Focus

Focus

Mutamento del giudice dibattimentale ed esame delle persone già sentite dinanzi al giudice sostituito

20 Gennaio 2020 | di Maria Lucia Di Bitonto

Giudizio

Le Sezioni unite (Cass., Sez. un., 30 maggio 2019, Bajrami Klevis, in C.E.D. Cass., n. 266754) hanno affermato che il giudice del dibattimento succeduto ad altro, dinanzi al quale sono state assunte le prove, dispone del potere di non accogliere la richiesta di escussione orale delle persone già esaminate davanti all'altro organo giudicante successivamente sostituito.

Leggi dopo

Il giudice del dibattimento di fronte alla pericolosità sociale: come orientarsi con la sospensione del processo, le misure di sicurezza e le misure cautelari

17 Gennaio 2020 | di Pierangelo Cirillo

Misure di sicurezza

Con la definitiva chiusura degli OPG e la loro sostituzione con le REMS è stata portata a termine una riforma “epocale”; essa, tuttavia, non avendo trovato un'adeguata e tempestiva attuazione sul piano amministrativo, ha posto rilevantissimi problemi di carattere pratico ai giudici, che si sono trovati di fronte...

Leggi dopo

Strategia e deontologia. Elogio del rinvio

16 Gennaio 2020 | di Roberto Bertuol

Deontologia

Il vivace e preoccupato dibattito, ancora in corso, sul recentissimo ingresso in vigore (01/01/2020) della novella volta a riformare il meccanismo in materia di prescrizione, offre l’occasione per rivolgere attenzione al “fenomeno” processuale del rinvio, il quale, in assenza di un approccio rigoroso all’argomento rischia di essere sbrigativamente collocato sul banco degli imputati quale principale sospettato, unitamente a coloro che altrettanto sommariamente vengono additati quali suoi utilizzatori senza limiti, d’essere il principale responsabile delle intollerabili dilatazioni dei tempi del giudizio....

Leggi dopo

Il nuovo decreto intercettazioni: le indicazioni sulla riservatezza

13 Gennaio 2020 | di Cesare Parodi

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

A distanza di due anni da quella che avrebbe dovuto essere la propria entrata in vigore la riforma delle intercettazioni vede finalmente la luce, nella sua globalità, a partire dal 29 febbraio 2020. Una riforma che troverà applicazione dopo un significativo restyling, che ha avuto per oggetto in particolare proprio le disposizioni finalizzate a una maggiore tutela della riservatezza. Il d.l. 161/2019 interviene in particolare...

Leggi dopo

Le condotte riparatorie: profili istituzionali e problemi interpretativi

09 Gennaio 2020 | di Angelo Salerno

Condotte riparatorie (estinzione del reato per)

La recente riforma del 2017, con legge n. 103, ha introdotto nel codice penale un nuovo strumento di deflazione dei procedimenti penali, con l'obiettivo di ridurre i carichi pendenti, attraverso la previsione della causa di estinzione del reato di cui all'art. 162-ter c.p., per “condotte riparatorie”, destinata ad operare nella fase antecedente l'apertura del dibattimento, le cui prime applicazioni hanno tuttavia posto problemi interpretativi, solo in parte risolti dalla giurisprudenza.

Leggi dopo

La riforma dimezzata: prime osservazioni sul decreto in tema di intercettazioni

08 Gennaio 2020 | di Cesare Parodi

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

A distanza di due anni da quella che avrebbe dovuto essere la propria entrata in vigore la riforma delle intercettazioni vede finalmente la luce, nella sua globalità, a partire dal 29 febbraio 2020. Una riforma che troverà applicazione dopo un significativo restyling, che ha avuto per oggetto in particolare proprio le disposizioni finalizzate a una maggiore tutela della riservatezza. Il d.l. 161/2019 interviene...

Leggi dopo

Obblighi fiscali dell'amministratore e reato di omesso versamento delle ritenute dovute o certificate nella qualità di sostituto d'imposta

27 Dicembre 2019 | di Maria Beatrice Magro

Reati tributari

Tra gli obblighi cui è soggetto l'amministratore di condominio, spiccano anche quelli di natura fiscale. Il condominio, infatti, pur non essendo un soggetto giuridico dotato di personalità distinta da quella dei condomini che ne fanno parte, è considerato nel nostro sistema un soggetto passivo dal punto di vista fiscale, a seguito della modifica degli artt. 23 e 25, d.p.r. n. 600/1973, operata con l'art. 21, n. 11), l. n. 449/1997 (sostituto d'imposta).

Leggi dopo

La violenza intrafamiliare e la violenza assistita, una lettura interdisciplinare

20 Dicembre 2019 | di Piera Gasparini

Maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli

Negli ultimi anni si è elaborata, in dottrina e in giurisprudenza, una nozione ampia e complessa di “violenza endofamiliare”, comprensiva di molteplici condotte non limitate al conflitto fra coniugi o conviventi e alle dinamiche fisicamente e/o psicologicamente abusive della relazione di coppia, ma estese a qualsiasi comportamento di aggressione fisica, verbale, gestuale, psicologica cui assistano i minori...

Leggi dopo

Mafie delocalizzate. La nuova struttura dell'associazione e l'individuazione della natura mafiosa

13 Dicembre 2019 | di Luca Della Ragione

Cass. pen., Sez. I,

Associazione di tipo mafioso o camorristico

Se sia configurabile il reato di cui all'art. 416-bis c.p. con riguardo a una articolazione periferica (cd. «locale») di un sodalizio mafioso, radicata in un'area territoriale diversa da quella di operatività dell'organizzazione «madre», anche in difetto della esteriorizzazione, nel differente territorio di insediamento, della forza intimidatrice e della relativa condizione di assoggettamento e di omertà, qualora emerga...

Leggi dopo

Riciclaggio e autoriciclaggio da frode fiscale e reati tributari

13 Dicembre 2019 | di Ignazio Pardo

Riciclaggio e reimpiego

Il progressivo allargamento della nozione di profitto illecito anche ai risparmi di imposta frutto di precedenti violazioni finanziarie comporta rilevanti conseguenze anche in tema di identificazione delle successive condotte di riciclaggio. Il parallelo allargamento della nozione di profitto riciclabile può determinare interpretazioni...

Leggi dopo

Pagine