Contrasti giurisprudenziali

Contrasti giurisprudenziali

Sull'applicabilità dell'art. 131-bis c.p. nel procedimento davanti al giudice di pace

23 Giugno 2017 | di Rosa Pezzullo

Particolare tenuità del fatto

Con la recente ordinanza n. 20245 del 4 aprile 2017, depositata il 28 aprile 2017, la terza Sezione della Corte di cassazione ha rimesso, ai sensi dell'art. 618 c.p.p., alle Sezioni unite la decisione del contrasto giurisprudenziale relativo all'applicabilità nei procedimenti che si svolgono davanti al giudice di pace dell'art. 131-bis c.p., introdotto dall'art. 1, comma 2, del d.lgs. 16 marzo 2015, n. 28. La nuova causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto ...

Leggi dopo

Le modalità di presentazione della richiesta di riesame di misure cautelari reali

22 Giugno 2017 | di Aldo Aceto

Cass. pen., Sez. III, 14 marzo 2017 (dep. 28 luglio 2017), n. 20255

Riesame

Qual è il luogo nel quale deve essere presentata la richiesta di riesame del decreto di sequestro preventivo? Le Sezioni unite penali della Corte di cassazione sono chiamate a comporre il contrasto interpretativo sull'art. 324, comma 2, c.p.p. che disciplina ...

Leggi dopo

Quanti reati si commettono portando illecitamente in luogo pubblico un'arma comune da sparo clandestina?

22 Giugno 2017 | di Angelo Valerio Lanna

Armi, munizioni ed esplosivi

Se il delitto di porto in luogo pubblico di arma comune da sparo (l. 895 del 1967, artt. 4 e 7) e il delitto di porto in luogo pubblico di arma clandestina (l. 110 del 1975, art. 23, commi 1 e 4) sono tra di loro in concorso formale ovvero il secondo assorbe, per specialità, il primo.

Leggi dopo

Truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche e malversazione a danno dello Stato. Concorso o assorbimento?

30 Maggio 2017 | di Roberto Carrelli Palombi

Truffa

Nel caso di erogazione da parte di un ente pubblico di un contributo o un finanziamento, ottenuto fraudolentemente, si discute se il delitto di cui all'art. 640-bis c.p. possa concorrere con quello di cui all'art. 316-bis c.p., ove il contributo finalizzato a favorire attivitàdi interesse pubblico sia destinato, almeno in parte, ad altre ...

Leggi dopo

Riforma in appello della sentenza assolutoria all'esito del giudizio abbreviato e rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale

30 Maggio 2017 | di Alessandra Bassi

Reformatio in pejus (divieto di)

A pochi mesi di distanza dalla sentenza n. 27620/2016, le Sezioni unite della Cassazione vengono nuovamente invitate a pronunciarsi sul potere-dovere di rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale del giudice d'appello ...

Leggi dopo

Se il giudice dell'impugnazione possa concedere d'ufficio le sanzioni sostitutive

02 Maggio 2017 | di Lucia Aielli

Sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi

Il giudice di secondo grado non può applicare le sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi nel caso in cui nell'atto di appello non risulti formulata alcuna specifica richiesta con riguardo a tale punto

Leggi dopo

Appello del P.M. avverso la decisione che nega l’applicazione della confisca di beni

02 Maggio 2017 | di Raffaello Magi

Appello

Il decreto con cui il giudice rigetta la richiesta del pubblico ministero di applicazione della misura di prevenzione patrimoniale della confisca, anche qualora non preceduta da sequestro, è appellabile.

Leggi dopo

Morte del soggetto socialmente pericoloso. Quali beni sono confiscabili?

11 Aprile 2017 | di Andrea Pellegrino

Confisca (misura di prevenzione)

Se, a seguito dell'azione di prevenzione patrimoniale esercitata dopo la morte del soggetto socialmente pericoloso nei confronti dei successori a titolo universale o particolare, la confisca possa avere ad oggetto solo i beni a questi pervenuti per successione ereditaria ovvero ...

Leggi dopo

Ricorso straordinario per errore materiale o di fatto contro la sentenza della Cassazione nel giudizio di revisione

30 Marzo 2017 | di Andrea Pellegrino

Revisione

Con sentenza n. 13199 del 21 luglio 2016 (depositata il 17 marzo 2017), le Sezioni unite della suprema Corte ha enunciato il seguente princìpio di diritto: è ammessa, a favore del condannato, la richiesta, ex art. 625-bis c.p. p., per la correzione dell'errore di fatto contenuto nella sentenza con cui la Corte di cassazione abbia dichiarato inammissibile o rigettato il suo ricorsocontro la decisione negativa della Corte di appello pronunciata in sede di revisione.

Leggi dopo

La trasmissione degli atti in caso di incompetenza per materia per un reato di cui all’art. 51-bis c.p.p.

28 Marzo 2017 | di Emilia Conforti

Competenza

Le Sezioni unite della suprema Corte sono chiamate a risolvere la questione se in tema di incompetenza per materia, in particolare nel caso in cui l'incompetenza riguarda uno dei reati previsti dall'art. 51,comma 3-bis, c.p.p.,di competenza della Corte di assise del medesimo ambito territoriale, gli atti debbano essere trasmessi ...

Leggi dopo

Pagine