Focus

Focus

I moniti del Garante privacy sul trojan horse

13 Maggio 2019 | di Leonardo Filippi

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Ora anche il Garante riconosce che «alcuni agenti intrusori sarebbero […] in grado non solo di "concentrare", in un unico atto, una pluralità di strumenti investigativi (perquisizioni del contenuto del pc, pedinamenti con il sistema satellitare, intercettazioni di ogni tipo, acquisizioni di tabulati) ma anche, in talune ipotesi, di eliminare le tracce delle operazioni effettuate...

Leggi dopo

Autoriciclaggio e gioco d'azzardo: un binomio possibile

10 Maggio 2019 | di Marzia Minutillo Turtur

Autoriciclaggio

La sentenza della Seconda Sezione della Corte di Cassazione, n. 13795/2019, ha affrontato il tema, recentemente emerso, della possibilità di autoriciclare consistenti somme provenienti da reato mediante impiego in attività speculative e, segnatamente, nel settore dei giochi e delle scommesse.

Leggi dopo

Man in the middle: il vero pericolo nelle relazioni commerciali telematiche

30 Aprile 2019 | di Cesare Parodi

Accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico

Tra le molte condotte criminose che sono quotidianamente realizzate in rete, una delle più insidiose è quella che ha per oggetto il “dirottamento” di pagamento- spesso consistenti- per via telematica su conti correnti del tutto estranei rispetto a quelli degli effettivi beneficiari. Un fenomeno grave e diffuso, che pone non solo problematiche di natura investigativa ma che impone all'interprete attente valutazioni in relazione alla qualificazione giuridica dei fatti.

Leggi dopo

Morte della persona offesa dal reato e art. 12 d.lgs. 36/2018: profili di illegittimità costituzionale

19 Aprile 2019 | di Andrea Bigiarini

Querela

Come noto, il d.lgs. 10 aprile 2018, n. 36 ha introdotto il regime della procedibilità a querela per una serie di reati precedentemente perseguibili d'ufficio. L'art. 12 di detto decreto, affrontando espressamente il problema dei procedimenti instaurati o da instaurare per i fatti (costituenti uno dei reati sopra citati) commessi prima...

Leggi dopo

Il principio del ne bis in idem applicato al rapporto fra giurisdizione ordinaria e giurisdizione militare di pace

18 Aprile 2019 | di Cristina Ingrao

Trib. Agrigento,

Bis in idem (divieto)

La questione affrontata nella pronuncia in esame attiene ai presupposti applicativi del principio del ne bis in idem, con riguardo più specificamente ai rapporti...

Leggi dopo

Le nuove forme di legittima difesa domiciliare

18 Aprile 2019 | di Alex Ingrassia

Difesa legittima

Con il DDL Modifiche al codice penale altre disposizioni in materia di legittima difesa, approvato in via definitiva dal Senato il 28 marzo 2019, il volto della c.d. legittima difesa domiciliare è stato ampiamente modificato, riducendo gli spazi di sindacato giudiziale sui suoi presupposti, intervenendo sulla disciplina civilistica del risarcimento e e garantendo sul piano processuale una rapida trattazione dei processi che vedano imputati per lesioni o omicidio colposo coloro che si siano difesi nel proprio domicilio...

Leggi dopo

L'abbreviato che verrà

15 Aprile 2019 | di Marco Siragusa

Giudizio abbreviato

L’evoluzione storica del giudizio abbreviato rappresenta la cartina di tornasole del tentativo, mai sopito, di smantellare pezzo per pezzo l’idea del processo accusatorio. Ci eravamo già occupati, su questa rivista, del tema. Torniamo a farlo oggi, all’indomani dell’ennesima, e contraddittoria, riforma legislativa (disegno di legge n. 925 AS, non ancora promulgato alla data di pubblicazione del presente lavoro): il divieto di accesso al rito abbreviato per i delitti puniti con la pena dell’ergastolo.

Leggi dopo

Reati tributari e misure di prevenzione patrimoniali: il letto di Procuste della giurisprudenza italiana

11 Aprile 2019 | di Lorenzo Savastano

Misure di prevenzione

La recente sentenza della Corte Costituzionale n. 24/2019, innescata dalla pronuncia della Corte EDU nella causa de Tommaso contro Italia, chiarisce la portata applicativa e le finalità ordinamentali sottese alle misure di prevenzione disciplinate dal cd. Codice anti-mafia, dichiarando l'incostituzionalità della del riferimento ai “traffici delittuosi” del proposto. Una normativa dai contorni mobili che non solo necessita dell'integrazione della giurisprudenza...

Leggi dopo

La revisione della sentenza tra "nuova prova" e introduzione di nuovi metodi scientifici

09 Aprile 2019 | di Katia La Regina

Revisione

Ai fini dell'ammissibilità della richiesta di revisione, l'orientamento allo stato attuale prevalente è nel senso di ritenere che possono costituire "prove nuove" ai sensi dell'art. 630, comma 1, lett. c), c.p.p., quelle che, pur incidendo su un tema già divenuto oggetto di indagine nel corso della cognizione ordinaria, siano fondate su nuove acquisizioni scientifiche e tecniche diverse e innovative, tali da fornire risultati non raggiungibili con le metodiche in precedenza disponibili. Il tema dei rapporti tra prova scientifica e ambito applicativo della revisione investe a pieno la ricostruzione...

Leggi dopo

Sull'esclusione delle lesioni stradali dai reati procedibili a querela: un eccesso di delega in minus?

03 Aprile 2019 | di Fabio Piccioni

Querela

I principi e criteri direttivi fissati dalla delega prevedevano la trasformazione della procedibilità a querela - c.d. “deprocedibilità” - «per i reati contro la persona puniti con la sola pena edittale pecuniaria o con la pena edittale detentiva non superiore nel massimo a 4 anni, sola, congiunta o alternativa alla pena pecuniaria, fatta eccezione per...

Leggi dopo

Pagine