Focus

Focus

La continua riforma dell'abuso di ufficio e l'immobilismo della pubblica amministrazione

28 Luglio 2020 | di Bartolomeo Romano

Art. 23 d.l. n. 76/2020

Abuso di ufficio

Le vicende che coinvolgono il delitto di cui all'art. 323 del codice penale hanno una importanza che esorbita la stessa funzione e lo stesso ruolo dell'abuso di ufficio, poiché investono la nozione di pubblica amministrazione, anche...

Leggi dopo

Quando a fare domande suggestive è il Giudice…

27 Luglio 2020 | di Michele Sbezzi

Cass. pen., Sez. I,

Testimonianza

Espressamente ed assai significativamente, nella sentenza in parola, si afferma che “… un intervento officioso del giudice con finalità chiarificatrice dei fatti oggetto del processo … trova giustificazione in un processo tendenzialmente accusatorio”. Si fa qui riferimento, nonostante il tenore letterale di quanto riportato, all'evidenza di un uso che è stato giudicato non corretto della facoltà...

Leggi dopo

Da Mafia capitale a corruzione capitale: la sentenza della Suprema Corte e l’epilogo della vicenda

27 Luglio 2020 | di Luca Della Ragione

Cass. pen., Sez. VI,

Associazione per delinquere

Con la sentenza in commento la Suprema Corte ha segnato l’epilogo della saga “Mafia capitale”, sancendo che non si è trattato di ‘vera mafia’. È stata infatti esclusa la possibilità di sussumere i fatti contestati agli imputati della nota vicenda romana nel delitto di associazione di tipo mafioso di cui all’art. 416-bis c.p., derubricandoli in quello di cui all’art. 416 c.p.

Leggi dopo

Rassegna della giurisprudenza Costituzionale in materia penitenziaria nel primo semestre 2020

23 Luglio 2020 | di Leonardo Degl'Innocenti, Francesco Faldi

Corte costituzionale

La sentenza 15 gennaio 2020 n. 18. Con questa sentenza (depositata il data 14 febbraio 2020) la Corte prosegue nel processo di ampliamento dell'ambito di applicazione...

Leggi dopo

La rivoluzione copernicana della guida in stato di ebbrezza

20 Luglio 2020 | di Pasquale Giorgio

Guida sotto l'influenza dell'alcool

Tre recenti pronunce, due del Giudice di legittimità e una del Giudice delle leggi, hanno contribuito a ridisegnare sensibilmente la disciplina della guida in stato d'ebbrezza Tre recenti pronunce, due del Giudice di legittimità e una del Giudice delle leggi, hanno contribuito a ridisegnare sensibilmente la disciplina della guida in stato d'ebbrezza, ponendosi in netta contrapposizione con orientamenti ormai consolidati.

Leggi dopo

Prime riflessioni sull'attuazione della direttiva PIF

16 Luglio 2020 | di Andrea Venegoni

D.lgs. 14 luglio 2020, n. 75

Diritto comunitario

A seguito della legge di delegazione europea 2018 (legge 4 ottobre 2019, n. 117) il nostro Paese ha adottato il decreto legislativo per l'attuazione della direttiva (UE) 2017/1371 relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell'Unione mediante il diritto penale, la c.d. Direttiva PIF. Importanti novità sono, quindi, introdotte nel nostro sistema...

Leggi dopo

Reati in materia di amianto: indagine sul nesso di causa in ipotesi di successione di apicali

10 Luglio 2020 | di Carlo Maria Pellicano

Reati ambientali

È certamente assai arduo affrontare un argomento come quello della prova del nesso di causa in situazioni di acclarata esposizione ad amianto riferibili a unità produttive all'interno delle quali si siano avvicendate varie figure apicali con posizioni di garanzia.

Leggi dopo

“Pericolo da infruttuosità” e legittimità del sequestro conservativo

07 Luglio 2020 | di Emilia Conforti

Cass. pen., Sez. V,

Sequestro conservativo

In tema di sequestro conservativo per integrare il periculum in mora non è necessario il concomitante elemento del futuro depauperamento del debitore essendo sufficiente l'incapienza del patrimonio del debitore al momento della proposizione della domanda.

Leggi dopo

Questioni di diritto transitorio dopo la conversione in legge del decreto legge n. 28/2020

06 Luglio 2020 | di Luigi Giordano

Legge 25 giugno 2020, n. 70

Procedimento e processo

La pandemia da Covid-19 ha determinato un forte impulso verso una maggiore informatizzazione del processo penale che è stato rivolto in varie direzioni: 1. un più ampio utilizzo degli strumenti telematici per le notificazioni (l’art. 83, comma 13 e 14, del d.l. n. 18 del 2020, in particolare, ha previsto che le comunicazioni e le notificazioni relative agli avvisi e ai provvedimenti...

Leggi dopo

I decreti di primavera e le novità in materia di ordinamento penitenziario: la conversione del d.l. 28/2020 e l'“abrogazione” del d.l. 29/2020

06 Luglio 2020 | di Leonardo Degl'Innocenti, Francesco Faldi

Legge 25 giugno 2020, n. 70

Ordinamento penitenziario

Le polemiche sorte a causa dei provvedimenti, dei quali hanno beneficiato non pochi detenuti riconosciuti colpevoli di reati di criminalità organizzata, adottati da alcuni Uffici di sorveglianza per ragioni legate alla pandemia determinata dalla diffusione del c.d. coronavirus (o COVID-19) hanno indotto il legislatore a intervenire in senso restrittivo sulla disciplina dei permessi di necessità, della detenzione domiciliare per gravi motivi di salute e del differimento di esecuzione della pena.

Leggi dopo

Pagine