Focus

Focus

Rifiuto con codici a “specchio”: rimessa la questione alla Corte di Giustizia

07 Febbraio 2018 | di Luca Della Ragione

Cass. pen., Sez. III

Reati ambientali

Con ordinanza del 27 luglio 2017, n. 37460 la terza Sezione penale della Corte di cassazione ha rimesso – a seguito delle impugnazioni presentate avverso tre distinti provvedimenti del tribunale del riesame di Roma nel contesto di un complesso procedimento penale che vede coinvolti oltre trenta indagati, tra gestori di una discarica, responsabili delle società conferenti i rifiuti, professionisti e ...

Leggi dopo

Rapporti tra liquidazione giudiziale e misure penali. Le novità della legge delega 155/2017

06 Febbraio 2018 | di Gabriele Minniti

Reati fallimentari

Nell'esercizio della delega per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell’insolvenza, il Governo adotta disposizioni di coordinamento con il codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, stabilendo condizioni e criteri di prevalenza, rispetto alla gestione concorsuale, delle misure cautelari adottate in sede penale, anteriormente o successivamente alla dichiarazione di insolvenza.

Leggi dopo

Omissione di lavori necessari da parte del condomino proprietario

02 Febbraio 2018 | di Fausto Moscatelli


Edilizia ed urbanistica

Nel condominio degli edifici, miscellanea di beni, il condomino è impegnato sul duplice fronte della vigilanza e cura della cosa propria e di quella comune. Da questo ultimo profilo, i comproprietari possono essere sostituiti dall'amministratore del condominio (ove presente), laddove il pericolo derivante dalla possibile rovina di parti comuni dell'edificio incombe sul medesimo amministratore, tuttavia il dovere risorge in capo ai singoli condomini in ipotesi di comprovate cause accidentali.

Leggi dopo

Quando le dichiarazioni rese dall’indagato possono ritenersi spontanee?

31 Gennaio 2018 | di Valeria Crudo


Indagini preliminari

Con la pronuncia n. 29061/2017, la Corte di cassazione, nel ribadire il compito del giudice del merito di accertare – anche di ufficio – la natura libera e volontaria delle dichiarazioni rese dall’indagato e qualificate come spontanee dalla polizia giudiziaria, approfondisce il contenuto di tale verifica attribuendo specifico rilievo anche ad elementi di natura fattuale. La struttura complessa dell'articolo 350 c.p.p., che disciplina tre diversi istituti distinti per presupposti e regime di utilizzabilità, di certo non facilita l'esegesi della norma ...

Leggi dopo

Attuazione delle delega sulle intercettazioni. Un’altra occasione mancata

29 Gennaio 2018 | di Leonardo Filippi

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

La riforma rappresenta un’altra occasione mancata per disciplinare strumenti investigativi che la prassi ha introdotto da anni e che attendono una regolamentazione, come, ad esempio, le riprese visive nel domicilio di comportamenti non comunicativi o l’intercettazione delle comunicazioni mediante nuove tecnologie, quali VoIP, Skype, WhatsApp oppure l’impiego del GPS o il sempre più frequente utilizzo di velivoli a pilotaggio remoto (droni) per finalità investigative, capaci di procedere sia a intercettazioni di comunicazioni sia a riprese visive, mentre altri strumenti, come l’acquisizione dei tabulati telefonici e telematici necessitano ...

Leggi dopo

Iva all'importazione: diritto di confine o tributo interno? Conseguenze sulla configurabilità del reato di contrabbando

26 Gennaio 2018 | di Davide Galasso

Reati tributari

Il presente contributo intende soffermarsi sulla natura giuridica dell'Iva all'importazione e sulla possibilità di sussumerla, ai fini penali tributari, nel novero dei diritti di confine. Dalla disamina dei principali orientamenti di giurisprudenza e dottrina sul punto, e come recentemente affermato pure negli ultimi arresti giurisprudenziali della Suprema Corte di cassazione, non appare possibile affermare in modo univoco, da un lato, come l'Iva all'importazione sia un tributo interno ...

Leggi dopo

Sul rapporto tra confisca e prescrizione: principi contrastanti nella recente giurisprudenza

26 Gennaio 2018 | di Luca Della Ragione

Cass. pen., Sez. III
Cass. pen., Sez. I,

Confisca (misura di prevenzione)

La Suprema Corte si è di recente pronunciata in maniera contrastante sul rapporto tra confisca e prescrizione del reato, rivitalizzando il dibattito tutt'ora aperto circa la legalità della c.d. confisca, specie urbanistica, in assenza di condanna. Il contrasto assume fondamentale importanza per la tutela del diritto di proprietà del terzo ...

Leggi dopo

Riforma delle intercettazioni. Le nuove disposizioni per i delitti dei pubblici ufficiali contro la P.A.

24 Gennaio 2018 | di Irene Coppola


Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

La riforma delle intercettazioni contenuta nel decreto legislativo 216/2017 ha previsto, all'art. 6, una disciplina specifica per i delitti commessi dai pubblici ufficiali contro la P.A. e ciò in quanto, su pressante sollecitazione dell'opinione pubblica e a causa della dilagante corruzione che, in tempi recenti, ha visto coinvolto un numero sempre maggiore di ...

Leggi dopo

Violenza sessuale, molestie e atti persecutori. Gli strumenti per valutare quando una condotta è reato

22 Gennaio 2018 | di Tania Rizzo

Violenza sessuale

Violenza sessuale, molestie e atti persecutori: quando sono considerabili fattispecie di reato? L'Autrice svolge una disamina degli elementi costitutivi dei reati indicati per riuscire a districarsi nella congerie di notizie giornalistiche.

Leggi dopo

Il captatore informatico “entra” nel sistema codicistico: un male necessario?

22 Gennaio 2018 | di Cesare Parodi, Nicoletta Quaglino

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Ormai utilizzato da anni, il captatore informatico entra formalmente nel sistema codicistico con il d.lgs. 216/2017. Il decreto si limita a disciplinare un particolare uso del trojan, ossia quello finalizzato a consentire intercettazioni tra presenti a mezzo di installazione su un dispositivo elettronico portatile. Il decreto inserisce il nuovo istituto nel contesto codicistico ...

Leggi dopo

Pagine