Focus

Focus

L'evoluzione del reato di omesso versamento Iva tra soglie legislative e censure di legittimità costituzionale

17 Settembre 2015 | di Marco Siragusa

Reati tributari

La nota sentenza della Corte Costituzionale n. 80 dell'8 aprile 2014 ha ridefinito in euro 103.291,38 la soglia di punibilità del reato di omesso versamento dell'imposta sul valore aggiunto (art. 10-ter d.lgs. 74/2000) limitatamente ai fatti commessi sino alla data del 17 settembre 2011. Per i fatti di epoca successiva, invece, si applica il limite di euro 50.000 previsto dall'art. 10-bisd.lgs. 74/2000.

Leggi dopo

Favoreggiamento reale e personale e reato permanente

08 Settembre 2015 | di Antonio Corbo

Favoreggiamento personale e reale

Un tema oggetto di risalente discussione attiene alla configurabilità dei reati di favoreggiamento personale e reale quando il “delitto commesso”, al quale si riferisce la condotta di aiuto, pur se ormai perfezionato, sia tuttora in corso di consumazione. La dottrina sembra oggi orientata per la soluzione favorevole, mentre la giurisprudenza privilegia soluzioni differenziate, in relazione alle diverse tipologie di reati attribuibili al soggetto beneficiario dell’aiuto.

Leggi dopo

Concorso tra illecito amministrativo e penale e applicazione del principio di ne bis in idem

03 Settembre 2015 | di Maria Teresa Trapasso

Concorso apparente di norme

Le tematiche connesse al concorso apparente di norme, con riguardo, in particolare, al concorso tra l’illecito amministrativo e l’illecito penale, sono attualmente oggetto di un rinnovato interesse a seguito di importanti pronunce delle Corti di Strasburgo e del Lussemburgo, che hanno condizionato la compatibilità con il diritto comunitario del doppio binario sanzionatorio, alla non qualificabilità della sanzione amministrativa quale sanzione sostanzialmente penale, secondo un approccio di tipo contenutistico, consolidato presso la giurisprudenza della Corte di Giustizia e di quella di Strasburgo. Diversamente, si sostiene in sede convenzionale e comunitaria, la contestuale previsione di sanzioni penali e sostanzialmente penali, benché nominalmente amministrative, violerebbe il principio del ne bis in idem, secondo il quale “nessuno può essere perseguito o condannato per un reato per il quale è già stato assolto o condannato nell’Unione a seguito di una sentenza penale definitiva conformemente alla legge” (così l’art. 50 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea).

Leggi dopo

La nullità del decreto di citazione a giudizio per omessa notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari: un perenne contrasto giurisprudenziale

02 Settembre 2015 | di Cecilia Ruggerini

Citazione a giudizio

L’art. 552, comma 2, c.p.p. individua espressamente talune ipotesi di invalidità del decreto di citazione a giudizio e stabilisce, tra le altre, che il decreto è nullo se non è preceduto dall’avviso della conclusione delle indagini preliminari (art. 415-bisc.p.p.). L’invio dell’avviso rappresenta il primo presupposto per la valida emissione del successivo decreto di citazione diretta a giudizio.

Leggi dopo

La c.d. falsità parziale nel delitto di calunnia

01 Settembre 2015 | di Maria Teresa Trapasso

Calunnia ed autocalunnia

L’interrogativo da cui si intende prendere le mosse concerne la configurabilità del delitto di calunnia nelle ipotesi di falsità c.d. parziale; per “falsità parziale” si intendono sia i casi in cui l’incolpazione abbia ad oggetto più addebiti, dei quali alcuni siano falsi.

Leggi dopo

Gli aspetti processuali dell’attività sotto copertura

01 Settembre 2015 | di Catello Vitiello

Agente provocatore

L’individuazione dei limiti entro i quali le indagini sotto copertura possono essere giustificate riverbera, inevitabilmente, sull’uso che può farsi del materiale raccolto: l’investigatore, pur sotto mentite spoglie e pur integrando condotte penalmente rilevanti, raccoglie dati ed elementi che potranno successivamente essere utilizzati.

Leggi dopo

Reati ambientali e tenuità del fatto

31 Agosto 2015 | di Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto

Reati ambientali

La riforma della normativa ambientale, con l’inserimento dei nuovi delitti all’interno del codice penale, entra in vigore poco dopo l’inserimento nel codice penale dell’istituto della Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto (art. 131-bis c.p.).

Leggi dopo

L’applicazione della misura cautelare nel mandato di arresto europeo

31 Agosto 2015 | di Andrea Chelo

Mandato di arresto europeo (MAE)

L’applicazione della misura cautelare nel mandato di arresto europeo segue un procedimento particolare, differente da quello attraverso il quale si snoda l’applicazione della cautela nel procedimento di cognizione; tuttavia numerose sono le affinità, anche in ragione del fatto che la legge di recepimento ha operato un richiamo generale, nei limiti della loro applicabilità, alle disposizioni del Titolo I del Libro IV del codice di procedura penale, in materia di misure cautelari personali, prevedendo, comunque, alcune esplicite eccezioni.

Leggi dopo

Le dichiarazioni del testimone irreperibile e il giusto processo

31 Agosto 2015 | di Carlotta Conti

Giusto processo

Strettamente connessa alle implicazioni attuative del principio costituzionale del giusto processo si presenta la materia delle dichiarazioni del testimone irreperibile. Sul punto si è registrato un mutamento giurisprudenziale sia all’interno del nostro ordinamento, sull’onda del necessario adeguamento ai dettami di Strasburgo, sia nel sistema convenzionale, in ragione di un profondo ripensamento dell’esegesi ormai classica.

Leggi dopo

Guida al d.lgs. 7 agosto 2015, n. 137

30 Agosto 2015 | di Antonella Marandola

Confisca per equivalente

Il 7 agosto 2015 è stato emanato il d.lgs. 137, relativo all'applicazione del principio del reciproco riconoscimento delle decisioni di confisca: prevede, in termini generali, che le decisioni di confisca emesse dalle autorità competenti di un altro Stato membro dell'Unione europea siano eseguite, alle condizioni e nei limiti stabiliti dal decreto legislativo, sul territorio dello Stato italiano e viceversa.

Leggi dopo

Pagine