore criticità della materia: “l'infinita” sospensione dei processi a carico di imputati affetti da patologie irreversibili con l'inutile ripetersi delle verifiche semestrali dell'incapacità processuale.

Leggi dopo

La continua riforma dell'abuso di ufficio e l'immobilismo della pubblica amministrazione

28 Luglio 2020 | di Bartolomeo Romano

Art. 23 d.l. n. 76/2020

Abuso di ufficio

Le vicende che coinvolgono il delitto di cui all'art. 323 del codice penale hanno una importanza che esorbita la stessa funzione e lo stesso ruolo dell'abuso di ufficio, poiché investono la nozione di pubblica amministrazione, anche...

Leggi dopo

Quando a fare domande suggestive è il Giudice…

27 Luglio 2020 | di Michele Sbezzi

Cass. pen., Sez. I,

Testimonianza

Espressamente ed assai significativamente, nella sentenza in parola, si afferma che “… un intervento officioso del giudice con finalità chiarificatrice dei fatti oggetto del processo … trova giustificazione in un processo tendenzialmente accusatorio”. Si fa qui riferimento, nonostante il tenore letterale di quanto riportato, all'evidenza di un uso che è stato giudicato non corretto della facoltà...

Leggi dopo

Da Mafia capitale a corruzione capitale: la sentenza della Suprema Corte e l’epilogo della vicenda

27 Luglio 2020 | di Luca Della Ragione

Cass. pen., Sez. VI,

Associazione per delinquere

Con la sentenza in commento la Suprema Corte ha segnato l’epilogo della saga “Mafia capitale”, sancendo che non si è trattato di ‘vera mafia’. È stata infatti esclusa la possibilità di sussumere i fatti contestati agli imputati della nota vicenda romana nel delitto di associazione di tipo mafioso di cui all’art. 416-bis c.p., derubricandoli in quello di cui all’art. 416 c.p.

Leggi dopo

Rassegna della giurisprudenza Costituzionale in materia penitenziaria nel primo semestre 2020

23 Luglio 2020 | di Leonardo Degl'Innocenti, Francesco Faldi

Corte costituzionale

La sentenza 15 gennaio 2020 n. 18. Con questa sentenza (depositata il data 14 febbraio 2020) la Corte prosegue nel processo di ampliamento dell'ambito di applicazione...

Leggi dopo

Pagine