Focus

Focus

Associazione con finalità di terrorismo internazionale. Requisiti minimi di partecipazione e struttura organizzativa

17 Ottobre 2018 | di Marzia Minutillo Turtur

Terrorismo

La sentenza della Cassazione penale, Sez. V, n. 50189/2017, ha richiamato alcuni importanti punti fermi in ordine ai requisiti minimi e caratteri dell'azione al fine di poter ritenere integrato il reato di cui all'art. 270-bis c.p., da sempre oggetto di dibattito e confronto.

Leggi dopo

Estinzione del reato per condotte riparatorie. Prime applicazioni e considerazioni critiche

15 Ottobre 2018 | di Angelo Valerio Lanna

Condotte riparatorie (estinzione del reato per)

L'istituto in esame è stato introdotto nel sistema penale dal Legislatore a mezzo della l. 23 giugno 2017, n. 103 e inserito nel Titolo VI del Libro I del codice, laddove si trova la disciplina delle cause di estinzione del reato e della pena; segnatamente, esso è collocato nel Capo I, tra le cause estintive del reato. La ratio di tale causa estintiva è evidentemente quella di potenziare l'effetto deflattivo del sistema penale e dell'apparato sanzionatorio; se ne è però prevista l'operatività in...

Leggi dopo

La messa alla prova e la continua ricerca di soluzioni giurisprudenziali ai problemi applicativi

12 Ottobre 2018 | di Leonardo Degl'Innocenti, Eleonora Antonuccio

Sospensione del procedimento con messa alla prova

La legge 67 del 2014 ha introdotto, nel nostro ordinamento, la possibilità anche per gli adulti di richiedere la sospensione del procedimento con messa alla prova. Tale nuovo istituto, nei primi quattro anni di applicazione pratica, ha generato importanti contrasti giurisprudenziali su aspetti cruciali che hanno invocato l'intervento anche delle Sezioni unite della Corte di cassazione e della Corte costituzionale.

Leggi dopo

Violenza sessuale e rapporti coniugali. Certezze ermeneutiche e criticità probatorie

11 Ottobre 2018 | di Cesare Parodi

Violenza sessuale

Nel genus violenza sessuale, la species violenza coniugale si caratterizza per una serie di profili legati non solo alla valutazione delle condotte, quanto anche – doverosamente – a una specifica analisi della pregresse relazione interpersonale e a una peculiare valutazione dell'elemento soggettivo, con particolare riguardo alla sussistenza di un consenso “tacito” al rapporto sessuale. Il delitto di violenza sessuale di cui all'art. 609-bisc.p. è tra...

Leggi dopo

La truffa contrattuale di acquisto mediante assegni scoperti o postdatati

10 Ottobre 2018 | di Gianluca Bergamaschi

Truffa

La questione verte sull'individuazione delle condizioni, teoriche e pratiche, a fronte delle quali possa essere considerata idonea a integrare gli artifici o i raggiri della truffa contrattuale d'acquisto, la dazione di un assegno scoperto, ossia clandestinamente non dotato di provvista sul conto corrente bancario di traenza, ovvero di un assegno postdatato, ossia palesemente non dotato di provvista attuale ma ancora onorabile entro il termine di scadenza apposto sul titolo di credito e, tuttavia, mai onorato.

Leggi dopo

La nuova procedibilità a querela. L'intervento chiarificatore delle Sezioni unite

08 Ottobre 2018 | di Andrea Pellegrino

Querela

Con sentenza n. 40150 del 21 giugno 2018, depositata il 7 settembre 2018, le Sezioni unite della Suprema Corte hanno enunciato i seguenti princìpi di diritto: 1. in presenza di un ricorso inammissibile, non deve darsi alla persona offesa l'avviso previsto dall'art. 12, comma 2, d.lgs. 10 aprile 2018, n. 36 per l'eventuale esercizio del diritto di querela; 2. nel tempo necessario a dare attuazione alle disposizioni transitorie previste dall'art. 12 del d.lgs. 36/2018,...

Leggi dopo

Ordinamento penitenziario. La riforma incompiuta

01 Ottobre 2018 | di Fabio Fiorentin

Ordinamento penitenziario

Alla base della decisione politica di promuovere e sostenere una riforma che, nelle intenzioni dell'originario proponente, doveva assurgere a “riforma di sistema” per l'ampiezza della prospettiva e l'organicità dell'intervento, stava l'idea di superare la politica emergenziale, di piccolo cabotaggio e di ancor più ridotte aspirazioni, che aveva caratterizzato gli interventi in materia penitenziaria...

Leggi dopo

Whistleblowing. Primi orientamenti giurisprudenziali e prospettive di tutela europea

01 Ottobre 2018 | di Andrea Nocera

Agente provocatore

Con la sentenza n. 35792/2018, Coco, la Cassazione ha completato la valutazione dell'impatto sull'ordinamento penale dell'istituto del whistleblowing. La Corte ha inteso definire i confini del legittimo comportamento del whistleblower, In particolare, traendo spunto dal consolidato indirizzo giurisprudenziale...

Leggi dopo

La preclusione processuale nel “sistema di prevenzione”

27 Settembre 2018 | di Carlo Maria Pellicano, Ferdinando Brizzi

Bis in idem (divieto)

Come noto la materia delle misure di prevenzione è stata ed è spesso oggetto d'interventi giurisprudenziali che tentano di colmare i vuoti normativi che il d.lgs. 159/2011 – ancorché recentemente riformato con la l. 161/2017 – non è stato in grado di colmare. E tanto più arretra il Legislatore tanto più la giurisprudenza è costretta a intervenire. Esemplare la situazione creatasi in esito alla nota pronuncia De Tommaso nel delicatissimo settore della pericolosità generica...

Leggi dopo

Incendio delle parti comuni dell’edificio e inerzia colpevole dell’amministratore

25 Settembre 2018 | di Maria Beatrice Magro

Incendio

L’amministratore di condominio ha l’obbligo di intervenire a tutela delle parti comuni dell’edificio a prescindere dalla provenienza del pericolo; deve pertanto ritenersi che il dovere per costui di attivarsi sussista anche quando il pericolo per le parti comuni provenga da un bene di proprietà esclusiva di uno dei condomini: la posizione di garanzia concerne l’incolumità pubblica e prescinde dal fatto che il pericolo trovi origine in un bene comune...

Leggi dopo

Pagine