Focus

Focus

La nuova disciplina dei falsi in scrittura privata alla luce del d.lgs. 15 gennaio 2016, n. 7

19 Febbraio 2016 | di Pietro Perini

Depenalizzazione

I reati in materia di falsità in scrittura privata sono stati recentemente oggetto della modifica legislativa realizzata tramite il d.lgs. 7/2016 che ha abrogato numerose fattispecie di parte speciale e, allo stesso tempo, ha introdotto corrispondenti illeciti civili, puniti anche con una sanzione pecuniaria.

Leggi dopo

Appropriazione indebita e cessione del quinto dello stipendio

17 Febbraio 2016 | di Roberto Carrelli Palombi

Appropriazione indebita

Le Sezioni unite hanno risolto un contrasto di giurisprudenza sorto fra le Sezioni semplici in merito alla possibilità di configurare il delitto di appropriazione indebita nella condotta del datore di lavoro che, in caso di cessione di quota della retribuzione da parte del lavoratore, ometta di versarla al cessionario. Si è ritenuto che nella fattispecie concreta possa ravvisarsi solo un illecito civile e non, invece, il reato di appropriazione indebita, per la carenza del requisito dell’altruità della cosa.

Leggi dopo

Il mancato avviso, nel decreto penale di condanna, della facoltà di chiedere la messa alla prova è incostituzionale?

16 Febbraio 2016 | di Ottavia Murro

Sospensione del procedimento con messa alla prova

Merita di essere segnalata l’ordinanza del tribunale di Savona con la quale è stata sollevata la Q.L.C. dell’art. 460 c.p.p. nella parte in cui non prevede che il decreto penale di condanna debba contenere l’avviso all’imputato della facoltà di chiedere la sospensione del procedimento per messa alla prova, unitamente con l’atto di opposizione.

Leggi dopo

Depenalizzazione: i reati di danneggiamento dopo il d.lgs. 7/2016

16 Febbraio 2016 | di Livio Meo

Depenalizzazione

Con il decreto legislativo 7/2016, si realizza la riformulazione dei reati di danneggiamento. Il danneggiamento semplice costituiva uno dei meno gravi delitti contro il patrimonio previsti dal codice penale. Secondo autorevole dottrina, tale scelta di politica criminale era giustificata dalla circostanza che l’autore dei fatti di danneggiamento viene tradizionalmente percepito come un soggetto meno pericoloso del ladro, dal momento che non agisce per soddisfare un impulso di arricchimento egoistico e si determina a delinquere soltanto per il desiderio di provocare un danno alle cose altrui.

Leggi dopo

Speciale Depenalizzazioni

16 Febbraio 2016 | di Redazione Scientifica

Depenalizzazione

Il 22 gennaio 2016 sono stati pubblicati in Gazzetta ufficiale n. 17, i decreti legislativi 15 gennaio 2016 n. 7, Disposizioni in materia di abrogazione di reati e introduzione di illeciti con sanzioni pecuniarie civili, a norma dell'articolo 2, comma 3, della legge 28 aprile 2014, n. 67 e n. 8 Disposizioni in materia di depenalizzazione, a norma dell'articolo 2, comma 2, della legge 28 aprile 2014, n. 67

Leggi dopo

Depenalizzazione e illeciti con sanzioni pecuniarie civili: la disciplina di diritto intertemporale

11 Febbraio 2016 | di Luca Carboni

Depenalizzazione

I decreti 7 e 8/2016 pur essendo, a prima vista, simili nella loro struttura introducono, in realtà, istituti molto diversi fra loro. Tale diversità incide anche su uno dei primi temi con cui gli operatori del diritto dovranno confrontarsi, cioè quello della disciplina di diritto intertemporale introdotta dalle due normative.

Leggi dopo

Recepimento della direttiva Ue sulle norme minime per la tutela della vittima di reato. Un’attuazione solo timida?

10 Febbraio 2016 | di Michele Sbezzi

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

Il rapporto tra la normativa italiana e quella comunitaria, e soprattutto il riconosci-mento dell’assoluta necessità che la seconda abbia sostanziale primazia sulla prima, è oggetto di vivace dibattito, in dottrina e in giurisprudenza, da parecchi anni a questa parte.

Leggi dopo

La “depenalizzazione / trasmigrazione” del reato in illecito civile: dubbi dogmatici ed incertezze applicative

09 Febbraio 2016 | di Paolo Pittaro

Depenalizzazione

La "trasmigrazione" della fattispecie di cui all’originario illecito penale in un nuovo illecito civile, e con la relativa sanzione pecuniaria, costituisce un novum nell’ordinamento giuridico, ove la presenza di una sanzione “punitiva” civile pone problemi di non poco conto sia sul piano meramente dogmatico, sia su quello della sua pratica applicazione.

Leggi dopo

Omissione di atti d’ufficio: quale rilevanza può attribuirsi al formarsi del silenzio-rifiuto in presenza di una richiesta di accesso agli atti?

04 Febbraio 2016 | di Ciro Iorio

Omissione di atti di ufficio

La legge 26 aprile 1990 ha introdotto nel nostro ordinamento la formulazione dell’art. 328 c.p. che al comma secondo punisce la mera omissione del pubblico ufficiale o dell’incaricato di un pubblico servizio che entro trenta giorni dalla richiesta di chi vi abbia interesse non compie l’atto del suo ufficio e non risponde per esporre le ragioni del ritardo.

Leggi dopo

Confisca penale tributaria e sequestro preventivo: un binomio indissolubile?

04 Febbraio 2016 | di Gianluca Gambogi, Carlotta Corsani

Sequestro preventivo

Con la riforma tributaria attuata dal decreto legislativo 24 settembre 2015, n. 158, si è colmato il vuoto normativo previgente, inserendo nel decreto legislativo 74/2000, l'art 12-bis che prevede e regola una specifica confisca per i reati fiscali ivi previsti. È noto che fino alla nuova misura oggi in vigore, si è applicata la confisca prevista nel codice penale per i reati contro la pubblica amministrazione (art. 322-ter c.p.).

Leggi dopo

Pagine