Focus

Focus su Responsabilità degli enti

I reati tributari nel d.lgs. n. 231/2001: l'aggiornamento del modello organizzativo quale strumento per evitare gravi sanzioni per l'ente

15 Maggio 2020 | di Maria Hilda Schettino

Responsabilità degli enti

La l. n. 157/2019, di conversione del d.l. n. 124/2019 (c.d. decreto fiscale), nell'attuare una nuova riforma del diritto penale tributario, ha dato risposta a vecchi quesiti che per anni hanno animato i dibattiti di dottrina e giurisprudenza: possono gli enti essere ritenuti responsabili per la commissione, nel loro interesse o a loro vantaggio, di reati tributari? In seguito alla commissione di tali reati, possono gli enti essere soggetti alla confisca per equivalente?

Leggi dopo

Contagio da COVID-19 in ambiente lavorativo: responsabilità penale del datore di lavoro e dell'ente ex d.lgs. 231/2001

15 Aprile 2020 | di Gabriele Minniti

Responsabilità degli enti

Il presente contributo si propone di analizzare la rilevanza penale delle condotte ascrivibili ai datori di lavoro, per il mancato rispetto degli standard di sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché le correlate ricadute sull'ente, ai sensi del d.lgs. n. 231 del 2001. A tal proposito è opportuno sottolineare che non vi è dubbio alcuno che il contagio da Covid nei luoghi di lavoro vada considerato alla stregua di un vero e proprio infortunio sul lavoro.

Leggi dopo

Interesse e vantaggio dell'ente e discrezionalità del Pubblico ministero

17 Marzo 2020 | di Ferdinando Brizzi

Responsabilità degli enti

Interesse e vantaggio dell'ente ex art. 5 del d.lgs. n. 231 del 2001, quali risultanti dall'elaborazione giurisprudenziale formatasi in tema di reati colposi, possono assurgere “al rango” di reimpiego di proventi illeciti ex art. 24 d.lgs. 159/2011?

Leggi dopo

Incidente mortale sulla pista da sci. La Cassazione richiama la disciplina in tema di infortuni sul lavoro

28 Febbraio 2019 | di Ferdinando Brizzi

Responsabilità degli enti

La sempre maggiore frequenza di incidenti, anche mortali, connessi alla pratica degli sport invernali induce a svolgere alcune riflessioni sulla responsabilità penale del gestore degli impianti sciistici. Spesso gli eventi lesivi avvengono non tanto sulle piste ma fuori di esse. A tal riguardo si sostiene che, non avendo il gestore alcun dominio al di fuori della pista, né alcun potere di organizzazione, ne deriverebbe l'esclusione della sua responsabilità per gli incidenti occorsi a coloro che volontariamente, o per imprudenza o per eccessiva velocità vengano a trovarsi fuori dalla pista, non essendo esigibile che il gestore protegga tutta la pista con recinzioni. Occorre valutare la sostenibilità di tale assunto.

Leggi dopo

Responsabilità degli enti: la legge anticorruzione innalza le sanzioni interdittive nei confronti delle società

23 Gennaio 2019 | di Ciro Santoriello

Responsabilità degli enti

Come è noto, il c.d. decreto anticorruzione (ovvero l. 19 gennaio 2019, n. 3) è intervenuto anche sulla disciplina in tema di responsabilità da reato degli enti collettivi, modificando diverse prescrizioni presenti nel d.lgs. 231/2001. A oltre quindici anni dall'entrata in vigore della nuova disciplina in tema di responsabilità delle società per delitti commessi da propri dirigenti o dipendenti, quello contenuto nella l. 3/2019...

Leggi dopo

La legge 179/2017. Gli esiti incerti di una riforma che promette tutele al whistleblower in ambito sia pubblico che privato

18 Dicembre 2017 | di Letizia d'Altilia

Responsabilità degli enti

È stata pubblicata in Gazzetta ufficiale n. 291 del 14 dicembre 2017 la legge 30 novembre 2017, n. 179 recante Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato (c,d. whistleblowing), che entrerà in vigore dal 29 dicembre 2017. In particolare, la riforma si snoda attraverso tre articoli ...

Leggi dopo

La messa alla prova nel procedimento penale degli enti. Quali prospettive?

13 Dicembre 2017 | di Francesca Di Muzio

Responsabilità degli enti

Il d.lgs. 231/2001 sulla responsabilità delle persone giuridiche si caratterizza per una spiccata vocazione preventiva, nel senso che si pone come obiettivo primario il recupero della legalità dell’ente, il quale viene quindi spinto a dotarsi di modelli organizzativi in grado di ridurre al minino – seppur non riducendolo a zero – il rischio di commissione dei reati.

Leggi dopo

Modello di organizzazione della governance in funzione penalistica

11 Aprile 2017 | di Dario Scarpa

Responsabilità degli enti

La valutazione del modello di organizzazione della società per azioni, allo scopo di indagare le possibili ripercussioni di ordine penale sulle condotte amministrative dei componenti l'organo di amministrazione, vuole la ricostruzione della disciplina societaria in materia di obblighi informativi, transitivi e riflessivi, a carico dei soggetti agenti (ex art. 2381 c.c.).La disciplina introdotta dalla recente riforma societaria vede negli amministratori delegati i soggetti che, nel momento organizzativo della società di capitali, devono occuparsi della gestione dell'impresa; questi vengono, di conseguenza, considerati come la sorgente dei flussi informativi che ...

Leggi dopo

Adeguatezza e responsabilità in funzione della corporate social responsability

05 Aprile 2017 | di Dario Scarpa

Responsabilità degli enti

Il principio di adeguatezza coincide, in senso lato, con un atteggiamento di prudenza che ha come finalità primaria quella di salvaguardare la compagine societaria da ipotetici rischi derivanti da un'adozione incontrollata di decisioni i cui effetti non sono ancora sicuri senza, però, per questo bloccare il normale iter gestorio dell'organo amministrativo, in omaggio al c.d. business judgement rule.

Leggi dopo

L'O.d.V. monocratico e il sequestro preventivo della quota di partecipazione dell'amministratore unico dimessosi

23 Maggio 2016 | di Alessio Cantone

Tribunale del riesame di Parma

Responsabilità degli enti

Il tribunale del riesame di Parma sembrerebbe aderire a quella tendenza giurisprudenziale ad essere prevenuta nella valutazione dell'efficacia esimente dei modelli organizzativi di gestione e controllo e poco sensibile nelle decisioni assunte in sede cautelare, terreno dove emergono evidenti le aporie della responsabilità amministrativa delle società e degli enti.

Leggi dopo

Pagine