Focus

Focus su Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

Riforma Orlando: verso nuovi diritti e facoltà per la persona offesa?

17 Luglio 2017 | di Tania Rizzo

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

L'intervenenda legge 23 giugno 2017 n. 103, c.d. Riforma Orlando, introduce importanti novità per la persona offesa dal reato. In particolare, si assiste a un’"evoluzione" dei diritti e delle facoltà nella fase di indagini e nella fase pre-dibattimentale. La persona offesa dal reato è il soggetto titolare del bene giuridico tutelato dalla norma. Non è, quindi, chiunque subisca un danno dal reato ma, esclusivamente colui che subisce l'offesa essenziale dalla commissione – od omissione – del reato. A seconda del soggetto passivo del reato si possono distinguere: reati a soggetto passivo determinato; reati a soggetto passivo indeterminato, nei quali l'interesse ...

Leggi dopo

La vittima di violenza di genere: il "soggetto debole"

11 Maggio 2017 | di Francesca Di Muzio

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

Nell’immaginario comune l’idea che la donna vittima di violenza sia da considerare “soggetto debole” stenta a trovare una chiave di lettura differente e ciò nonostante il recepimento da parte del Legislatore italiano della Convenzione di Istanbul che offre una visione della donna quale soggetto autonomo, capace di autodeterminasi ed affrancarsi dalla violenza attraverso l’attivazione delle proprie risorse personali.

Leggi dopo

La tutela della vittima nel processo penale e nelle fonti internazionali

07 Marzo 2017 | di Francesca Jole Garofoli , Patrizia Ciorciari

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

La vittima del reato è destinata a guadagnarsi un posto reale nelle dinamiche processuali interne. Nonostante ad oggi si manifesti una certa ritrosia in alcuni sistemi interni a parlare di vittima, utilizzando questo termine solo in contesti extraprocessuali, di fatto si procede a riconoscerle strumenti più incisivi nell'ambito del processo penale. Dall'analisi delle direttive europee emerge un dato inconfutabile: l'obbligo degli Stati membri di garantire ...

Leggi dopo

Recepimento della direttiva Ue sulle norme minime per la tutela della vittima di reato. Un’attuazione solo timida?

10 Febbraio 2016 | di Michele Sbezzi

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

Il rapporto tra la normativa italiana e quella comunitaria, e soprattutto il riconosci-mento dell’assoluta necessità che la seconda abbia sostanziale primazia sulla prima, è oggetto di vivace dibattito, in dottrina e in giurisprudenza, da parecchi anni a questa parte.

Leggi dopo

Vittima di reato deceduta. Con il d.lgs. 212/2015 “le facoltà e i diritti” sono esercitabili anche dal convivente

27 Gennaio 2016 | di Leonardo Iannone

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

Il legislatore italiano è intervenuto con il d.lgs. 212/2015 nel tessuto dell’art. 90 c.p.p., anche nel senso di ampliare l’ambito dei soggetti aventi diritto a fruire della tutela riconosciuta alla persona offesa in quanto deceduta in conseguenza del reato, mediante l’addizione della nuova figura del soggetto legato alla vittima da relazione affettiva caratterizzata da stabile convivenza.

Leggi dopo

Le comunicazioni alla persona offesa dopo il d.lgs. 212/2015

21 Gennaio 2016 | di Fabio Fiorentin

Persona offesa dal reato e soggetto danneggiato

Con il d.lgs. 15 dicembre 2015, n. 212, l’Italia recepisce la Direttiva 2012/29/Ue del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 ottobre 2012, che introduce norme minime in materia di diritti, assistenza e protezione delle vittime di reato e che sostituisce la decisione quadro 2001/220/Gai.

Leggi dopo