Focus

Focus

La nuova disciplina dell'elezione di domicilio presso il difensore d'ufficio e le implicazioni neglette dal Legislatore

28 Giugno 2017 | di Gianluca Bergamaschi

Elezione di domicilio

La Riforma penale del 2017, con l'introduzione del comma 4-bis dell'art. 162 c.p.p., ha inteso risolvere l'annosa questione degli avvocati d'ufficio nominati domiciliatari a loro insaputa e coscritti a fare da “buca delle lettere” senza avere effettivi contatti con l'assistito e, tuttavia, potenzialmente esposti alle relative responsabilità.

Leggi dopo

La nuova causa di estinzione del reato conseguente a riparazione

26 Giugno 2017 | di Ottavia Murro

Cause di estinzione del reato

La Riforma Orlando incide su plurimi aspetti sostanziali e procedurali e, tra le varie modifiche, introduce una nuova causa di estinzione del reato: la riparazione per tutti i reati a querela remittibile (art. 162-ter c.p.).

Leggi dopo

Il dibattimento a distanza nella Riforma Orlando: la smaterializzazione del processo penale

23 Giugno 2017 | di Tania Rizzo

Dibattimento

Con l'approvazione del DDL n. 2067 di riforma del processo penale sono state estese le ipotesi normative di c.d. processo a distanza per imputati e testimoni. Se già gli artt. 146-bis, 45-bis e 134-bis dosp. att. evidenziavano un serio limite ...

Leggi dopo

La responsabilità penale dell'ente proprietario della strada

21 Giugno 2017 | di Fabio Piccioni

Circolazione stradale

La mancata o cattiva manutenzione delle strade e della relativa segnaletica, risulta idonea a integrare l'ipotesi di omicidio stradale a carico del gestore. L'art. 14 cod. strada prescrive che gli enti proprietari o concessionari delle strade devono provvedere: a) alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi; b) al controllo tecnico dell'efficienza delle strade e relative pertinenze; ...

Leggi dopo

La “fine” dell'incapace eternamente giudicabile

21 Giugno 2017 | di Leonardo Marino

Capacità (a delinquere; criminale; d’intendere e di volere)

Il testo della Riforma Orlando approvato in via definitiva dalla Camera dei deputati il 14 giugno 2017, contiene anche importanti modifiche di natura processuale che riguardano l'incapacità irreversibile dell'imputato di partecipare al processo. L'art. 71 c.p.p. viene integrato prevedendo la sospensione del procedimento per incapacità dell'imputato solo nel caso in cui tale stato è reversibile. Nello specifico viene distinta l'ipotesi in cui l'incapacità sia reversibile da quella in cui essa sia irreversibile ...

Leggi dopo

Prime indicazioni della Cassazione sulla responsabilità del sanitario dopo la legge Gelli-Bianco e sulla disciplina intertemporale

20 Giugno 2017 | di Giuseppe Marra

Attività medico-chirurgica

In tema di responsabilità penale del sanitario dopo la riforma introdotta dalla legge 24/2017 c.d. Gelli - Bianco, la Cassazione, con riguardo ai fatti commessi in epoca anteriore, ritiene più favorevole, ai sensi dell'art. 2 c.p., la c.d. legge Balduzzi, tenuto conto della precedente limitazione della responsabilità ai soli casi di colpa grave. La vicenda processuale vedeva imputato di omicidio colposo un medico ...

Leggi dopo

È costituzionale la presunzione assoluta di adeguatezza della sola custodia carceraria per il delitto di associazione mafiosa

20 Giugno 2017 | di Antonio Gatto

Custodia cautelare in carcere

Nessuna sorpresa: l'ordinanza 136 pronunciata dalla Corte costituzionale il 12 giugno 2017 – come era ampiamente prevedibile sebbene fosse da molti auspicato il totale superamento di ogni presunzione a carattere assoluto in materia cautelare – si pone esattamente nel solco degli insegnamenti del giudice delle leggi degli ultimi anni, com'è confermato dai richiami giurisprudenziali contenuti nella motivazione della pronuncia.

Leggi dopo

Riforma Orlando e inasprimenti di pena: esigenza reale o strumento di sintonia tra Legislatore e opinione pubblica?

19 Giugno 2017 | di Giuseppe Pavich

Delitti contro il patrimonio

Con la riforma Orlando, accanto a diverse modifiche incidenti sul sistema penale sostanziale e processuale, vengono introdotte pene più severe per talune categorie di reati, con particolare riguardo ai più gravi delitti contro il patrimonio. L’inasprimento sanzionatorio si sostanzia soprattutto in un aumento dei minimi edittali, con effetti ...

Leggi dopo

Le poche luci e le tante ombre della riforma Orlando

19 Giugno 2017 | di Michele Sbezzi

Giudizio

Diritto Penale e Procedura Penale appaiono ormai più rimaneggiate che riformate, senza che ciò possa andare a vantaggio di chi ne fa strumento giornaliero di lavoro o di chi ha tenuto condotte per le quali ne subirà un’applicazione a volte incomprensibile e, comunque, tutt’altro che certa. Rimandando l’analisi dei singoli capi della riforma alla trattazione che, di essi, ilPenalista.it offrirà a breve ai propri lettori, si vuol qui fare una disamina generale degli elementi che la compongono.

Leggi dopo

La remissione della querela nel delitto di atti persecutori

16 Giugno 2017 | di Daniela Troja

Querela

Malgrado la previsione normativa del quarto comma dell'art. 612-bis c.p. preveda espressamente che nel delitto di atti persecutori la remissione della querela possa essere soltanto processuale, in questi anni le manifestazioni della volontà positiva delle vittime di non voler persistere nella querela, sono state di frequente espresse fuori dal processo.

Leggi dopo

Pagine