Focus

Focus

Verso il riconoscimento automatico delle sentenze penali straniere. Il sistema Ecris

19 Settembre 2018 | di Marina Ingoglia

Riconoscimento delle sentenze penali straniere

Ecris – European Criminal Records Information System – è il sistema informativo del casellario europeo, che consente l'interconnessione telematica dei casellari giudiziari e rende effettivo lo scambio di informazioni sulle condanne fra gli Stati membri, in uno formato standard comune a tutti. Ecris dà completa attuazione, in ambito comunitario, alla Convenzione europea di mutua assistenza in materia penale...

Leggi dopo

Esercizio arbitrario delle proprie ragioni ed estorsione. La ricerca dei confini nella giurisprudenza di legittimità

06 Settembre 2018 | di Cesare Parodi

Estorsione

Se la convinzione di esercitare un diritto costituisce l'elemento individuato dalla S.C. per distinguere la condotta riferibile al delitto di esercizio arbitrario della proprie ragioni rispetto a quello di estorsione in che termini deve essere individuato, sul piano oggettivo e su quello soggettivo, tale diritto?

Leggi dopo

Sostanze dopanti. Le problematiche legate alla vendita online

05 Settembre 2018 | di Nicola Zilio, Roberto Bertuol

Doping

I reati di doping, da sempre, sono argomento di particolare interesse per gli studiosi di diritto penale; non solo perché, fin dalla loro introduzione, sono stati oggetto di forti dibattiti dottrinali e giurisprudenziali ma perché, forse soprattutto, le problematiche connesse a questi reati diventano ogni giorno più attuali. Ed ecco perché, anche se in maniera necessariamente sintetica, pare interessante provare a dare conto di alcune delle questioni più attuali e rilevanti che interessano i reati di doping.

Leggi dopo

Il ricorso straordinario per cassazione per errore di fatto cagionato dal travisamento della prova

03 Settembre 2018 | di Aldo Aceto

Cass. pen., Sez. II,

Ricorso per cassazione

Con sentenza n. 29450/2018, la Suprema Corte, Sez. II, ha ribadito il principio di diritto secondo il quale il ricorso straordinario per errore materiale o di fatto di cui all'art. 625-bis c.p.p. può avere ad oggetto l'omessa considerazione di una prova esistente ma non il suo travisamento.

Leggi dopo

Abusiva timbratura del badge tra inoffensività per irrilevanza economica del danno e non punibilità ex 131-bis

30 Agosto 2018 | di Andrea Antonio Salemme, Gemma Zamagna

Cass. pen., Sez. II

Truffa

In tema di truffa ai danni dello Stato, derivante dall'abusiva timbratura del badge di servizio da parte di un dipendente pubblico, la scarsa rilevanza del danno economico cagionato alla P.A. non esclude l'offesa tipica e quindi la sussistenza del reato, in quanto il fatto realizza di per sé una seria lesione del rapporto fiduciario tra le parti, tanto più grave quando la condotta è reiterata.

Leggi dopo

La prova scientifica informatica e la sua eterna imperfezione

21 Agosto 2018 | di Enrica Priolo

Prova

La "dimensione digitale" si caratterizza per l’estrema semplicità di alterazione dei contenuti (e, perciò, del significato probatorio).

Leggi dopo

Luogo pubblico e privata dimora. La definizione dei confini nella giurisprudenza di legittimità

20 Agosto 2018 | di Giuseppe Sgadari

Delitti contro il patrimonio

L' individuazione di un luogo come pubblico o di privata dimora è questione giuridica dibattuta, che, allo stato, è stata composta dalla decisione delle Sezioni unite della Cassazione con la sentenza n. 31345 del 23 marzo 2017.

Leggi dopo

La valutazione del danno cagionato alla P.A. in caso di assenza ingiustificata dal luogo di lavoro

17 Agosto 2018 | di Federico Lucariello, Maria Hilda Schettino

Danno

A fronte dell'atavica inefficienza delle pubbliche amministrazioni, nei pubblici uffici sono stati progressivamente introdotti congegni sempre più avanzati per attestare la presenza dei dipendenti sul luogo di lavoro.

Leggi dopo

Il reato di offesa alla bandiera. Condizione di reciprocità e configurabilità del reato con riferimento alla bandiera Ue

13 Agosto 2018 | di Cristina Ingrao

Trib. Agrigento

Delitti contro la personalità dello Stato

Il tribunale monocratico di Agrigento, con la sentenza in commento, ha ritenuto non sussistente il reato di cui all'art. 299 c.p. nei confronti di un cittadino italiano che aveva esposto la bandiera dell'Unione europea, sulla ringhiera di un molo di Lampedusa, con disegnata al centro una svastica nazista. Nella specie, la pronuncia chiarisce, in modo completo ed organico, i presupposti in presenza dei quali si configura e opera il reato di Offesa alla bandiera o ad altro emblema di uno Stato estero.

Leggi dopo

Un anno di Riforma Orlando. Era tutto necessario?

03 Agosto 2018 | di Viviana Torreggiani

Prescrizione del reato

L'interrogativo non ancora sopito è se fosse davvero necessario sconvolgere tanto profondamente il sistema ordinamentale penale e quale ne sia stata la ratio.

Leggi dopo

Pagine