Focus

Focus

Revenge porn: una risposta sanzionatoria adeguata?

10 Settembre 2019 | di Cesare Parodi

Delitti contro la persona

Nell'ambito di una revisione globale del sistema penale finalizzata ad assicurare un contrasto maggiormente ampio ed efficace alla violenza di genere, le nuove fattispecie in tema di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti rappresentano un importante tassello, la cui piena metabolizzazione deve passare attraverso la risoluzione di un'ampia e complessa serie di problemi ermeneutici. Problemi correlati, in particolare, al rapporto tra le nuove fattispecie e quelle già presenti nel sistema e all'individuazione dell'esatto ambito di applicazione della nuova norma.

Leggi dopo

Il captatore informatico: un Exodus verso “buone pratiche”?

04 Settembre 2019 | di Ferdinando Brizzi

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Il c.d. captatore informatico, meglio noto alle cronache giudiziarie con il nome di trojan, è stato recentemente all'attenzione dell'opinione pubblica non solo, e non tanto, per le sue smisurate potenzialità investigative, ma anche per la sua straordinaria pervasività nella vita delle persone sottoposte ad intercettazione in via diretta o indiretta. Scopo di questo contributo è quello di esaminarne un aspetto peculiare: quali rischi possono derivare dal ricorso, a fini investigativi, da parte delle società incaricate...

Leggi dopo

Codice della crisi. Vecchie e nuove ipotesi di responsabilità penale degli amministratori e sindaci

02 Settembre 2019 | di Ciro Santoriello

Reati fallimentari

Per chi voglia soffermarsi sui riflessi, diretti e indiretti, che investiranno la disciplina in tema di responsabilità degli amministratori e sindaci a seguito della entrata in vigore dalla nuova normativa in tema di crisi di impresa si aprono tre fonti di riflessioni. In primo luogo, si possono analizzare le (poche) effettive modifiche che, rispetto ai "vecchi” articoli di cui agli artt. 216 e ss. r.d.n. 267/42, ha apportato il d.lgs. n. 14 del 2019. Si tratta, come accennato, di un profilo di scarso rilievo: condivisibile o meno che sia la scelta del legislatore è innegabile che la riforma del 2019 ha poco o nulla inciso su tale aspetto riforma. In secondo luogo, il d.lgs. n. 14 del 2019, senza modificare in alcun modo la lettera della norma incriminatrice, può determinare

Leggi dopo

Autoriciclaggio. Il concorso del terzo extraneus nelle condotte riciclatorie poste in essere dall'autore del delitto presupposto

30 Agosto 2019 | di Cristina Ingrao

Autoriciclaggio

Una delle questioni più dibattute in tema di autoriciclaggio, emersa fin dalla sua introduzione nell'ordinamento, attiene all'individuazione delle norme applicabili in sede di affermazione della penale responsabilità nei confronti di chi, sebbene estraneo al reato presupposto, abbia contribuito, insieme all'autore di quest'ultimo, al riciclaggio dei proventi derivanti dal reato stesso.

Leggi dopo

Falsi abusi: il difficile “controllo di garanzia” del magistrato sulla metodologia di ascolto del minore

28 Agosto 2019 | di Antonio Forza

Prova

Le recenti, clamorose notizie di cronaca giudiziaria, con al centro dell'inchiesta un presunto giro di affidi illeciti di minori nei comuni della Val D'Enza, al di là dello sconcerto provocato nell'opinione pubblica, offrono l'opportunità di affrontare l'argomento molto più ampio e delicatissimo della formazione dei magistrati e delle loro competenze nell'esercizio del “controllo di garanzia” sulle qualità dell'esperto, cui affidare una perizia o una consulenza di parte.

Leggi dopo

Decreto sicurezza bis convertito in legge. Tutte le modifiche

23 Agosto 2019 | di Fabio Piccioni

l. 8 agosto 2019, n. 77

Misure di prevenzione

La l. 8 agosto 2019, n. 77, di conversione con modifiche del d.l. 14 giugno 2019, n. 53, recante Disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica, entrata in vigore il 10 agosto 2019, prevede, per quanto qui rileva, numerose modifiche alle norme di diritto sostanziale e processuale in materia penale. Grazie a un intervento eterogeneo, la novella risulta disseminata tra le Disposizioni urgenti in materia di contrasto all'immigrazione illegale e di ordine e sicurezza pubblica (artt. 3, 3-bis, 4, 6 e 7); le Disposizioni urgenti per il potenziamento dell'efficacia dell'azione amministrativa a supporto delle politiche di sicurezza (art. 9) e le...

Leggi dopo

La particolare tenuità del fatto nei reati tributari

07 Agosto 2019 | di Wenda Biondo

Particolare tenuità del fatto

La causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto, di cui all'art. 131-bis c.p., risulta concretamente applicabile anche sul versante penal-tributario, sebbene in tale ambito il grado di offensività, che dà luogo a sanzione penale, sia già stato valutato dal Legislatore attraverso la previsione di specifiche soglie di punibilità. Sul tema è recentemente intervenuta la Corte di Cassazione con le sentenze nn. 15020 del 05.04.2019 e 12906 del 25.03.2019, precisando che il giudice è tenuto ad effettuare una previa valutazione dell'entità dell'imposta evasa e, nel caso in cui la stessa sia di ammontare vicinissimo alla soglia di rilevanza penale, a determinare, alla luce degli indici-requisiti della modalità della condotta e dell'esiguità del danno e/o del pericolo, se la fattispecie globalmente considerata possa inserirsi nei canoni della minima offensività.

Leggi dopo

Gli strumenti di contrasto alla violenza in occasione di manifestazioni sportive nel decreto sicurezza bis

31 Luglio 2019 | di Maria Francesca Cortesi

Misure di prevenzione

Le disposizioni normative che governano gli istituti destinati a prevenire e reprimere episodi di violenza in occasione o a causa di manifestazioni sportive sono contenute nella l. 13 dicembre 1989, n. 401 (Interventi nel settore del giuoco e delle scommesse clandestini e tutela della correttezza nello svolgimento di competizioni agonistiche). I meccanismi, ivi disciplinati, operano su fronti differenti: da un lato, si agisce nell'ambito del sistema di prevenzione penale con la previsione di strumenti volti ad impedire...

Leggi dopo

Codice Rosso. Come cambia la tutela delle vittime di violenza domestica e di genere con la legge 69/2019

26 Luglio 2019 | di Sandra Recchione

Legge 19 luglio 2019, n. 69

Maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale 19 luglio 2019, n. 69, Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, il c.d Codice Rosso. Le nuove disposizioni entreranno in vigore dal 9 agosto 2019. La legge introduce un canale investigativo preferenziale per i reati, appunto, da “codice rosso”: si tratta di regole “monitorie”, senza sanzione...

Leggi dopo

Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma... in un never ending black hole per l'indagato. Ora per allora?

25 Luglio 2019 | di Angela Caruso

Notizia di reato

Onestà intellettuale vuole che, first of all, si rilevi il seguente dato: basterebbe una interpretazione costituzionalmente orientata della norma sottesa agli artt. 405 e 407 c.p.p., in combinato disposto – soprattutto – con l'art. 112 Cost., per avvedersi di una esigenza impellente quanto giuridicamente imposta da un ordinamento democratico e garantista. Si tratta della necessità che la formale iscrizione nel registro delle notizie di reato avvenga contestualmente all'insorgere di profili di responsabilità penale a carico del soggetto (“solo”) sostanzialmente indagato.

Leggi dopo

Pagine